Le atlete condividono consigli su come farlo negli sport professionistici

Stile

Le atlete condividono consigli su come farlo negli sport professionistici

'Molte persone fanno sembrare che le ragazze non possano andare al college e continuare a praticare sport'.

11 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Beth Garrabrant
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Non importa quanto sia serio ed entusiasta uno sport che qualcuno potrebbe essere, trasformarlo in una carriera a lungo termine dopo il liceo o il college può sembrare impossibile, specialmente per le giovani donne e ragazze. È una distinzione importante da fare, perché mentre ci sono effettivamente meno posti in cui le donne possono entrare in ruoli sportivi professionali, il sostegno esterno e l'incoraggiamento che richiede per diventare professionisti è offerto molto più di quanto non lo sia per gli uomini.

Quindi, come si fa a tagliare il rumore? Abbiamo parlato con tre atlete: Deajah Stevens, pista olimpica e velocista di campo; Ingrid Silva, ballerina del teatro di danza di Harlem; e Kirsty Godso, maestro allenatore Nike - ognuno con la propria storia e il suo percorso assolutamente unici e dove si trovano oggi. Continua a leggere qui sotto per ascoltare direttamente dalle fonti su come sono arrivati ​​a dove sono oggi, cosa in realtà sembra trasformare una passione in una carriera e come fidarsi del proprio istinto sull'opinione di chiunque.

Deajah Stevens, atleta olimpico di atletica leggera, Portland, Oregon

Polo da golf senza maniche dri-fit Nike, pantaloncini vintage da palestra, sneaker air max 270 flyknit; nike.com

Teen Vogue: Riprendiamolo fino alle origini - eri un bambino attivo?

Deajah Stevens: Si. Ero piuttosto attivo. Mi piaceva il calcio e ho ballato per gran parte della mia vita, fino a quando non ho preso sul serio la pista.

à quoi ressemble jem finch

tv: La traccia era solo qualcosa che stavi provando o era più intenzionale?

DS: Era così ironico. Il mio ex allenatore mi ha visto fuori dall'YMCA e stavo partendo dal campo o qualcosa dopo la scuola. Era tipo 'Corri in pista?'. Ero con mia madre ed ero tipo 'No'. Questo è quando giocavo a calcio, a cui ero davvero pessimo.

tv: Quanti anni avevi?

DS: Avevo 11 anni. Poi mia madre ha detto: 'Sta giocando a calcio in questo momento, quindi non può smettere fino alla fine della stagione'. Mia mamma non mi lasciava lasciare nulla. Mi avrebbe fatto passare per tutta la stagione. Quindi, era tipo 'Ma verrà a provare quando la sua stagione sarà finita'. Quindi, poi è passata l'estate, non sono andata. E quando ho compiuto 12 anni, quando ero ancora a scuola, ho iniziato a correre. Sono andato a una pratica, ecco. Non ho mai smesso di andare.

tv: Quindi all'inizio ti è piaciuto?

Annuncio pubblicitario

DS: Sì, mi è piaciuto. Con altri sport, lo stavo facendo solo per farlo. Ma quando è arrivata la traccia, ho messo tutto il resto da parte per la traccia.

tv: Quando hai iniziato a capire che volevi prenderlo sul serio fuori dalla scuola?

DS: Ha iniziato a diventare serio durante il liceo. La gente ha iniziato a venire da me per ottenere borse di studio. Non avevo altro modo di pagare per la scuola, quindi ero tipo 'Probabilmente è una buona idea. Probabilmente dovrei davvero prenderlo sul serio. ' Quindi, ho iniziato a prenderlo un po 'più sul serio, ho ottenuto una borsa di studio, sono andato a scuola. E poi mi sono trasferito e sono andato in Oregon perché mi piace molto l'allenatore lì. Dopo essermi trasferito nel 2016, ho fatto la squadra olimpica quell'anno. Ero tipo 'Okay, devo davvero essere serio adesso'.

Canotta Nike, sneaker air force 1 jester xx; nike.com. Pantaloni cargo NikeLab ACG; nike.com.

tv: Non ti ha davvero colpito fino ad allora?

DS: No. E la gente dice sempre: 'Aspetta, cosa? Hai fatto le Olimpiadi e poi sei diventato serio? Sono tipo, sì, un po '. Non mi aspettavo di farcela. Quando ce l'ho fatta, sono rimasti tutti scioccati. Ero scioccato. Dopodiché, ho pensato: 'Okay, posso trasformarlo nella mia carriera'.

Annuncio pubblicitario

tv: Pensi di avere più pressione dato che la pista è uno sport individuale?

