Perché la Costituzione degli Stati Uniti ha bisogno di un emendamento sulla parità di diritti

Politica

Perché la Costituzione degli Stati Uniti ha bisogno di un emendamento sulla parità di diritti

L'ERA rappresenta l'attività incompiuta delle precedenti ondate di femminismo.

29 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Tom Williams
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

In questo editoriale, Kate Kelly, avvocato per i diritti umani presso Equality Now, spiega perché la Costituzione degli Stati Uniti ha bisogno di un emendamento sulla parità di diritti.

La prima donna a votare legalmente alle elezioni americane fu una Utahan. Nel 1870, Seraph Young, nipote del profeta mormone e primo governatore del territorio dello Utah, Brigham Young, votò alle elezioni comunali a Salt Lake City, ben prima del 1920, quando la ratifica del diciannovesimo emendamento conferì alle donne bianche il diritto di voto nella Gli Stati Uniti Alcuni ipotizzano che Seraph sia stato in grado di votare perché i leader mormoni si erano affrettati a concedere il suffragio femminile nel territorio dello Utah per combattere la percezione nazionale che le donne mormoni fossero oppresse, sperando che avrebbe aiutato a reprimere la legislazione federale anti-poligamia in corso e dare una spinta all'offerta dello Utah per statualità. Naturalmente, questa mossa non era applicabile a tutte le donne; per esempio, le donne dei nativi americani non furono completamente arruolate nello Utah fino al 1956, a seguito di una sentenza nella Corte suprema dello Utah.

Le donne mormoni si impegnarono quindi attivamente nella lotta per il suffragio sulla scena nazionale e iniziarono a candidarsi per l'ufficio a casa. Nel 1896, dopo che lo Utah divenne uno stato, gli elettori elessero la prima senatrice americana di sempre. Martha Hughes Cannon corse per il Senato contro il marito poligamo e vinse. Il locale Salt Lake Herald ha detto della sua vittoria, 'Lei è l'uomo migliore dei due'.

Contrariamente alle sue radici radicali, in molti modi misurabili lo Utah è ora lo stato peggiore della nazione per le donne, ma ci sono ancora donne forti e provocatorie che si stanno agitando per il cambiamento. Nel gennaio 2017, ho aiutato a pianificare la Marcia femminile di Salt Lake City e, nonostante una bufera di neve, è stata una delle più grandi marce sul Campidoglio nella storia dello Utah. Avevamo una missione chiara: come le nostre antenate femministe, volevamo un emendamento costituzionale federale e abbiamo riempito il Campidoglio dello stato dello Utah con un ritornello chiassoso: 'Ciao, ehi, ehi ehi! Ratifica l'ERA '!

Il testo della clausola sostanziale dell'emendamento sulla parità dei diritti è così semplice che si adatta a una maglietta: 'La parità dei diritti previsti dalla legge non deve essere negata o ridotta dagli Stati Uniti o da nessuno Stato a causa del sesso'. È stato scritto nel 1923 dalla feroce suffragista Alice Paul, ed è stato approvato dal Congresso al culmine del movimento di liberazione delle donne nel 1972. Una volta approvato da entrambe le case, 38 Stati sono tenuti a ratificare un emendamento, ma a causa di sforzi organizzativi nazionali concordati da gruppi anti-ERA, come il Forum delle aquile e la chiesa mormone, l'ERA non ha superato i tre stati. Il termine per la ratifica imposto dal Congresso è scaduto nel 1982, tragicamente vicino all'obiettivo.

Anche se la solida lotta nazionale per la ratifica ha perso molto tempo, il bisogno duraturo del SER è più chiaro che mai. Le donne non hanno ancora un'ancora nella Costituzione degli Stati Uniti. Quando la Corte Suprema degli Stati Uniti esamina un caso ai sensi della clausola sulla parità di protezione del 14 ° emendamento, le leggi che discriminano in base al genere non ottengono il massimo livello di controllo giudiziario. In effetti, ciò significa che è più facile approvare e mantenere le leggi sessiste sui libri. La ratifica del SER porrebbe finalmente i diritti delle donne nella Costituzione ai massimi livelli e potrebbe aiutare a proteggere tutti i sessi emarginati.

Gli uomini che scrissero la Costituzione degli Stati Uniti erano tutti proprietari terrieri bianchi, molti dei quali possedevano schiavi, comprese le donne di colore, che avrebbero forzatamente 'allevato' a scopo di lucro. È chiaro il 'noi popolo' che questi uomini immaginavano non includessero mai le donne. In effetti, la giustizia della Corte Suprema Antonin Scalia ha parlato con allarmante candore in un'intervista pubblicata nel 2011, quando ha affermato: 'Certamente la Costituzione non richiede discriminazione sulla base del sesso. L'unico problema è se lo proibisce. Non Nessuno ha mai pensato che fosse quello che significava. Nessuno ha mai votato per questo '. Purtroppo, non aveva torto.

Annuncio pubblicitario

Il diciannovesimo emendamento, l'ultimo e unico emendamento riguardante le donne, non era una pillola magica per l'uguaglianza; non ha nemmeno garantito a tutte le donne il diritto di voto. Molte donne di colore sono state escluse a causa di leggi discriminatorie, come Jim Crow, e ancora oggi devono affrontare ostacoli al voto. Ma 24 stati degli Stati Uniti e la maggior parte dei paesi del mondo già proteggono le donne nelle loro costituzioni. Nessun paese può essere la migliore versione di se stesso quando più della metà della popolazione viene lasciata fuori.

