Ciò che l'eredità della bellezza di Aretha Franklin mi rappresenta come una donna dalla pelle scura

bellezza

Abbracciò la sua pelle scura e le sue sopracciglia audaci e mi ispirò a fare lo stesso.

est-ce que briser votre hymen fait mal

Di Alisha Acquaye

17 agosto 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Quando pensiamo ad Aretha, pensiamo al rispetto. È la parola più facilmente associata alla sua essenza e al suo talento artistico, attribuita a una canzone di due minuti e mezzo che è stata suonata su Spotify quasi 160 milioni di volte. Molti di questi ascoltatori hanno ispirato rivoluzioni sociali, politiche e culturali, mentre altri hanno autorizzato gli ascoltatori a parlare del desiderio sessuale, delle delusioni romantiche e dei traumi relazionali. Per quanto mi riguarda, ricordo come questa parola abbia spinto il pubblico di Aretha a onorare la pura, voluttuosa, nera bellezza che incapsula la sua voce sorprendente.





Aretha è uscito dalla terra giovedì 16 agosto a 76 anni dopo aver combattuto contro il cancro del pancreas e le lotte per la salute. L'anima diva è pianto da una famiglia sopravvissuta, da innumerevoli fan e da una serie di amici e collaboratori musicali. Mentre celebriamo la sua vita e il suo viaggio, non dobbiamo dimenticare le lezioni che ha condiviso lungo la strada: farlo è mantenere vivo il suo spirito e la sua visione. Il rispetto, la sua più grande lezione, perde attraverso la sua ampia discografia. Per Aretha, il rispetto è essenziale e sempreverde, necessario nel romanticismo, nel cambiamento sociale, nel sesso e nell'amore per se stessi.

Per gentile concessione della Everett Collection

Il rispetto ha molto a che fare con il modo in cui ci presentiamo al mondo, come desideriamo essere visti e ricevuti. Qui, il rispetto ha due significati: il rispetto che comandiamo dagli altri attraverso la parola, la presenza o il talento, rispetto al rispetto che ci aspettiamo di acquistare per sopravvivere e prosperare nella nostra nazione o politica di rispettabilità.

La politica di rispettabilità è l'insieme di regole istituite dalla supremazia bianca a cui i neri insegnano a noi stessi (e vicendevolmente) ad aderire per sostenere il benessere o raggiungere il successo in America. È l'idea che dobbiamo assimilarci alle strette fasce della società tradizionale, invece che la società ci faccia più spazio per noi stessi. Sebbene la politica di rispettabilità di solito si applichi al comportamento e al linguaggio, come ad esempio il cambio di codice, può essere altrettanto applicabile allo stile e alla bellezza.

sont joey et jacob dating

Le donne di colore subiscono un'indebita pressione per presentare in modo da rendere le persone non nere a proprio agio. Aretha, con la sua pelle di mogano, il viso ovale accentuato da guance rotonde, sopracciglia scure audaci e una figura piena e sinuosa avvolta in abiti sgargianti di paillettes, ha chiesto di essere rispettata e onorata per quello che è, non per ciò che la società pensava che le donne come lei dovessero essere. Invece di ridursi dietro queste caratteristiche - come spesso richiede la politica di rispettabilità contro la pelle scura e i corpi di grandi dimensioni - Aretha ha scelto di accentuare questi doni e utilizzarli come strumenti di bellezza. La poesia del suo viso, del suo trucco, del suo corpo e della sua moda era tanto lirica quanto la simmetria roca e sconvolgente della sua musica.

Annuncio pubblicitario
Getty Images

La cronologia della bellezza di Aretha è un riferimento squisito alla storia nera. Durante il movimento per i diritti civili, Aretha fu il primo intrattenitore nero a coprire Rivista TIME, si offrì di inviare cauzione per Angela Davis e ricevette un premio di eccellenza da Martin Luther King Jr. allevato da suo padre, C.L. Franklin (sua madre morì quando aveva 10 anni), un ministro e attivista battista che organizzò la Detroit Walk of Freedom del 1973 ed era amica della MLK, Aretha conosceva l'importanza della resistenza nera e usava le prestazioni come catalizzatore nel movimento per i diritti civili. Con l'inizio del 'Rispetto' nelle onde radio, divenne senza soluzione di continuità un inno di diritti civili e cambiamenti sociali. Questa era un'era di potenti pugni alzati e scintillanti Afros che nascondevano un globo di verità. Aretha indossava la sua Afro (o un imponente capo avvolgente) con orgoglio con sopracciglia accese, gioielli estatici, stampe stravaganti o abiti vibranti mentre guidava il movimento con una colonna sonora di speranza commovente nell'anima.

