Cosa sapere sull'eredità radicale progressiva di Eleanor Roosevelt

Politica

Cosa sapere sull'eredità radicale progressiva di Eleanor Roosevelt

Nel 135 ° anniversario del compleanno di Eleanor Roosevelt, Katie Kirchner della Roosevelt Network celebra la difesa della giustizia sociale dell'ex first lady.

11 ottobre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Gli attivisti di tutto il mondo sono abituati a sentire che le loro richieste sono irrealistiche e irraggiungibili. Ma il pensiero audace e senza compromessi è ciò che ha guidato i progressi in questo paese. Un anno fa, ad esempio, la possibilità di un New Deal verde sembrava un sogno inverosimile. Ora è una delle questioni chiave alla base delle elezioni presidenziali del 2020. Ciò è dovuto in gran parte alla difesa intransigente di Alexandria Ocasio-Cortez (AOC) - la più giovane membro del Congresso che abbia mai prestato servizio nella Camera dei Rappresentanti - e degli attivisti del Movimento Sunrise di tutto il paese.

AOC è solo un esempio tra le tante leader politiche femminili - tra cui Stacey Abrams, Rashida Tlaib, Lucy McBath, Deb Haaland e Ilhan Omar - che stanno reinventando la democrazia americana rivendicando il loro legittimo spazio e potere al suo interno. Tutte queste donne stanno usando le loro posizioni di potere come membri del governo, leader politici e candidati per cambiare in meglio la realtà politica del nostro paese. Queste donne sono potenti, diverse e forse più radicali rispetto alle generazioni precedenti. Il loro potere e approccio, tuttavia, si basa su una lunga tradizione di leadership femminile che lavora all'interno del sistema per interromperlo.

comment teindre les cheveux sarcelle

Una di quelle pioniere leader femminili è Eleanor Roosevelt, la first lady che serve da più tempo, che è nata 135 anni fa oggi. Ha prestato servizio insieme a suo marito, il presidente Franklin D. Roosevelt (FDR), durante i suoi 12 anni in carica.

L'eredità dei Roosevelts è molto discussa, sia nella lingua del New Deal verde o alle prese con l'orrenda realtà dei campi di internamento giapponesi, ma la difesa e l'eredità unica di Eleanor sono spesso trascurate o lasciate fuori dalle conversazioni, specialmente sulle donne radicali chi ha cambiato il nostro paese. Non era d'accordo con l'internamento e ha parlato pubblicamente contro di esso. Era una sostenitrice potente e instancabile e giocava un gioco intelligente all'interno per promuovere una visione intransigente di diritti umani, diritti civili e uguaglianza di genere. Per il suo tempo, e persino rispetto alle leggendarie femministe degli anni '60 e '70, Eleanor era radicale. Nel 1914, l'FBI iniziò persino a rintracciarla a causa del suo lavoro con gruppi liberali; il suo file alla fine è cresciuto fino a circa 3.000 pagine.

Il background di Eleanor ha reso ancora più sorprendente il suo impegno per la giustizia sociale. È cresciuta in una delle famiglie più ricche della dinastia politica negli Stati Uniti (suo zio era l'ex presidente Teddy Roosevelt). Fu solo nei primi anni del 1900 che si lanciò in politica e organizzazione; in precedenza, considerava queste sfere come 'vicende sinistre' da lasciare agli uomini della famiglia.

Ma si è trasformata in uno dei sostenitori di principi, radicali e impegnati per la giustizia sociale che opera durante il suo tempo. La sua visione progressista ha superato di gran lunga quella di suo marito, i suoi consiglieri e molti altri leader politici. I consiglieri presidenziali la consideravano una pericolosa idealista e pensavano che fosse il loro dovere, come si dice, 'togliere i pantaloni da Eleanor e su Franklin'.

