Gli attivisti del clima giovanile sono i protagonisti del progetto fotografico NYU sui volti del movimento

Politica

'Love & Rage', un progetto di tesi della studentessa della NYU Tisch Anna Betts, documenta gli attivisti del clima giovanile di New York City.

Di Anna Betts

10 gennaio 2020
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Anna Betts
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Anna Betts sa che un'immagine vale più di mille parole. Senior presso la Tisch School of the Arts della New York University e attivista del clima, il progetto di tesi di fotografia di Betts mette in evidenza i volti dei giovani newyorkesi che si dedicano a sollevare l'inferno per la crisi climatica. 'Love & Rage: The New Faces of Climate Activism' sarà in mostra a Tisch dal 22 marzo alla fine di maggio. Il seguente testo è tratto dalla sua dichiarazione di missione e dalle sue interviste con i giovani attivisti del clima presenti nel suo progetto.





Se facessi il tuo lavoro, saremmo a scuola.

In tutto il mondo, i giovani si stanno mobilitando per chiedere una maggiore azione sui cambiamenti climatici. Con l'innalzamento del livello del mare e dei social media, i giovani stanno diventando più coinvolti in questioni politiche al di fuori delle istituzioni pubbliche discutibilmente restrittive, prevedendo l'ascolto di nuove voci. Piattaforme digitali come Instagram, Twitter e Facebook hanno incoraggiato e permesso alle persone di mobilitarsi e associarsi facilmente a gruppi e organizzazioni all'interno di una comunità globale più ampia. Attivisti del clima giovanile come Greta Thunberg hanno conquistato un posto nella cultura popolare tradizionale, guadagnando spesso migliaia di 'follower' online.

produits contre l'acné populaires

Non esiste un pianeta B.

femme de la révolution mexicaine

Questo progetto si concentra sui giovani attivisti climatici di New York che stanno diventando il volto del movimento per le crisi climatiche, in quanto leader e fondatori di organizzazioni come 'Fridays for Future', 'XR Youth' (gioventù dell'estinzione della ribellione), 'The Sunrise Movement' 'e' Zero Hour ', tra molti altri, oltre ad essere gli organizzatori del Global Climate Strike di settembre 2019. Questi gruppi organizzano incontri settimanali in cui organizzano dimostrazioni, scrivono leggi e discutono strategie su come attirare l'attenzione dei media e politica verso la crisi climatica. Negli ultimi mesi, ho partecipato a numerosi incontri settimanali e mi sono immerso in questo gruppo di giovani di supporto, stimolante e pieno di speranza. Piuttosto che essere solo un osservatore; Sono diventato un partecipante.

La fotografia è stata spesso adottata nel corso della storia come strumento di e per l'attivismo, poiché fotografie e documentazione svolgono ruoli fondamentali nelle memorie globali e nazionali. Documentando questi argomenti, ho l'obiettivo di far conoscere questi giovani attivisti non solo, ma anche ascoltarli, affinché possano raggiungere una comunità ancora più ampia. I loro ritratti e parole parlano delle loro frustrazioni, coraggio, competenza, potenziale, dedizione e ottimismo che persiste deliziosamente attraverso questo clima politico incerto e desolante.

Il nostro mondo, il nostro futuro, la nostra scelta.

Anna Betts
Anna Betts
Anna Betts
Anna Betts
Anna Betts
Anna Betts
Anna Betts

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Xiye Bastida si apre sui costi personali dell'attivismo climatico nel documentario 'We Rise'