Marzo 2020 femminile: quali sono le prospettive per il movimento?

Politica

Marzo 2020 femminile: quali sono le prospettive per il movimento?

Il 18 gennaio segnerà la quarta marcia annuale delle donne. Gli organizzatori hanno parlato Teen Vogue su cosa ci aspetta per il movimento e cosa significherebbe una vittoria di Trump 2020.

14 gennaio 2020
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Il Washington Post
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

È iniziato come posto di una donna in un gruppo pro-Hillary Clinton chiuso nelle ore successive alle elezioni del 2016, ma il 21 gennaio 2017, il giorno dopo l'inaugurazione di Donald Trump, è diventato uno dei più grandi singoli giorni di protesta nella storia degli Stati Uniti, con marce satellitari in tutto il paese e in tutti i continenti, compresa l'Antartide.

Sebbene la Marcia delle donne non sia stata senza polemiche, rimane una delle voci di resistenza più conosciute contro l'amministrazione Trump. Il 18 gennaio segnerà la quarta marcia annuale delle donne e, con le elezioni del 2020 ormai in pieno svolgimento, l'organizzazione e il suo nuovo gruppo dirigente stanno rifocalizzando la loro agenda e guardando avanti verso novembre. Teen Vogue ha parlato con i membri della Marcia delle donne, che stanno aiutando a guidare l'organizzazione nel prossimo capitolo del movimento - e nella storia americana.

Nei loro ricordi della prima marcia delle donne:

'Stai al sicuro, resta idratato, divertiti, cerca le tue sorelle', disse l'assistente di volo. 'E ricorda, non prendiamo niente da nessuno'. -Spirit Airlines assistente di volo

Tabitha St. Bernard-Jacobs (Women's March, direttore dell'impegno della comunità): Ho visto un post di Facebook della mia amica ... Fin dall'inizio, le ho detto: 'Non voglio essere tokenizzata come una donna di colore ... Voglio fare un lavoro'. Penso che non mi abbia colpito, l'impatto di ciò che avevamo fatto, fino a quando ... ero in piedi sul palco e (guardando) fuori dalla folla, e non riuscivo a vedere la fine ... Era solo un mare di rosa.

Isa Noyola (Women's March, copresidente): Ero a una conferenza LGBT e ricordo ... vivevo così tante emozioni sulle elezioni ... Soprattutto come trans latina, come qualcuno che lavora con problemi di detenzione e immigrazione, sapevo solo che avevamo combattuto così duramente per piccoli guadagni in termini di visibilità ....

Sarah Eagle Heart (marzo delle donne, membro del consiglio): All'epoca, le donne indigene erano ovviamente un ripensamento ... Ci siamo coordinati molto rapidamente ... per venire a presentarci alla marcia. Il giorno della Marcia delle donne abbiamo (fatto) un circolo di preghiera davanti al Museo Nazionale degli Indiani d'America, e stavamo cantando il Canzone Warrior femminile... È stato un momento così speciale nella mia vita che non dimenticherò mai.

Rachel O'Leary Carmona (marzo delle donne, direttore operativo): Ero un marcher, e guidai da New York a Washington ... Non potemmo nemmeno staccarci dalla strada. C'è stato un backup del traffico da DC a New York. Ero tipo 'Wow, stiamo assistendo a qualcosa che non ho mai visto in vita mia'.

Come è cambiata la conversazione sulle storie delle donne da novembre 2016:

'Una donna così cattiva'. -Donald Trump a Hillary Clinton, il 19 ottobre 2016, durante il loro dibattito presidenziale finale

One Noyala: Penso che sia appena andato più in profondità. Non si tratta di rompere un soffitto di vetro nel mondo aziendale ... (o) concentrarsi esclusivamente sulle conversazioni che interessano le donne della classe media.

Sarah Eagle Heart: Penso che le donne siano diventate più incoraggiate a parlare e dire la verità in un modo che non abbiamo fatto nel 2016 ... Le donne che hanno il potere di pronunciare la loro voce e quindi sono supportate da altre donne hanno davvero cambiato il gioco per così tanti diversi comunità e i problemi e le sfide che stanno affrontando.