DS: Voglio dire, la maggior pressione che ottieni è la pressione di te stesso. Bene, nel mio caso. Non conosco altre persone, ma ottengo la maggior parte della mia pressione da me, dall'interno. Sento di avere qualcosa da dimostrare a me stesso.

tv: Hai qualche consiglio per le ragazze più giovani che sono appassionate di qualcosa, in particolare uno sport, ma non sanno come trasformarlo in una carriera?

DS: Sicuramente, perché personalmente mi sento come la generazione in arrivo ora - come quella di mia sorella - le ragazze sentono di non poter fare altro che essere un'infermiera o un'insegnante. Si sentono come se non potessero fare traccia fuori dal college e mi sento così indietro. I ragazzini crescono dicendo: 'Vado alla NBA. Vado alla NFL. Le ragazze no. Sento che mi piacerebbe poter parlare con più giovani. Anche ragazzi, ma soprattutto ragazze, perché sento che molte persone fanno sembrare che le ragazze non possano andare al college e continuare a fare sport. Quello che direi è andare per i tuoi sogni, non importa cosa dicono gli altri. Importa solo quello che vuoi fare. E se non funziona, beh, allora non funziona. Ma non lo saprai perché non ci hai provato.

Ingrid Silva, Ballerina, Dance Theatre di Harlem, Harlem, New York

Felpa crop crew Nike sportswear da donna, sneaker air max 97; nike.com. Abito a sottoveste in seta Olivia Von Halle; oliviavonhalle.com. Calze Darner in mesh massiccio; darnersocks.com.

Teen Vogue: Sei originario del Brasile! Come hai iniziato a ballare laggiù?

Ingrid Silva: Sono sempre stato coinvolto nello sport e all'età di tre anni ho iniziato a nuotare e ho fatto altre attività come calcio, pallacanestro, ginnastica - ero molto energico. Uno dei nostri vicini ha menzionato mia madre 'Oh, perché non la porti a una lezione di ballo?' Poi ho fatto un provino e sono entrato. Era un mondo completamente diverso per me. Questo programma di sensibilizzazione della comunità era gratuito. Poi mi sono iscritto e non ho mai dovuto pagare un centesimo per qualsiasi paio di scarpe. Ci hanno dato tutto.

tv: Wow, è fantastico. Come sei arrivato da lì al Dance Theatre di Harlem?

Annuncio pubblicitario

È: All'età di 18 anni, uno dei principali ballerini del DTH che ballava all'epoca veniva a vedere la mia classe. Mi vide in un angolo della stanza e disse: 'Dobbiamo mandare un suo video al Dance Theatre di Harlem'. Abbiamo inviato il video nel 2007 e su 200 persone che hanno fatto un'audizione, hanno voluto che venissi di persona. Penso che 20 di noi siano entrati. Sono arrivato ufficialmente nel 2008, e da allora sono qui con la compagnia.

tv: È una storia così unica. Ti è sembrato un sacco di pressione per essere giovane e impegnato in qualcosa di così presto nella vita?

È: Non fino a quando non sono arrivato. Quando ero in (Brasile), vivevo, facevo, mi divertivo. Mi sono emozionato molto per aver scelto quella strada perché mi ha davvero cambiato la vita. Una volta arrivato (a New York), mi sono sentito come 'Wow, sono qui. Quante persone riescono a farlo? O quante persone arrivano a New York con un lavoro e inseguono il loro sogno? Mi sentivo come se la pressione fosse su allora. Ho dovuto mettermi alla prova nella danza in un altro paese. Perché sto bene, perché sono qui, sai? Questa era una grande responsabilità. Ora ho molta più responsabilità come professionista perché ci sono molti bambini che mi guardano. È un grosso problema.

ming lee simmons et aoki lee simmons

Canotta NikeCourt dri-fit slam; nike.com. Canotta corta American Apparel; americanapparel.com. Impermeabile Stutterheim; stutterheim.com. Pantaloncini cargo NikeLab ACG; nike.com. Happy Socks calzini alla caviglia; happysocks.com. Sneaker Nike exp-x14; nike.com.

Annuncio pubblicitario

tv: Com'è avere così tanti bambini che ti guardano?

È: Sento che è fantastico e molto positivo. Un po 'spaventoso a volte perché senti di non voler deludere le persone perché contano su di te. Anche le persone che non conosci, sono tipo 'Facciamo il tifo per te'. Sento quando sei una ballerina di colore - non siamo in molti - la pressione è ancora più alta. Mi sento come una ballerina di colore, ambasciatrice e come me stessa, che devo sempre avere il bar alto in modo da poter mostrare alle altre ragazze che è possibile, sai?

tv: Che tipo di consiglio per le altre ragazze che forse vogliono trasformare le loro passioni in carriera, che tipo di consiglio hai per loro per rendere quel tipo di realtà in più?

