Cosa significa Nike's Dive Into Modest Swim per le donne musulmane

Stile

Cosa significa Nike's Dive Into Modest Swim per le donne musulmane

Victory Swim, la nuova e innovativa collezione di costumi da bagno modesti del marchio, debutta ufficialmente il 1 ° febbraio 2020.

ariana grande sans vêtements
11 dicembre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Nel 1994, quando Nike ha firmato con la stella del calcio Mia Hamm, è diventata la prima giocatrice di calcio a ricevere l'approvazione del marchio. Due anni dopo alle Olimpiadi del 1996, Nike ha debuttato con la sua prima divisa da calcio femminile indossata dal Team USA, vincitore della medaglia d'oro, i cui design sarebbero stati usati come cornice per i futuri kit sportivi. Nel 1999, Nike ha rilasciato le sue prime scarpe da calcio da donna, la Nike Air Zoom M9 F.G., facendo sapere che l'ingresso di Nike nell'abbigliamento femminile non era semplicemente un gesto fugace, ma un sincero impegno con le esigenze delle atlete. Nel 2020, il marchio di atletica leggera intende fare un ulteriore passo avanti nello sport femminile introducendo Victory Swim, la nuova e innovativa collezione di costumi da bagno modesti di Nike, che debutta ufficialmente il 1 ° febbraio 2020.

Questo lancio arriva due anni dopo che il gigante sportivo ha debuttato con la sua Nike Pro Hijab con lo schermitore olimpico Ibtihaj Muhammad, e circa quattro mesi dopo un momento di calcio virale che ha visto una partita femminile momentaneamente sospesa mentre i giocatori coprivano un compagno di squadra che aveva bisogno di regolare il suo hijab dopo che è arrivato perdere. Sì, le donne hijabi praticano sport, eppure per anni hanno dovuto creare abiti di fortuna pensati per aderire simultaneamente alla loro fede, pur lasciando loro spazio per competere in modo efficiente - un difficile tentativo di tentativi ed errori. Con Victory Swim, Nike rende molto più facile per gli atleti nuotare a livello d'élite con design all'avanguardia.

Quando si tratta di inclusione intenzionale nella moda, il 2019 è stato apparentemente un anno all'insegna della bandiera. C'era lo spettacolo forte e sensuale che era Savage X Fenty durante la settimana della moda di New York - che era sia una passerella che un concerto - con modelli di diverse dimensioni, gare e con disabilità fisiche. Lo spettacolo ha caratterizzato le persone che vedresti camminare lungo una strada trafficata della città, e non semplicemente quelle scelte con cura per rappresentare una fantasia di desiderio e bellezza ristretta. La collezione Pyer Moss di Kerby Jean-Raymond ha messo in mostra gli strati della femminilità nera come primo piano del rock and roll, offrendo un omaggio a Suor Rosetta Tharpe e Big Mama Thornton, artisti che non solo hanno dato al genere grinta e grinta ma ne hanno modellato la musicalità rinnegata. E poi c'è stato il benedetto ritorno della linea molto volante e strana di Shayne Oliver Hood By Air, ispirata in parte alla cultura del drag ball, che aveva dominato i primi anni 2000, trovando i fan verificati in Vashtie Kola e Virgil Abloh. Tutti questi designer hanno costantemente rotto le modalità convenzionali messe in pietra dai guardiani della moda, facendo in modo che Victory Swim di Nike si senta meno inusuale e più in linea con le maree della rappresentazione che si spostano lentamente nella moda.

Annuncio pubblicitario

La pianificazione della linea Victory Swim è iniziata immediatamente dopo la fine delle Olimpiadi di Rio 2016. La travolgente risposta alla Nike Pro Hijab ha rivelato un mercato nel settore sportivo e Martha Moore, direttore creativo della Nike VP e responsabile del progetto, ha anche osservato la necessità durante vari viaggi con la sua squadra di nuoto Nike. 'Vorrei notare in alcuni punti che le donne sarebbero sedute sulla spiaggia o in piscina invece di nuotare in acqua con i loro bambini', dice. 'Di solito il nuoto è uno di quegli sport in cui si vedono soprattutto le madri coinvolte e quindi è stato interessante vedere e capire anche i motivi per cui non potevano essere in acqua'.

Muhammad, che ha vinto una medaglia di bronzo nel 2016, nuota da quando aveva cinque anni ed è stata una delle atlete raggiunte da Nike quando è arrivato il momento dei test. 'Ho provato altre nuotate modeste e questa è di gran lunga la migliore che abbia mai incontrato', racconta Teen Vogue. 'Nei miei pochi decenni in cui ho indossato un hijab, ho scoperto che stai sempre tirando e tirando qualcosa per assicurarti che non succeda nulla quando nuoti o non hai i capelli. Trovo solo un elemento di facilità nella nuova collezione di costumi da bagno '.

La linea Victory Swim è futuristica, chic e funzionale; sembra un po 'come un'armatura e realizzata in poliestere più lycra per elasticità. I leggings neri a vita alta hanno prese d'aria strategicamente posizionate in mesh per aumentare il deflusso dell'acqua insieme a bordi incollati e cerniere rivestite per zero interferenze. Abbinato alla parte superiore della tunica, che ha un hijab integrato che vanta una comoda tasca a rete interna per contenere la coda di cavallo e un reggiseno incorporato regolabile, la tuta è anche ad asciugatura rapida con protezione solare UPF 40+. La facilità della collezione Victory Swim di cui parla Maometto è stata resa possibile con un piccolo aiuto dalla biomimetica, in altre parole, imitando le risposte naturali degli animali ai loro ambienti per aiutare a trovare soluzioni a problemi umani specifici. In questo caso, Nike ha considerato la vita acquatica come fonte di ispirazione.