Rachel O'Leary Carmona: Penso che sia diverso nel senso che è stata la Marcia delle donne, certamente, ma è anche MeToo, (e questo) ... cambiamento nello slancio che siamo stati in grado di creare ... è preso sul serio, e non è questa l'idea che le donne sono questo gruppo di nicchia ...

Annuncio pubblicitario

Tabitha St. Bernard-Jacobs: Le donne hanno così tanto peso che non viene riconosciuto .... (C'è) una mancanza di riconoscimento dell'impatto che possiamo avere. E la Marcia delle donne ha portato davvero in pieno, davanti e al centro, che le donne hanno fatto questo. Le donne mettono insieme la più grande mobilitazione nella storia del mondo e possono fare molto di più.

Su come il marzo 2020 si baserà sul lavoro dei suoi predecessori:

'È il 2020, non il 2016. Il mondo è cambiato. E ha cominciato a cambiare con la marcia delle donne '. -Elizabeth Warren

Rachel O'Leary Carmona: Abbiamo esaminato la nostra base tre volte nel corso dell'ultimo anno ... Siamo interessati (in) e abbiamo molta energia e molta preoccupazione in giro, salute riproduttiva e giustizia, clima e immigrazione ... il pensiero era: trasformiamolo davvero nello spazio il giorno della marcia.

Tabitha St. Bernard-Jacobs: Questa volta ci sarà una settimana di azione ... Ci sono persone che lo fanno da decenni, e vogliamo sentirli su come ... implementare il cambiamento in aree che avranno il maggior impatto sulle persone. (E) stiamo scegliendo di concentrarci sui manifestanti. Quando pensiamo alle persone che hanno avuto il maggiore impatto con la Marcia delle donne sin dall'inizio ... sono proprio i manifestanti.

Sarah Eagle Heart: Il lavoro che mi entusiasma davvero di questa marcia sono i diversi partner che si stanno unendo ... Adoro l'idea ... che ci siano molti gruppi diversi di organizzazioni che si uniscono per offrire le loro risorse e per aiutare a educare e organizzare gruppi di persone (.)

One Noyala: Non si tratta solo di un giorno; si tratta della settimana e dei giorni seguenti ... Penso che la Marcia delle donne continuerà a collegare la messaggistica dalla marcia al resto dell'anno ... (che stiamo davvero cercando di affrontare i bisogni intersezionali) della comunità e, in queste aree, in che modo le donne - tutte le donne - sono realmente colpite dalla violenza.

Su cosa significherebbe una vittoria di Trump nel 2020:

'Spesso, la cosa più giusta che puoi fare è scuotere il tavolo'. -Rappresentante. Alexandria Ocasio Cortez, a marzo 2019 delle donne di New York City

One Noyala: Sarà come un pugno allo stomaco ... Sarà un momento in cui ... colpirà il soffitto e ... solo per radicarci ... che siamo già sopravvissuti così tanto ... Noi avremo bisogno della leadership delle donne che sono direttamente colpite perché c'è molta saggezza nella sopravvivenza.

Sarah Eagle Heart: Siamo già in crisi ... in così tante aree diverse, sia che si tratti di cambiamenti climatici o di violenza contro le donne, sia che ci occupiamo di tenere insieme le nostre famiglie e assicurarci che siano al sicuro. Penso che siamo in crisi da molto, molto tempo e nessuno ha voluto nominarlo.

Tabitha St. Bernard-Jacobs: In (termini) di strategia ... è qualcosa di cui stiamo parlando internamente ... Di cosa avrebbe bisogno il movimento dall'organizzazione? Ma in questo momento siamo concentrati sulla marcia del 2020 e stiamo davvero mettendo insieme i nostri sforzi per assicurarci di educare le persone, quindi quando hanno conversazioni con le persone è un effetto a catena.

Rachel O'Leary Carmona: Potremmo essere in acque inesplorate negli Stati Uniti ... Potrebbe essere l'impeachment, potrebbe essere un voto, qualunque cosa assomigli. Ma sono fiducioso che Trump raggiungerà la sua fine, come fanno tutti gli altri despoti, il che è che la gente ne avrà abbastanza e sarà tempo per lui di andare.

