Perché Chardanay White aiuta le persone a registrarsi per votare

Politica

Perché Chardanay White aiuta le persone a registrarsi per votare

In questa studentessa universitaria ventitreenne Chardanay White, 20 anni, spiega perché si offre volontaria per ottenere la registrazione delle persone per votare.

19 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Christopher David Ryan
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

I giovani sono quasi sempre esclusi dalle conversazioni politiche: a tavola, sul palco del dibattito e sul pavimento del Campidoglio a Washington, DC Quest'anno, si prevede che i giovani siano il più grande blocco di voto ammissibile nel paese, con una stima di 70 milioni di persone con meno di 35 anni che possono votare, ma la campagna politica tradizionale non dà quasi mai la priorità a contattare i giovani elettori perché si presentano a tassi notoriamente bassi. Davanti a quelle che alcuni considerano le elezioni di medio termine più importanti nella vita della mia generazione, sto lavorando per cambiarlo.

Ho trascorso l'estate fuori a parlare con gli sconosciuti come membro di NextGen America, un'organizzazione progressista dedicata alla registrazione dei giovani elettori e al loro svolgimento alle urne attraverso conversazioni di base, faccia a faccia. Ogni giorno, la mia squadra e io ci siamo messi in contatto con i giovani in festival, birrifici, piazze e le loro porte per chiedere informazioni sui problemi che devono affrontare e su come possiamo risolverli insieme. In autunno, NextGen sarà in quasi tutti i campus universitari della Pennsylvania, registrando gli studenti per votare, ospitando eventi divertenti e rendendo virale il nostro hashtag #youthvote.

Le generazioni più anziane possono deridere le opinioni politiche dei giovani, ma il potere dei giovani è il nostro applauso: l'aumento dell'affluenza degli elettori dei giovani potrebbe invertire i distretti congressuali in tutto il paese e creare una strada per un futuro più progressista.

Non avevo intenzione di diventare un organizzatore politico, ma non sono entrato neanche per caso nell'attivismo politico. Mio padre morì quando avevo solo sei mesi e a 14 anni diventai orfano dopo che mia madre e mia nonna morirono di cancro. Non avevo un sistema di supporto ed ero in balia del nostro governo come orfano nei suoi sistemi, che presto mi resi conto di aver danneggiato le mie possibilità di educazione e futuro. Dopo essere entrato in un college di quattro anni, ho fatto domanda per prestiti studenteschi e ho appreso che il governo mi ha etichettato come 'indipendente', il che mi ha reso non ammissibile per il sostegno finanziario da parte di banche o società di prestito. Solo una settimana prima di pianificare di trasferirmi nel mio dormitorio di matricola, ho scoperto che avevo 5.000 dollari per le tasse scolastiche e ho perso il mio deposito. Nessuno, specialmente un orfano, dovrebbe rinunciare ai propri sogni perché non può permettersi un'istruzione.

Invece di frequentare una scuola di quattro anni, sono andato al college della comunità perché è quello che potevo permettermi. Dopo che Donald Trump è stato eletto alla presidenza nel 2016, ho cambiato la mia specializzazione in scienze politiche per studiare i sistemi in atto nel nostro paese che mettono i giovani svantaggiati in tale svantaggio. Ho iniziato a assistere a una più ampia tendenza all'ingiustizia nei confronti dei giovani nel nostro paese - violenza armata nelle scuole, cambiamento climatico che distrugge i nostri ecosistemi, debito gravoso per prestiti agli studenti, razzismo contro i giovani neri e immigrati - e sapevo che dovevo fare qualcosa al riguardo. Così ho iniziato a lavorare come organizzatore di studenti con NextGen America nel mio campus.

L'organizzazione politica è difficile, spietata e talvolta ingrata. Il mio compito è quello di costruire una rete di giovani volontari, registrarne centinaia nella mia comunità per votare ed educarli su questioni e candidati che saranno presenti alle urne a novembre. Per fare questo, dobbiamo iniziare dal piano terra: fermare gli estranei per strada, consegnando loro un blocco appunti con un modulo di registrazione degli elettori e convincerli a partecipare prima a una conversazione e poi al nostro sistema politico.

Coinvolgere i giovani in politica non è facile. Il nostro sistema attuale ha fatto sentire i giovani come se non avessimo importanza, che non siamo abbastanza informati per votare, o che il voto perpetua effettivamente un sistema che ci danneggia. Questi sono miti. Attraverso il mio lavoro di organizzatore, ho imparato che una conversazione può fare molto. Una conversazione può trasformare un non votante in un elettore a vita, e quando si tratta di convincere i giovani a votare, si tratta solo di ascoltare. Ad alcuni piace dire, a metà lingua, che la maggior parte dei buoni organizzatori ha due delle seguenti tre qualità: carisma, spudoratezza e bellezza. In realtà, chiunque abbia una comprensione di ciò che è a rischio per la nostra generazione, un buon atteggiamento e un modulo di registrazione degli elettori può apportare modifiche.

Se ti sei mai sentito come me, frustrato dal nostro sistema politico, come se nessuno ti stesse ascoltando, puoi anche essere coinvolto. Quest'anno NextGen America organizzerà oltre 400 campus universitari. Insieme speriamo di registrarci, motivare e rivelare oltre mezzo milione di giovani a votare - e fare il cambiamento per le generazioni a venire.

manifestations anti-guerre

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo:

  • La tua guida al voto per la prima volta
  • Incontra il gruppo Aiutando le scuole superiori a registrarsi per votare