Perché lo Iowa e il New Hampshire votano per la prima volta nelle elezioni presidenziali primarie?

Politica

Perché lo Iowa e il New Hampshire votano per la prima volta nelle elezioni presidenziali primarie?

Il tempismo è tutto.

18 gennaio 2020
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Foto: Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

I caucus dello Iowa e le primarie del New Hampshire sono a meno di un mese di distanza. La gara presidenziale 2020 ha ora 12 candidati democratici e quattro candidati repubblicani. Dopo mesi di sondaggi e speculazioni, il vero racconto di chi vincerà le nomination potrebbe risiedere nei caucus dell'Iowa e nelle primarie del New Hampshire, i processi di selezione dei candidati per ciascuna delle parti in questi stati.

All'interno di un semplice gioco di numeri, potrebbe sembrare che garantire la straordinaria 494 delegati della California o gli impressionanti 320 delegati di New York sarebbe la chiave per salire sul biglietto quando ci sono circa 4.750 delegati in gioco nella corsa democratica. Tuttavia, a causa della programmazione, molto potere spetta spesso agli elettori in due stati: Iowa e New Hampshire.

Il fatto che Iowa e New Hampshire ricevano sempre tanta attenzione per le loro prime slot nel programma principale solleva una domanda chiave: perché questi stati sono così importanti e come è finito il nostro calendario elettorale in questo modo?

In che modo i caucus dell'Iowa sono diventati il ​​primo evento del ciclo elettorale primario?

Iowa seleziona circa 49 delegati nazionali per la Democratic National Convention (DNC) e 40 delegati per la Republican National Convention (RNC), secondo Ballotpedia. Tuttavia, la sua collocazione come il primo evento di selezione dei candidati del ciclo elettorale presidenziale (il 3 febbraio 2020) crea il potenziale per gli elettori dell'Iowa di avere una grande influenza nell'elevare alcuni contendenti o eliminarne altri, il che può dare il tono al primario stagione dei voti. I caucus ricevono molta attenzione sia dai candidati che dai media. Come è successo esattamente? Beh, è ​​una specie di storia divertente.

Secondo Tempo, lo stato è salito alla ribalta nella politica presidenziale a partire dal 1972, anno delle prime elezioni presidenziali dopo la controversa convenzione democratica del 1968. Le modifiche al calendario elettorale hanno significato che l'Iowa è stato il primo evento di selezione dei delegati del ciclo. Lo psicologo politico David Redlawsk ha dichiarato alla giornalista Ezra Klein nel 2012 che lo Iowa è diventato il primo stato 'per caso', spiegando che le nuove regole di preavviso di 30 giorni e la mancanza di camere d'albergo disponibili per la convention statale del giugno 1972 a Des Moines hanno spinto i caucus dell'Iowa il calendario.

Ma poi, nel 1976, la campagna di Jimmy Carter colse l'occasione che entrambe le parti videro nella collocazione dell'Iowa e il suo successo in Iowa si tradusse in elezioni generali. Ciò ha significato l'inizio dell'Iowa come un possibile primo indicatore di successo, secondo L'Atlantico. Oggi, fare bene in Iowa può dare ai candidati di successo lo slancio per raccogliere fondi ed è spesso un fattore determinante per il successo. Iowa ha persino scritto il suo posizionamento come il primo evento della stagione elettorale in legge.

L'elevata statura politica dell'Iowa e la sua equità sono oggetto di controversie all'interno della comunità politica. La questione è stata a lungo dibattuta, con varie persone che citano l'omogeneità razziale e religiosa dello stato come ragioni per cui lo stato non dovrebbe svolgere un ruolo così significativo nel determinare i candidati per il resto della nazione. Secondo i dati del censimento, la popolazione dell'Iowa è bianca al 90,7%, superiore al 76,5% nazionale.

'La cosa veramente importante da ricordare sull'Iowa non è che sia la prima perché è importante. Lo Iowa è importante perché è il primo ', Kathy O'Bradovich, a Registro Des Moines editorialista ha detto a NPR nel 2016.

Annuncio pubblicitario

Come spiegato da NPR, probabilmente ci sarà sempre una mancanza di consenso riguardo al collocamento dell'Iowa, ma questo disaccordo potrebbe verificarsi con quasi tutti gli stati. La natura arbitraria della collocazione degli Stati nel calendario elettorale - unita alla difficoltà di scegliere un nuovo primo stato nel ciclo - significa che i caucus dell'Iowa rimarranno potenti.

jeunes adolescents hispaniques

In che modo le primarie del New Hampshire sono diventate così potenti?