Che aspetto ha la leadership femminista:

'La missione della Marcia delle donne è quella di sfruttare il potere politico delle diverse donne e delle loro comunità per creare un cambiamento sociale trasformativo'.
-Dalla dichiarazione della missione di marzo delle donne

Annuncio pubblicitario

One Noyala: Penso che la leadership femminista si stia evolvendo. E penso che la leadership femminista sia messa in discussione in termini di pensiero, nell'idea originale di cosa significasse essere una femminista.

Sarah Eagle Heart: Donne che si difendono a vicenda. Donne che possono ammettere quando hanno torto. Donne che possono trattenersi e sostenersi a vicenda in momenti difficili ... Donne che sono davvero disposte a conversare duramente e in modo difficile, e poi agire ... Sono così stanco delle parole. Ci deve essere un componente di azione dietro tutto questo.

Tabitha St. Bernard-Jacobs: Abbiamo visto nel tempo che le donne di colore, le donne di colore, le donne indigene, le donne con disabilità, (e) le donne trans sono spesso escluse dalla conversazione a livello nazionale sul tipo di cambiamento che dobbiamo vedere in questo paese. .. Quando penso alla leadership femminista, penso al tipo di leadership che centra la loro voce, centra le loro esperienze, che centra il tipo di cambiamento che deve realmente esserci.

Rachel O'Leary Carmona: Un impegno per una filosofia di interdipendenza piuttosto che per l'indipendenza ... Penso che quando ti impegni in questo, sfidi necessariamente cose come il patriarcato e il capitalismo ...

comment nettoyer les pores et minimiser les pores

Su cosa significherebbe una vittoria democratica per la Marcia delle donne:

'Ogni singolo giorno, il tuo lavoro come cittadino americano non è solo quello di lottare per i tuoi diritti, ma è quello di lottare per il diritto di ogni individuo che sta respirando, il cui cuore sta pompando e respirando su questa terra'. -Viola Davis, alla Marcia delle donne di Los Angeles del 2018

Tabitha St. Bernard-Jacobs: Alcuni di questi problemi continueranno, anche dopo che c'è un democratico in carica. Abbiamo visto storicamente che ... I neri hanno dovuto lottare per la giustizia razziale. Le persone con disabilità hanno dovuto lottare contro le oppressioni sistemiche. E non importa chi è in carica, quella roba sarà ancora una lotta.

Rachel O'Leary Carmona: Penso che sia una buona domanda per tutti i movimenti. Con il movimento LGBT, hai visto alcune organizzazioni lottare per evitare l'uguaglianza matrimoniale. Certamente la Marcia delle donne, ma il movimento in senso lato deve pensare a come si passa dalla resistenza all'avanzamento e a come si assume un ruolo forte e guida ... per far parte del gruppo che sta effettivamente plasmando e creando il politica che ... un'amministrazione democratica avrebbe attuato.

One Noyala: Nel corso degli anni c'è stata solo una disintegrazione di così tante vittorie (duramente) conquistate a fatica dalle nostre comunità. Come lo riprendiamo? Come possiamo rivendicarlo? ... Per me, la lotta continua e il ruolo della Marcia delle donne sarà più che mai critico, anche dopo che un presidente democratico subentrerà.

Sarah Eagle Heart: Molte persone hanno affermato che quando il Presidente Obama era in carica, hanno fatto un passo indietro, pensando che il razzismo non fosse più un problema. E (se una donna viene eletta presidente) penso che saremo nella stessa barca, dove non possiamo permetterci di sederci e pensare che il sessismo non sarà un problema ... Penso che lo farà impiegare un po 'di tempo per annullare i sistemi che sono stati messi in atto e che si sono davvero concentrati sul supporto del privilegio del maschio bianco. Queste strutture hanno davvero bisogno di essere smantellate. Quindi c'è ancora molto lavoro da fare.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Resistenza, ribellione, rivoluzione: cosa sono e come si intersecano