Eleanor ha lavorato molto al di là dell'opinione pubblica ed è stata in grado di esercitare la sua influenza privatamente e pubblicamente. Ha contribuito a installare Frances Perkins come segretaria del lavoro della FDR, rendendola la prima donna a ricoprire un posto di governo. Si oppose fermamente alla decisione del marito di non avanzare la legislazione anti-linciaggio; il problema li ha divisi profondamente.

Nel 1939, affrontò pubblicamente il razzismo all'interno delle Daughters of the American Revolution (DAR). La Howard University aveva presentato una petizione affinché Marian Anderson si esibisse nella sede della DAR, la Constitution Hall. Anderson, una donna di colore, era una delle artiste più celebri del 20 ° secolo, ma il DAR negò ad Anderson l'opportunità di esibirsi perché avevano una regola in vigore che escludeva gli artisti neri dall'esibirsi lì. Oltraggiata dall'esplicita discriminazione razziale, Eleanor lasciò l'organizzazione con una lettera di protesta fortemente pubblica e ora pubblica: 'Sono completamente in disaccordo con l'atteggiamento assunto nel rifiutare la Constitution Hall di un grande artista', ha scritto. 'Hai avuto l'opportunità di guidare in modo illuminato e mi sembra che la tua organizzazione abbia fallito'.

Annuncio pubblicitario

Eleonora portò ulteriormente la crociata. Come first lady, aveva accesso all'amministrazione presidenziale e agli impiegati del governo, inclusi i responsabili della manutenzione del National Mall. 'Sig.ra. Roosevelt si rivolse al segretario degli interni, Harold Ickes, per rendere disponibile il Lincoln Memorial per il concerto ', ha dichiarato Paul Sparrow, direttore della Biblioteca presidenziale della FDR, in un recente scambio di email con Teen Vogue. 'Lei stessa non ha partecipato perché non voleva essere una distrazione dall'esibizione della signora Anderson'. Alla fine, la partecipazione del pubblico al concerto della domenica di Pasqua ha raggiunto i 75.000. (Sala della Costituzione ha meno di 4.000 posti.)

L'impegno di Eleanor per la giustizia sociale è stato in gran parte ispirato da coloro che facevano parte dei suoi ambienti sociali, compresi organizzatori di studenti, giovani attivisti e leader dei diritti civili. Aveva una profonda amicizia con Joseph P. Lash, un attivista radicale che faceva parte del Partito socialista americano durante il suo periodo al City College. I due alla fine hanno cofondato gli americani per Democratic Action, un'organizzazione che promuove posizioni progressiste in materia di diritti civili e libertà, giustizia sociale ed economica e politica ambientale sostenibile. Era anche amica di Pauli Murray, un leader dei diritti civili che il Recensione di Boston affettuosamente indicato come il 'radicale amato' di Eleanor. La loro amicizia iniziò quando Murray fu coinvolto in una campagna sostenuta dalla NAACP per diventare il primo studente nero accettato all'Università della Carolina del Nord. La rete di Eleanor era vasta e diversificata e per questo era una sostenitrice più determinata e più forte.

Il movimento di oggi è diverso - e migliore. Non sono solo le donne bianche benestanti che sono in grado di rivendicare il potere all'interno della democrazia americana come ha fatto Eleanor. Così tante donne di colore, molte delle famiglie della classe operaia, sono ora tra le nostre leader più potenti e visibili. Ma tutti loro, tutti noi, facciamo parte dell'eredità di Eleanor; con il potere che ciascuno di noi detiene come attivisti, ricercatori o studenti, è nostra responsabilità presentarsi in modo non dispiaciuto e combattere, senza compromessi, per il futuro in cui crediamo.

'Ciò che ci ha insegnato è che, mentre ognuno è prezioso, tutti sono preziosi', ha detto Anna Eleanor Roosevelt, sua nipote Teen Vogue recentemente. 'Tutti devono essere onorati. Tutti devono essere rispettati '.

evan peters taissa

Buon 135 ° compleanno, Eleanor. Continueremo a onorare il tuo retaggio, oggi e sempre.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Il diciannovesimo emendamento ha aiutato solo le donne bianche