Solo una settimana e un giorno dopo i caucus dell'Iowa, le primarie del New Hampshire si terranno l'11 febbraio con circa 33 delegati in palio per i democratici e 22 per i repubblicani. Ma allo stesso modo in cui l'Iowa ha guadagnato il potere come primo caucus, anche il New Hampshire ha assunto importanza con la sua posizione di primo stato a detenere una presidenza presidenziale ad ogni ciclo.

Secondo il Brookings Institution, mentre il New Hampshire ha ricoperto questa posizione dal 1920, è stato solo nel 1948, quando Richard F. Upon, all'epoca presidente della Camera dei rappresentanti del New Hampshire, approvò una legge che consentiva ai cittadini del New Hampshire di votare direttamente per i candidati presidenziali (anziché selezionare i delegati locali per la convention), affinché lo stato abbia guadagnato importanza per il suo ruolo nella politica presidenziale.

Gli elettori del New Hampshire hanno avuto un ruolo importante in alcune delle elezioni successive. Dopo che l'amministrazione Truman vacillò in mezzo agli scandali politici e alla tensione della guerra di Corea, la sua perdita della Primaria del New Hampshire lo spinse a ritirarsi dalla corsa. Quando il generale Dwight D. Eisenhower, appena uscito dalla seconda guerra mondiale, decise di candidarsi come presidente, il sostegno dei repubblicani del New Hampshire nei suoi confronti - nonostante la sua mancanza di affiliazione al partito o esperienza nella campagna nel New Hampshire - lo portò sotto i riflettori nazionali prima che finisse. vincendo le elezioni presidenziali del 1952.

Le conseguenze della controversia sulla convenzione democratica del 1968 hanno contribuito a sancire anche la preminenza elettorale del New Hampshire. Tra il '68 e il '76, il numero di primarie è quasi raddoppiato, diventando un modo molto più serio per ottenere input pubblici sul processo di nomina. Poiché il New Hampshire aveva già ospitato intenzionalmente le prime primarie sul calendario risalenti agli anni '20, l'esplosione delle primarie e il loro impatto improvvisamente aumentarono il significato dello stato nel processo di nomina.

Tuttavia, come con lo Iowa, ci sono critiche simili alla prominenza fuori misura del New Hampshire nella scelta dei candidati. Proprio come lo Iowa è prevalentemente bianco, il New Hampshire è bianco al 93,2%.

Quando hanno avuto importanza i caucus dello Iowa e le primarie del New Hampshire?

Molte volte. Storicamente, lo Iowa è stato un predittore particolarmente significativo per i democratici dal 1972, quando la ricaduta delle proteste della convenzione del 1968 ha portato gli elettori a dire di più nel processo primario. Secondo il Registro Des Moines, dalle elezioni del 1976 in poi, solo due democratici sono stati nominati senza una vittoria in Iowa (Michael Dukakis nel 1988 e Bill Clinton nel 1996). Simile all'Iowa, il vincitore della prima elementare del New Hampshire ha continuato a diventare il candidato democratico cinque volte (su otto elezioni contestate) dal 1972. Come notato da NPR, solo un candidato negli ultimi 40 anni ha vinto la presidenza dopo aver perso in entrambi Iowa e New Hampshire: Bill Clinton.

Nel 2004, presumibilmente il primo classificato Howard Dean si è piazzato terzo nello Iowa; il suo famigerato grido in un discorso che seguì corne la sua campagna. Nella gara presidenziale del 2008, Hillary Clinton è stato uno dei primi candidati al primo posto nelle elezioni di Barack Obama quando sono entrati nel caucus e nella stagione primaria, ma la vittoria di Obama nei caucus dell'Iowa ha dimostrato il potere della sua candidatura in quella che molti si aspettavano essere una nomination ovvia per Clinton.

Annuncio pubblicitario

Nel 2016, quando Hillary Clinton ha battuto Bernie Sanders di una frazione del percento nel conteggio dei voti (il margine più vicino nella storia del caucus dell'Iowa), ha posto le basi per una primaria democratica fortemente contestata. La grande vittoria di Sanders nel New Hampshire è stata la prima di un ciclo primario in cui non ci si aspettava che avesse successo. Il New Hampshire è stata anche la prima vittoria di Donald Trump nella stagione primaria 2016, dopo un vicino secondo posto in Iowa e la sua campagna elettorale.