Secondo Roni Manoogian, truccatore di Aretha di oltre un decennio, la diva non era interessata a seguire le tendenze del viso. In un'intervista con Persone, Manoogian ricorda il rigido desiderio di Aretha di rimanere fedele ai propri standard di bellezza. 'Quando si esibì ai Grammy negli anni '90, fu il movimento grunge, tutto neutrale, opaco, marrone, trucco taupe', ha detto Manoogian. 'Ho preso circa 10 taxi in ogni negozio di costumi della città perché voleva glitter. Sul suo viso, sulle sue labbra ... Voleva colore e glitter '. Questa adamance così originale e unica nel suo stile l'ha portata per decenni. Sfoglia le immagini di lei in un morbido ombretto viola sotto un corto, perfettamente aggrottato, un nodo superiore abbinato a ciglia fluttuanti, magnifici bouffant e bob contro arcuati, sopracciglia curiose, eleganti tagli da folletto con frange piumate e guance così fortemente arrossate che sembrano immerse in vino.

Getty Images
Annuncio pubblicitario

Crescendo, sono stato afflitto da insegnamenti di membri della famiglia che come una ragazza nera dalla pelle scura, non avrei dovuto essere troppo rumoroso - vocalmente, fisicamente e visivamente. Naturalmente ho una voce dolce, ma il tono cambia quando sono eccitato o eccitato, esplodendo l'aria di Brooklyn in cui sono emerso. Il mio linguaggio del corpo è sensuale e sincero, che è un volume a sé stante. La bellezza, tuttavia, è sempre stata il mezzo per comunicare la mia immaginazione e personalità - per alzare il volume della mia verità interiore. Per un breve minuto al liceo, ho scosso capelli magenta scuri e raccolto con jeans a vita bassa. Al college, ho finalmente fatto la grande brutta cosa, con grande sgomento di mia madre, zia e nonna - la prima persona a complimentarmi con la mia forma del viso e il nuovo TWA (teeny weeny afro) è stato mio padre. Oggi indosso spruzzi audaci e angoli di colore sui miei occhi e sperimento acconciature protettive innovative. È una filosofia di bellezza che Aretha ha sempre sostenuto: perché tacere quando riesco ad acrobazie?

chansons de vacances ariana grande

Amare Aretha è amare le donne nere. Mentre la celebro, soffro per Nina Simone, una donna la cui musica accende le stanze nel mio cuore che non ho mai saputo esistessero. La sua bellezza era intoccabile, ma così facilmente liquidata nella sua epoca. Possedeva un corpo di pelle baciato dalla luce della luna, occhi dolorosi ma vivaci, guance morbide e labbra carnose e piene di lussuria su un collo lungo e aggraziato. Era in cerca di amore per tutta la vita, ma sul palco il suo tono e le sue parole hanno imposto al pubblico di apprezzare la figura che trasportava quella melodia liscia e commovente. Penso a Grace Jones, che esiste come artista grazie ad Aretha e Nina, perché hanno fatto spazio affinché le donne dalla pelle scura brillassero sotto i riflettori. Grace prende rispetto a un livello diverso, con una faccia acuta e talvolta qualche indumento, tranne un cappello scultoreo o tacchi architettonici che trasformano le sue gambe in trampoli.

ARETHA FRANKLIN, 1965, ritratto pubblicitario della Columbia Records.Courtesy Everett Collection

Riconoscilo: ci sono donne nere di pelle scura molto meno in cima alle classifiche rispetto alle donne nere di pelle chiara. Ci sono anche molte meno donne di colore che riescono come animatrici di qualsiasi altra popolazione demografica. Per le donne nell'intrattenimento, la bellezza fa parte del marketing e della produzione delle nostre identità di cantanti, attrici, modelle e altro ancora. La determinazione di Aretha di vivere secondo il suo corpo, il suo viso e la sua pelle è un monumentale dito medio per il patriarcato. Il fatto che Aretha, e così tanti come lei, abbiano vissuto su questa terra per così tanto tempo, nonostante il colorismo, il razzismo, il sessismo e la misoginia merita celebrazioni per i decenni a venire. Amare Aretha è amare le donne di colore. Spero solo che siamo amati prima e con più fervore mentre manteniamo spazio su questa terra.

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Aretha Franklin mi ha insegnato a rispettare me stesso e ad esigere rispetto dal mondo