'La biomimetica ci ha portato a pescare e il pesce ci ha portato agli squali', afferma Moore, che è anche uno dei designer che ha guidato le divise da calcio della Coppa del Mondo femminile della Nike del 1999. 'Gli squali sono feroci, eleganti, molto dinamici e hanno una specie di atteggiamento da non perdere con me, proprio come la maggior parte delle donne. Ma ciò che amiamo di loro è che respirano nell'acqua attraverso l'uso di branchie. Quindi abbiamo preso lo stesso pensiero e costruito queste branchie per il flusso d'acqua nella tuta della vittoria '. Continua, 'Quelle prese d'aria che si basano su rete dietro l'hijab, sotto le maniche, sotto il giogo, dietro le ginocchia e sotto i piedi eseguono lo stesso metodo. È molto bello '. Il costume intero a due pezzi Nike Victory, che include leggings, una tunica e un hijab integrato, sarà in vendita a $ 600, mentre i pezzi separati dalla collezione Nike Victory Swim possono essere acquistati a partire da $ 40 per l'hijab e tappando a $ 80 per la parte superiore .

Annuncio pubblicitario

Durante il processo creativo, il team di Moore ha scoperto che, per questo particolare consumatore e atleta, non si sarebbe trattato solo di creare una vestibilità attenta al corpo, ma anche di indossare un body-skimmer. Questa rivelazione è arrivata dalle esperienze di prima mano di atleti di livello collegiale che hanno dovuto allenarsi o fare riabilitazione nuotata indossando collant sotto pantaloncini da basket, insieme a uno o due reggiseni sportivi, quindi una maglietta a maniche lunghe sotto una canotta da basket, terminando con una cuffia da nuoto posizionata sopra un hijab. Tutto ciò limitava drasticamente la loro mobilità e impediva loro di fare il tipo di esercizi di riabilitazione che dovevano fare. Il Victory Swim è stato quindi fabbricato per scivolare facilmente attraverso l'acqua. È una necessità progettuale che Maometto ha trovato particolarmente ben eseguito. 'Sento che tutto è stato pensato. Non vuoi sentirti come se avessi un intero costume da bagno sotto un costume da bagno. È bello avere solo uno o due pezzi e sentire che questo è l'aspetto completo, questo è tutto ciò di cui ho bisogno. Penso che per me sia l'apice di fare bene la moda modesta in generale '.

Un atleta del college attuale con la speranza di diventare un olimpionico ha lasciato Moore con uno degli aneddoti più affermativi dopo aver testato la linea. 'Ha provato il costume da bagno della Vittoria e quando è uscita dallo spogliatoio era in uno stato di grande emozione, piangendo di gioia', dice Moore. 'Gioia per come questo avrebbe cambiato il mondo per sua madre, le sue zie e le sue cugine perché sarebbero state in grado di partecipare allo sport che lei ama. Quella pura gioia e gioia è stata mozzafiato '.

Il passaggio di Nike a costumi da bagno modesti è il tipo di mossa che indubbiamente attirerà ire dalle stesse persone che erano arrabbiate per il burkini e l'annuncio di Nike con Colin Kaepernick, così come le accuse che il marchio sta capitalizzando sull'inclusività. Per quanto riguarda quest'ultimo punto, a differenza dei conflitti precedenti, questo è il tipo di situazione in cui entrambe le parti hanno preoccupazioni legittime e meritevoli di esplorazione. Le multinazionali hanno sempre puntato i loro profitti, seguendo i soldi e creando prodotti che garantiranno il successo finanziario. Tuttavia, mentre viviamo in un'era di supremazia bianca dilagante e politici di destra, ci sono voci più progressiste e generazioni di consumatori che sono ampiamente attrezzate, ora più che mai, con la capacità di influenzare la società e il commercio in modi totalmente inimmaginabili meno di un decennio prima. La commercializzazione dell'equità è un'inevitabile realtà della vita in una società capitalista, eppure, mentre vengono fatti soldi, l'accesso viene concesso a coloro che in precedenza non erano in grado di partecipare.

Con ogni passo compiuto verso la rappresentanza di un'azienda con un'influenza culturale pari alla Nike, che è anche la casa di Serena, Lebron, Simone, Allyson e Muhammad, milioni di consumatori saranno in grado di partecipare a un settore che si rivolge attivamente ai loro bisogni. Mentre il rivenditore francese Decathlon ha ritirato la vendita di un hijab sportivo in Francia all'inizio di quest'anno dopo l'indignazione da parte di politici e cittadini che hanno definito l'articolo di abbigliamento 'una rottura dai nostri valori (francesi)', (nel 2016 anche la Francia ha vietato il burkini), Nike Victory Swim è un promemoria per ricordare a tutte le donne che possono e devono avere la possibilità di praticare sport a loro piacimento. E con un abbigliamento così accessibile e ultramoderno, possono davvero farlo.

schéma d'une vigine