Dato il campo democratico affollato e controverso, Iowa e New Hampshire possono (e vorranno) offrire i primi test significativi della cui candidatura fa appello agli elettori.

Qualcuno ha sfidato Iowa e New Hampshire ad essere i primi?

Sì. Il recente abbandono del 2020 (e l'unico candidato di Latinx) Julian Castro si è opposto vocalmente all'attuale ordine degli stati primari, affermando in un'intervista con MSNBC: 'Demograficamente, non riflette gli Stati Uniti nel loro insieme, certamente non riflette il democratico Partito, e credo che altri stati dovrebbero avere le loro possibilità '.

Castro non è il primo a sfidare il potere di questi due stati votanti in anticipo. Nel 1999, i repubblicani del Delaware si sono sforzati allo stesso modo di rafforzare la voce del loro stato nelle primarie del GOP, lavorando per aumentare le loro primarie, come spiegato da NPR. Tuttavia, il segretario di stato del New Hampshire, Bill Gardner, il principale funzionario elettorale più longevo della nazione, non ha voluto rinunciare al primo posto di voto anticipato dello stato e ha risposto spostando la data principale del New Hampshire più vicina ai caucus dell'Iowa (portando lo Iowa a spostare i suoi caucus su).

Un 'Piano del Delaware' più ampio presentato da un presidente di stato repubblicano del Delaware per riorganizzare completamente il calendario primario nazionale per il 2004 è stato infine respinto nel 2000. Diverse altre alternative sono state anche poste nel corso degli anni, tra cui un sistema primario regionale rotante, un primario nazionale e piani di Ohio e California (aka americani) con i propri sistemi.

Gli altri stati con voto anticipato contano?

Sì. Nonostante il potere dell'Iowa e del New Hampshire, molti guardano agli altri stati con votazione anticipata della Carolina del Sud e del Nevada per risultati più rappresentativi. Rispetto allo Iowa e al New Hampshire e alla media nazionale, la Carolina del Sud e il Nevada presentano una maggiore diversità razziale e percentuali più basse di cittadini bianchi: rispettivamente il 68,5% e il 74,3%.

Nella Carolina del Sud, dove l'elettorato democratico è in gran parte nero, gli elettori possono apprendere quali candidati coinvolgono la base afroamericana, su cui si basa il Partito Democratico. Coloro che vincono nella Carolina del Sud hanno acquisito maggiori probabilità di ottenere nomination, soprattutto nella crescente diversità razziale degli Stati Uniti. Inoltre, a causa della sua collocazione in uno stato in gran parte repubblicano, le primarie democratiche della Carolina del Sud possono aiutare a determinare quali candidati democratici possono ottenere buoni risultati in altri 'stati rossi' nelle elezioni generali. Sia per Obama nel 2008 che per Clinton nel 2016, le vittorie nella Carolina del Sud hanno contribuito a promuovere le loro campagne.

Nel 2008, il Nevada è diventato uno stato iniziale per la prima volta. Come aggiunta successiva al gruppo di stati con votazione anticipata, alcuni dicono che detiene il potere in quanto è più indeciso rispetto agli altri tre. Anche il Nevada è diversificato, con una forte demografia Latinx e una percentuale più alta di afroamericani nella sua popolazione rispetto allo Iowa o al New Hampshire.

William McCurdy, il presidente del Partito Democratico del Nevada, ha spiegato il potenziale del Nevada a HuffPost l'anno scorso, dicendo: 'È molto in palio. Qualsiasi candidato in grado di stabilire una presenza in tutto lo stato sarà in grado di diventare il nostro candidato. Siamo uno stato che può creare o distruggere una campagna '.

ariana grande sans extensions

Entro la fine della stagione primaria, gli elettori negli Stati Uniti avranno voce in capitolo. Ma gli elettori nello Iowa e nel New Hampshire saranno ancora i primi a farlo.

Rimani aggiornato sulle elezioni del 2020. Iscriviti al Teen Vogue Prendere!.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Primarie e Caucus: come funzionano, come sono diverse e perché contano nelle elezioni presidenziali