Che cosa significano per POC Awkwafina e Ramy Youssef Golden Globes 2020

Cultura

Due importanti vittorie dei Golden Globes 2020 indicano il desiderio di vedere personaggi complicati da vicino e personali.

Di Danielle Kwateng-Clark

6 gennaio 2020
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Dani Kwateng-Clark, direttore della cultura e dello spettacolo di Teen Vogue, spiega il significato di narrazioni iper-focalizzate, come in Ramy e The Farewell, di diversi narratori.





ashley tisdale la vie de la suite

Domenica 5 gennaio, la storia è stata fatta al Golden Globes 2020. Awkwafina è diventata la prima persona di origini asiatiche a vincere la migliore interpretazione di un'attrice in un film (musical o commedia) per la sua interpretazione in Lulu Wang L'addio. Il film, su un'artista in difficoltà di 20 anni che si avventura in Cina in vista della morte imminente della nonna, è stato elogiato per la sua prospettiva straordinariamente onesta su identità e tradizioni.

Anche Ramy Youssef ha vinto alla grande. Il comico ha portato a casa il miglior attore protagonista in una serie comica per il suo spettacolo omonimo montatura, su un millenario musulmano-americano che vive con i suoi genitori nel New Jersey. La vittoria di Youssef ha segnato il primo Golden Globe di Hulu per un attore comico in una serie televisiva, ma parla anche di un più ampio riconoscimento dell'importanza di diverse narrazioni sullo schermo.

'Molti musulmani e arabi americani sono entusiasti del fatto che Ramy Youssef abbia appena vinto un Golden Globe per il suo ruolo in una sitcom musulmana americana', ha dichiarato Kashif Shaikh, cofondatore e direttore esecutivo, in una nota. 'Sembra davvero storico dopo decenni di vedere i musulmani quasi esclusivamente come cattivi sui grandi e piccoli schermi'.

rouge à lèvres madelaine petsch

Inoltre, 'Ramy ha brillantemente concepito uno spettacolo dal punto di vista unico di un arabo musulmano americano che vive nel New Jersey. Come ha osservato lo stesso Ramy, ci sono un numero infinito di esperienze musulmane che vale la pena esplorare - che si tratti di musulmani neri, donne musulmane, musulmani queer o persone musulmane con disabilità, solo per citarne alcune '.

cheveux courts ashley benson

L'ultimo decennio ci ha portato un tipo di narrazione molto specifico che si è concentrato su protagonisti complessi. Incoraggiati dai primi blog, i millennial hanno creato spettacoli che parlavano di prospettive mai mostrate in televisione e film.

Negli anni 2000, le narrazioni generali della vita americana in TV (ad es. The OC, Dawson Creek, Gilmore Girls) mancavano archi di protagonisti che si concentravano sulla vita delle persone di colore. Le esperienze erano nella migliore delle ipotesi periferiche e quando veniva mostrata una persona di colore o di classe diversa, era breve o usata come focus su un singolo episodio (una ragazza nera di La Ross su Amici).

I social media hanno cambiato tutto e prodotto voci da diversi background che avevano qualcosa da dire. Creatori come Issa Rae che hanno iniziato con una serie web, hanno ottenuto importanti affari. Spettacoli come Sacco di pulci, stridulo, e Atlanta ora sono la norma. Non ci si aspetta più che le persone siano monolitiche o misteriose ma complicate, affabili e sfumate. Alcune esperienze hanno colpito l'unghia alla testa (cioè Issa Dee alle prese con un fidanzato disoccupato), altre no (cioè Fleabag si innamora follemente di un prete impostato per officiare il matrimonio di suo padre) - ma tutti ci obbligano a continuare a guardare come spettatore investito, come 'amico'.

Si aprono altre porte e continueranno i finanziamenti per la narrazione diversificata. Ma altrettanto importante è il riconoscimento degli storyteller nel portare la verità al potere, anche se minaccia lo sguardo tradizionale tradizionale.