Cosa fare quando vedi il tuo molestatore sessuale

Salute mentale

Cosa fare quando vedi il tuo molestatore sessuale

Prendersi cura di se stessi dovrebbe sempre avere la priorità.

9 agosto 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
13 Ragioni per cui Beth Dubber / Netflix
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Secondo il National Sexual Violence Resource Center, in otto casi di stupro su 10, in media, la vittima conosceva la persona che li aveva aggrediti. Questa statistica significa che è probabile che le vittime di aggressioni sessuali incontrino di nuovo il loro molestatore, sia in uno scenario in cui il maltrattatore viene affrontato, come un caso giudiziario, o, forse più probabilmente, in un contesto quotidiano, come la scuola o un riunione sul posto di lavoro. Nel caso della violenza sessuale nei campus, secondo le statistiche della RAINN, solo il 20% delle studentesse riferisce alle forze dell'ordine episodi di stupro o violenza sessuale, mentre le vittime al di fuori di un sistema scolastico hanno ancora meno probabilità di denunciare incidenti.

Quando possibile, denunciare un attacco è importante, ma può sembrare l'inizio di una battaglia molto lunga e la vita di tutti i giorni è impossibile da evitare quando si decide cosa fare dopo un attacco sessuale. Parlare con amici e parenti è possibile è un'ottima soluzione, ma nei casi in cui qualcuno nella tua cerchia o comunità è l'aggressore, a volte può sembrare inevitabile che ti imbatterai di nuovo in loro. La migliore azione da intraprendere, la terapista di Talkspace Rachel O'Neill, Ph.D., dice LPCC-S, è di toglierti completamente dalla situazione. Sebbene possa sembrare ingiusto che tu debba uscire da una stanza quando entrano, prendersi cura di te, emotivamente e fisicamente, dovrebbe sempre avere la priorità.

Ma nei casi in cui un'uscita rapida non è possibile, come ad esempio un ambiente di classe, è possibile muoversi con forza nella situazione sfortunata.

chaussures de bal pour les adolescents

'La chiave è ricordare a te stesso che sei al sicuro, che il tuo abusatore non può farti del male e che hai il controllo su di te', dice O'Neil, su incidenti in cui vedi il tuo maltrattatore in un ambiente normale. 'Consiglio vivamente di avere una serie di tecniche di messa a terra fisica, come tenere una palla antistress o far scorrere acqua fredda sulle mani e abilità di messa a terra emotiva / mentale, come dire l'alfabeto al contrario o recitare la tua poesia preferita a te stesso, che fanno parte del tuo routine quotidiana (pratica, pratica, pratica!) in modo che tu possa usarli quando ne hai bisogno '.

Essere preparati è la chiave, Cynthia Catchings di TalkSpace, afferma LCSW-S. Ti consiglia di acquisire familiarità con l'impostazione in cui è probabile che ti imbatti in loro in modo da poterti muovere senza problemi e avere un amico o qualcuno di cui ti fidi quando pensi che ti imbatterai nel tuo maltrattatore e mentalmente raggiungere visualizzazioni di scenari in cui ti senti a tuo agio. Nota anche che non dovresti mai lasciare un posto prima che il tuo abusatore se ne vada.

'La tua sicurezza viene prima di tutto', afferma Catchings. 'Se prima devi partire, trova qualcuno che ti accompagni o che abbia qualcuno al telefono fino a quando non arrivi alla tua macchina'.

Se hai familiari o amici con cui ti senti a tuo agio a parlare dell'incidente, Catchings dice che è una buona idea fissare alcune regole di base per loro, come chiedere che si assicurino che il tuo violentatore non sia presente agli eventi in cui ti troverai, incluso il lavoro riunioni e riunioni di famiglia, o luoghi che potrebbero 'appartenere' sia a te che a chi abusa. Nota che è OK dire loro di non farti domande se non ti senti a tuo agio nel condividere i dettagli, e dice che aiuta a dire loro 'mostra il tuo supporto stando al mio fianco, anche se ciò significa in silenzio. '

'Non esiste un modo per superare una situazione di abuso', afferma O'Neill, osservando che va bene chiedere aiuto senza condividere dettagli espliciti. 'Se non ti senti a tuo agio nel condividere i dettagli dell'abuso, ma vorresti aiutare ad avere un po' di spazio dall'abusatore, forse c'è un consulente scolastico che potrebbe essere in grado di aiutarti a determinare i modi per sentirti più a tuo agio con la situazione. In caso contrario, considera la condivisione semplicemente che non ti senti a tuo agio nella situazione e chiedi un alloggio '.

Annuncio pubblicitario

Le catture aggiungono che potrebbe essere utile chiedere cambiamenti specifici nella tua routine, come chiedere al tuo insegnante di spostare il tuo posto di distanza da un abusatore in una classe condivisa, o osservare il loro comportamento per azioni che potrebbero danneggiarti ulteriormente.

'Essere onesti e diretti è il modo migliore, ma a volte è impossibile', afferma Catchings. 'Non è facile rivelare cosa è successo. Fai sapere agli altri che la persona non è qualcuno con cui ti piace trascorrere del tempo o partire quando arriva la persona. Ciò consentirà agli altri di sapere che la presenza dell'individuo non è qualcosa a cui tieni '.

In una situazione in cui nessuna di queste opzioni è disponibile, è anche OK utilizzare tecniche di messa a terra, come dire l'alfabeto al contrario o contare fino a 100, per abbandonare completamente il coinvolgimento mentale.

'La visualizzazione creativa è il modo migliore per escludere', afferma Catchings. 'Selezioniamo un posto che ci piace ... uno che porti bei ricordi. Chiudiamo gli occhi e ci trasportiamo lì quando ne abbiamo bisogno. Ascolta i suoni, senti la brezza. Quindi torna e continua con le attività quotidiane '.

Se tu o qualcuno che conosci è stato aggredito sessualmente, puoi chiedere aiuto chiamando la hotline nazionale per gli attacchi sessuali al numero 800-656-HOPE (4673). Per ulteriori risorse sull'assalto sessuale, visita SafeBae, RAINN, End Rape on Campus, Know Your IX e il Centro nazionale per le violenze sessuali.

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

devon le modèle

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.