È: Penso che il primo passo sia credere in te stesso. Credi che puoi ottenere cose, perché puoi. È tutto mentale. Avere una famiglia che ti sostiene è del 100%, specialmente nelle arti. Molte persone quando dicono 'Oh, voglio ballare', dicono 'Perché non vai a cercare un vero lavoro?' Quando sei un artista o un atleta, senti quella frase (tutto il tempo). È anche un vero lavoro, ma non è come gli altri. In realtà usi il tuo corpo. Passi attraverso una profonda scoperta di sé. Balli dalle sette alle dieci ore ogni giorno. Quindi ti esibirai sul palco per due minuti. Questa è la tua unica possibilità. Sento che è molto impegnativo, quindi avere un buon sistema di supporto e credere in te stesso e fare un piano, guidarti attraverso un piano. 'Okay, inizierò con questo, poi lo raggiungerò, e allora che succede?' Sempre alla ricerca di un modo per superare il viaggio.

Kirsty Godso, Nike Master Trainer, New York, New York

Canotta sportiva, giacca sportiva, pantaloncini da allenamento Nike; sneaker reagire 87; nike.com.

Teen Vogue: Prima di tutto quello che sei venuto a fare ora, eri un bambino attivo?

Kirsty Godso: Molto attivo, sì. In Nuova Zelanda, sei così tanto all'aperto, fai solo sport (spesso sport). Quindi, quando ero a scuola, ho giocato di tutto, dalla pallanuoto al netball, al touch rugby, al cricket - tutto, l'ho adorato. Mio fratello ed io eravamo super appassionati di motociclette ed è proprio così che ho un perno di metallo su un ginocchio. Ma non sapresti mai come mi muovo. (Ride)

Annuncio pubblicitario

tv: In che modo quell'amore per essere un progresso attivo nella tua vita più adulta?

KG: Quando sono andato all'università, stavo facendo una laurea in economia. Ciò accadeva di più quando sono passato al solo allenamento in palestra perché non era lo stesso degli sport di squadra quando sei a scuola. Ho iniziato a rendermi conto quando ero laureato che ero ossessionato dall'allenamento. Quindi, una volta terminata la mia laurea - ho conseguito una doppia laurea in Finanza e Marketing - ho iniziato mentre lavoravo. Fu allora che fui certificato come allenatore e ho iniziato con grande intensità per questa società in Nuova Zelanda chiamata Les Mills.

tv: Quindi, mentre facevi questo addestramento, avevi anche un lavoro a tempo pieno, giusto?

KG: All'inizio lavoravo a tempo pieno in un'agenzia pubblicitaria, poi lavoravo come brand manager per Les Mills nella loro azienda. Lavoravo per loro come brand manager, filmavo i DVD e poi insegnavo in palestra e poi lavoravo per Nike.

tv: Come è nata la Nike?

KG: Nike ha raggiunto. Hanno sentito che eravamo soliti testare tutti i nostri allenamenti alla Penn State University e che i dati erano davvero sorprendenti. Quindi, penso che la gente ne stesse parlando ad alta intensità e così hanno raggiunto e sono stato con loro da quando avevo 23 anni. È stato fantastico; In realtà è stata una parte così grande della mia vita, sono sempre stato un fan della Nike.

Top crop manica lunga Nike sportswear, sneaker air max 270. nike.com

Annuncio pubblicitario

tv: Cosa diresti alle ragazze più giovani che hanno una passione, simile alla tua, che non sanno come trasformarlo in una carriera?

KG: Direi, devi solo fidarti. Ci sono stati tanti momenti in cui ho scelto la forma fisica ed è stato il percorso non sicuro o non è stato garantito. Anche con la Nike, ci sono stati momenti in cui ho dovuto lasciare il mio lavoro a tempo pieno e mettere tutte le mie uova nel cestino ed essere tipo 'Credo molto in quello che sto facendo e in quello che voglio fare e questo percorso di carriera si illumina così tanto che in realtà non mi interessa il risultato sicuro garantito o questo, o questo o questo. '

tv: Hai incontrato critiche durante il tuo viaggio?

KG: Ricordo quando sono entrato per la prima volta nei DVD di fitness, la gente diceva: 'Sei serio, hai una laurea in finanza, cosa stai facendo?' Ed ero tipo 'Sì, adoro il fitness'. Non puoi essere sul marciapiede, non puoi essere sul filo del rasoio e avere questa enorme rete di sicurezza sotto di te perché altrimenti la rete di sicurezza è proprio come un altro soffitto. Devi essere all in e poi lo farai accadere.

Su Deajah, Ingrid e Kirsty: Oreseund Iris abito con coulisse, oreseundiris.com. Su Kirsty: cappello a secchiello Canal Limited; canallimited.com.

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

l'urine du chat peut-elle causer des maux de tête

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Il modo cool-girl di indossare abbigliamento sportivo fuori dalla palestra