Perché rompere ed essere single è in realtà il migliore

Le relazioni

Perché rompere ed essere single è in realtà il migliore

La stagione dei polsini è una trappola.

tatoueur ari
16 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
John Shearer
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

In questo editoriale, la vera montatrice di Teen Vogue Vera Papisova spiega perché rompere può essere la cosa migliore che ti sia mai capitata.

Può essere o non essere vero che l'icona universalmente amata Ariana Grande e il suo fidanzato comico Pete Davidson hanno annullato il loro fidanzamento e si sono lasciati. Mentre lo stato della loro relazione non è affar mio, ho un osso da scegliere con l'idea che le rotture siano intrinsecamente cattive. Come qualcuno che ha rotto con un partner e qualcuno con cui è stato rotto, le rotture sono state costantemente le cose migliori che mi siano mai capitate. Non solo ho imparato ad avere standard molto più elevati per i futuri partner, ma ho anche abbassato le mie aspettative. Ho realizzato che le persone inizialmente non mi devono nulla quando ci stiamo solo conoscendo, rendendo molto più facile passare dalle delusioni e concentrarci sulla crescita di altri aspetti della mia vita. Dopo cinque anni di relazioni serie back-to-back, ora sono single da quasi un anno e non sono mai stato più felice o più grato di provare il doloroso inferno emotivo di una relazione morente. In effetti, ogni volta che passo attraverso una rottura, riscopro un superpotere che la maggior parte delle persone singole non si rende conto di avere: è il potere di riscoprire e reinventare chi sei quante volte vuoi, senza doversi preoccupare di l'abilità o il desiderio di un partner di crescere e cambiare con te.

Sì, la profonda tristezza e l'agonia fisica che provavo dal crepacuore mi facevano chiedermi se ci fosse qualcosa di più devastante. Secondo il mio terapeuta, il dolore di una rottura è paragonabile alla gestione della morte di una persona cara. Le mattine dopo una rottura sono particolarmente insopportabili, perché quanto amo la catarsi del pianto, svegliarmi piangendo per due settimane consecutive invecchia dopo tre giorni. Tuttavia, tutte le rotture sono diverse: alcune potrebbero richiedere una settimana per superare, mentre altre possono richiedere mesi o anni. Tutti mi hanno insegnato qualcosa di vitale su come devo vivere la mia vita per essere veramente felice.

La mia prima grande rottura mi ha aiutato a mettere insieme il mio piano di crisi per evitare i grilletti: bloccare la mia ex su tutti i social media, buttare via tutto ciò che mi ricorda la relazione (a meno che non sia un regalo davvero bello che mi merito), donare tutto ciò che è troppo bello per buttare via, cancellare il loro numero, bruciare drammaticamente le lettere d'amore durante una luna nuova, seguire un corso SoulCycle nei giorni davvero brutti, uscire con gli amici ogni volta che è possibile e ascoltare esclusivamente Rihanna e Cardi B. Le due rotture che seguirono furono molto diverse perché sapevo già cosa dovevo fare per andare avanti. Tutto quello che dovevo fare era aspettare la mattina che non mi sarei svegliato piangendo - è allora che inizia la vera magia.

Per alcune persone single, vedere le coppie nella vita reale, film o programmi TV può sembrare una specie di attacco personale alla loro solitudine. A quelle persone, dico: stai sbagliando. È possibile divertirsi da soli senza sentirsi gelosi delle persone innamorate. I primi momenti e giorni dopo una rottura in cui non piango intensamente sono ora quelli a cui tengo di più; mentre sono ancora un nervo crudo, sono anche iper-critico di tutto ciò che può essere potenzialmente dannoso per il mio benessere e felicità. Amo il romanticismo e le persone carine, ma non cambierei la mia indipendenza con l'affetto.

Quindi, quando vedo le coppie, invece di sentirmi geloso e triste, penso a quanto sarebbero più felici quelle coppie se si lasciassero. Sento che la loro codipendenza mi sta soffocando. Alla fine mi chiedo se quelle persone si trattengano a vicenda in qualche modo e se anche le loro relazioni stiano scadendo. Sì, è la proiezione, e sì, è il mio meccanismo di difesa preferito. Non riesco nemmeno ad ascoltare la maggior parte della musica perché mi rendo conto di quanto non voglio che le relazioni violente mi vengano vendute come 'vero amore'. Improvvisamente, riesco a riconoscere tutti gli schemi tossici in cui le coppie si imbattono e si sentono a proprio agio. Mi rendo conto di quante persone si stanno sistemando con qualcuno che li rende infelici solo perché l'alternativa è stare da soli. A volte non è nemmeno una proiezione, ma alla fine, non importa: non si tratta mai davvero di loro, riguarda me e l'apprendimento di ciò che voglio. Ho scoperto che godersi i periodi della tua vita in cui sei solo è un dono e se inizi a ricostruire la tua vita dopo una rottura con l'intenzione di essere felice solo con te stesso, diventerà realtà.

Annuncio pubblicitario

Nelle fasi iniziali dell'essere single dopo anni passati a trascorrere relazioni a lungo termine, ho scoperto versioni di me stesso che non sapevo che esistessero. Improvvisamente, ho avuto tutto questo tempo libero ed energia per concentrarmi su tutto ciò che volevo. Le docce sono diventate più lunghe e romantiche quando ogni parte della mia routine non è stata dettata dall'anticipazione di un'altra persona che toccava il mio corpo. Ho imparato che in realtà mi piace andare a letto presto, che non ricevo attacchi di panico nei giorni in cui faccio yoga caldo per prima cosa al mattino e che mi piace fare molta strada verso casa in modo da poter camminare ascoltando musica sotto le stelle. Ho avuto il tempo di prendere lezioni di improvvisazione e finalmente vedevo di nuovo tutti i miei amici. E non farmi nemmeno iniziare a dormire da solo - non c'è lusso più grande.

écoulement d'odeur aigre

La verità è che mille versioni di me hanno già vissuto e sono morto dalla fine della mia ultima relazione. Il primo che sono morto è stato quello che esisteva solo nel contesto di un'altra persona, e da lì ho più o meno deciso chi avrei voluto essere il prossimo. Ho deciso di essere qualcuno che il precedente mi avrebbe ammirato e di essere gentile all'inizio di ogni giorno. Ad ogni rottura, ho incontrato un nuovo, più maturo e bellissimo me. Ho trascorso tutto il mio nuovo tempo a nutrire i suoi sogni mentre lasciavo andare abitualmente la dipendenza da qualcun altro per la convalida. La paura comune di essere soli non riguarda l'assenza di qualcun altro, ma piuttosto la paura di dover affrontare se stessi. Le mie rotture mi hanno permesso di vivere momenti in cui, anche dopo essere stato trascinato emotivamente attraverso miglia di vetri rotti, mi sono visto consapevolmente decidere di prosperare, perché è quello che merito. Quindi, se la tua relazione non ti dà la libertà di essere una versione di te stesso che ami senza il contesto del tuo partner, prova ad essere single. Puoi ringraziarmi più tardi.

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Questi giovani sanno fin dall'inizio, e pensano che anche Brett Kavanaugh dovrebbe