Anche i cosiddetti 'originalisti costituzionali' devono concordare sul fatto che i nostri fondatori includessero un metodo per la Costituzione da modificare per riflettere le priorità in evoluzione del popolo americano. Quindi, oltre a opporci a nominati giudiziari come Brett Kavanaugh, possiamo effettivamente cambiare lo stesso documento che i giudici hanno il compito di interpretare. Come gente a sinistra, tendiamo ad essere reazionari. I conservatori anti-donna giocano il lungo gioco, procedendo metodicamente per decenni, lavorando stato per stato e in tribunale per privarci dei nostri diritti. Dobbiamo vedere l'ERA come il nostro lungo gioco, perché ratificarlo avrà un impatto enorme sulle donne in questo paese, indipendentemente da chi finirà alla Corte Suprema.

Ora, decenni dopo la scadenza del termine ERA, c'è una rinascita nel movimento delle donne e cause correlate, come #MeToo, che richiamano l'attenzione sull'abuso e la discriminazione di lunga data nei confronti delle donne in questo paese. Con una mossa sorprendente, dopo una pausa di 35 anni, il Nevada ha ratificato l'ERA nel 2017. A maggio di quest'anno, l'Illinois ha seguito l'esempio, preparando il terreno per un moderno bis di ERA. È necessario solo un altro stato per raggiungere i 38 richiesti per inserire il SER nella Costituzione degli Stati Uniti, e questa volta le donne di colore stanno aprendo la strada.

Attualmente, i 13 stati non classificati sono, come sottolinea la professoressa della Harvard Kennedy School Jane Mansbridge, 'gli stati del Sud e dei Mormoni'. Questi non sono luoghi facili da combattere per l'uguaglianza delle donne, ma, grazie al lavoro instancabile degli organizzatori locali, i funzionari eletti in Virginia, Carolina del Nord, Florida, Georgia, Arizona e persino Utah, hanno ratificato l'ERA nelle loro prossime agende legislative. L'ERA rappresenta l'attività incompiuta delle precedenti ondate di femminismo e siamo finalmente sulla scia di riempire questa cavità costituzionale attesa da tempo.

applications de rencontres non binaires

Tuttavia, ci sono diversi ostacoli legali sulla strada della ratifica dell'ERA, ma non sono insormontabili. Al Congresso (Risoluzione congiunta del Senato 5 e Risoluzione comune 53 della Camera) sono attualmente in corso proposte di legge per eliminare tutte le scadenze e dichiarare la parte ERA della Costituzione quando il 38 ° stato ratifica e, se tutto il resto fallisce, membro del Congresso di lunga data e avvocato dell'ERA Carolyn Maloney (D-NY) ha una fattura per ricominciare l'intero processo. Sarà una lotta per eliminare la scadenza attraverso il Congresso, ma dal 1944 al 1976 l'ERA è stata inclusa nelle piattaforme nazionali di entrambi i principali partiti politici. Il prossimo anno in Virginia, il patrono principale del disegno di legge sulla ratifica dell'ERA del Senato è un repubblicano, a dimostrazione del fatto che l'uguaglianza non è una questione di parte.

I costituenti devono chiedere che tutti i funzionari eletti e i candidati trattino il SER come urgente. Un nuovo sondaggio nazionale uscito la scorsa settimana dalla Suffolk University e dagli USA Today ha riscontrato che gli elettori del 75% 'hanno maggiori probabilità' di votare per i candidati che sostengono l'emendamento sulla parità dei diritti. Di recente ho incontrato sia Alexandria Ocasio-Cortez, un candidato al Congresso nel Distretto 14 di New York, sia Stacey Abrams, che è candidato alla carica di governatore in Georgia, uno dei 13 stati non classificati. Ho chiesto al candidato Ocasio-Cortez: 'Sostieni l'emendamento sulla parità di diritti'? Lei rispose senza perdere un colpo: 'L'ERA? Assolutamente'! e si è impegnata ad aggiungerlo alla piattaforma dei diritti delle sue donne. Abrams ha anche affermato di essere entusiasta pro-ERA.

È tempo di rivalutare le nostre priorità come nazione e decidere: l'uguaglianza di genere è un valore americano? Se lo è, mettiamolo nel fondamento del nostro documento di governo. L'ERA eviterebbe di dover costantemente reiterare ciò per cui le nostre madri e nonne hanno combattuto e di difendere le battaglie vinte da tempo. L'impatto a livello nazionale potrebbe contribuire a concretizzare la straordinaria rinascita della trasformazione sociale che stiamo vivendo, anche nei posti peggiori per le donne nel nostro paese.

La pionieristica senatrice Martha Hughes Cannon ha detto brevemente: 'Tutte le persone dovrebbero avere il diritto legale di essere uguali tra loro'. Nel nostro lungo gioco per i diritti delle donne, possiamo usare il SER come strumento per costruire un futuro equo. Ci vorrà del lavoro per costruirne uno veramente inclusivo, ma con una solida base costituzionale, possiamo farlo.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Relazionato: Gloria Steinem in una conversazione con attiviste femministe Le rose gialle sull'emendamento sulla parità dei diritti

Controllalo: