Perché le dimissioni di Jeff Sessions possono essere più spinte di quanto pensi

Politica

Perché le dimissioni di Jeff Sessions possono essere più spinte di quanto pensi

Il prossimo passo del presidente Donald Trump sarà quello di selezionare un nuovo procuratore generale per sostituire in modo permanente le sessioni.

8 novembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Jeff Sessions, procuratore generale degli Stati Uniti, ascolta durante una conferenza stampa presso il Dipartimento di Giustizia a Washington, DC, USA, venerdì 26 ottobre 2018. Un uomo è ora in custodia in relazione alla spedizione di sospetti ordigni esplosivi che hanno preso di mira democratici di alto profilo tra cui Barack Obama e Hillary Clinton, ha detto oggi il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. Fotografo: Andrew Harrer / Bloomberg via Getty ImagesBloomberg
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Il 7 novembre, il procuratore generale degli Stati Uniti Jeff Sessions si è dimesso su richiesta del presidente Donald Trump.

briser un hymen

Trump ha nominato per la prima volta l'ex senatore dell'Alabama e procuratore statale nel gennaio 2017 e Sessions ha prestato giuramento il mese successivo. Il rapporto tra i due si è rivelato quasi immediatamente turbato, con le critiche pubbliche del presidente che sono aumentate dopo il marzo 2017, quando il procuratore generale si è rifiutato dalla supervisione delle indagini speciali del Dipartimento di Giustizia sui legami della campagna Trump con la Russia, uno sforzo guidato da l'ex direttore dell'FBI Robert Mueller.

Ad agosto, Trump ha twittato che Sessioni avrebbe dovuto porre fine alle indagini di Mueller, definendola una 'caccia alle streghe truccata'. In privato, secondo quanto riferito, il presidente ha dichiarato di essersi pentito di aver nominato Sessioni e di averlo definito un 'idiota' e un 'scemo meridionale'. Secondo quanto riferito Trump credeva che Sessions avrebbe dovuto proteggerlo dalle indagini e lo ha definito un 'traditore' per essersi ricusato.

Trump presumibilmente ha trattenuto il licenziamento delle sessioni fino a dopo il giorno delle elezioni del 6 novembre perché i repubblicani credevano che farlo prima delle elezioni di medio termine avrebbe indebolito le possibilità del partito di vincere strette gare congressuali, secondo Il New York Times.

Dopo le dimissioni di Sessions, il suo capo di staff e il lealista di Trump, Matthew Whitaker, è stato scelto dal presidente per ricoprire l'incarico di procuratore generale fino a quando non può nominare una nuova persona per la carica (che potrebbe richiedere giorni o settimane). Il Washington Post ha osservato che Trump potrebbe spostare un funzionario del governo esistente che è già stato confermato al Congresso alla posizione, come il segretario all'energia Rick Perry, per evitare che una persona venga nominata e confermata dal Senato. La CBS riferisce che altri possibili sostituti includono l'ex governatore del New Jersey Chris Christie, l'ex sindaco di New York e l'avvocato di Trump Rudy Giuliani, e il procuratore generale uscente della Florida Pam Bondi, che sono tutti considerati lealisti di Trump.

Secondo quanto riferito Trump ha a lungo considerato Whitaker i suoi occhi e le sue orecchie all'interno del Dipartimento di Giustizia Il New York Times. Prima di diventare capo dello staff di Sessions, Whitaker era avvocato e direttore di un gruppo di guardiani di etica conservatrice. In precedenza, Whitaker ha difeso Donald Trump Jr. per aver partecipato a una riunione nel giugno 2016 con un avvocato russo che ha affermato di avere informazioni dannose su Clinton, affermando: 'Qualcuno avrebbe preso quella riunione', secondo ABC News.

Da quando Sessions si è rifiutato dell'indagine Mueller, il vice procuratore generale Rod Rosenstein ne è stato incaricato, lavorando con Mueller. Tipicamente, il presidente avrebbe scelto il secondo in comando presso il Dipartimento di Giustizia per prendere il posto della Sessione, ma non lo fece. Trump e Rosenstein hanno avuto per lungo tempo una relazione controversa a causa della supervisione dell'indagine da parte di Rosenstein, e si è ipotizzato che anche Trump lo avrebbe licenziato.

Ora che Whitaker è responsabile del DOJ, anche solo in qualità di attore, supervisionerà le indagini, che gli daranno un'enorme influenza su come Mueller possa procedere da qui in poi. Mueller dovrà ora ottenere l'approvazione di Whitaker per future accuse, secondo il Washington Post.

Rosenstein aveva dato l'autorizzazione a Mueller per indagare su eventuali azioni criminali relative alla squadra della campagna di Trump, anche se non si erano verificate durante il periodo della campagna effettiva.

Ma ora è certamente complicato: Whitaker ha già messo in dubbio l'inchiesta sulle indagini Mueller e ha già tratto alcune conclusioni sulle sue conclusioni che suggeriscono che potrebbe tentare di porre seri limiti alle indagini. Ad esempio, ha detto alla CNN l'anno scorso che il prossimo procuratore generale avrebbe potuto 'ridurre' il budget dell'inchiesta abbastanza da impedirgli di continuare. Whitaker ha anche scritto un editoriale lo scorso anno in cui ha sostenuto che l'inchiesta era andata 'troppo lontano' e ha detto, 'indagare sulle finanze di Donald Trump o le finanze della sua famiglia non rientra completamente nel regno della sua campagna del 2016 e le accuse che la campagna ha coordinato la campagna con il governo russo o chiunque altro. Ciò va oltre la portata della nomina del consulente speciale ».

Annuncio pubblicitario

È anche possibile che Trump possa provare a usare Whitaker per porre fine all'inchiesta Mueller, secondo Vox. In risposta alla nomina di Whitaker, l'ex vice procuratore generale Sally Yates (che Trump ha licenziato nel 2017) ha avvertito che Trump 'vuole un clientelismo politico per proteggerlo dalle indagini sulla propria campagna. Lo stato di diritto sta scomparendo sotto i nostri occhi '.

Nessuno sa quanto Mueller stia concludendo le indagini e, nel caso in cui sia vicino, Whitaker potrebbe non avere molta influenza se si sta avvicinando al completamento. Ad esempio, secondo quanto riferito Donald Trump Jr. ha dichiarato ai suoi amici nelle ultime settimane che si aspetta che venga presto incriminato da Mueller, secondo Washington Post.

Di conseguenza, alcuni addetti ai lavori politici suggeriscono che la squadra di Mueller potrebbe consegnare le loro conclusioni e le accuse finali prima piuttosto che dopo. L'ex direttore della CIA John Brennan ha detto a MSNBC che 'se ci sono alcune importanti accuse che arriveranno nel luccio, non sarei sorpreso se lo vedrai molto presto'.

Tuttavia, alcuni commentatori politici ritengono che la partenza di Sessions potrebbe alla fine ritorcersi contro Trump. Gli ex membri del team di Trump, come il suo avvocato Michael Cohen e l'ex direttore della campagna Paul Manafort, hanno rivolto il presidente e collaborato all'inchiesta, e le sessioni potrebbero essere inclini a fare lo stesso ora che gli è stato chiesto di lasciare l'amministrazione.

La decisione di Trump di licenziare Sessioni potrebbe anche essere potenzialmente utilizzata da Mueller come ulteriore prova del fatto che il presidente sta ostacolando la giustizia cercando di influenzare o impedire le indagini in corso. Trump ha sparato infamemente il regista dell'FBI James Comey nel 2017, soprattutto perché Comey non avrebbe posto fine alle indagini sulla Russia, il che potrebbe anche essere sostenuto come un tentativo di ostacolare la giustizia. (Un ostacolo all'accusa di giustizia può venire con una pena detentiva in un tipico procedimento penale, ma non è chiaro come potrebbe influenzare un presidente degli Stati Uniti seduto, come non è mai successo prima.)

Zoey dans Zoey 101

Ora, con Whitaker in atto per il momento, il prossimo passo di Trump sarà quello di selezionare un nuovo procuratore generale per sostituire definitivamente Sessioni.

Indipendentemente da chi assume la posizione, i democratici del Senato hanno avvertito che Trump che ordina la fine dell'indagine Mueller creerebbe una 'crisi costituzionale'. Ma dopo aver ottenuto la maggioranza della Camera il 6 novembre, i democratici hanno dichiarato che intendono utilizzare il loro nuovo potere per riaprire le indagini sulla loro camera da parte della Russia secondo cui i repubblicani hanno terminato prematuramente il Comitato di intelligence della Camera ad aprile.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Relazionato: Donald Trump e Russia: The Timeline

Controllalo: