Le principali organizzazioni sanitarie chiedono la fine dei test di verginità

Identità

Le principali organizzazioni sanitarie chiedono la fine dei test di verginità

'Il test di verginità è ed è sempre stato una violazione dei diritti umani e una forma di violenza di genere'.

ariana grande légalement blonde
18 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Lydia Ortiz
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Le Nazioni Unite chiedono la fine dei test di verginità e, per una buona ragione, sono 'inutili dal punto di vista medico' e non funzionano. Ma ancor più del fatto che i test di verginità non sono basati sulla scienza, sono anche una violazione dei diritti umani.

Secondo una dichiarazione congiunta dell'Organizzazione mondiale della sanità, dei diritti umani delle Nazioni Unite e delle donne delle Nazioni Unite, il test di verginità è la pratica di ispezionare i genitali femminili - in genere alla ricerca di strappi o lacrime nell'imene o inserendo due dita nella vagina - con la convinzione che l'aspetto fisico possa determinare se qualcuno ha avuto rapporti sessuali. Secondo quanto riferito, i test di verginità si verificano in numerosi paesi, tra cui Brasile, Egitto, India, Indonesia, Iran, Iraq, Giamaica, Giordania, Libia, Malawi, Marocco, Regno Unito e altri luoghi. Ma il rapporto rileva che non ci sono prove scientifiche a sostegno del fatto che guardare o sentire i genitali di qualcuno possa dirti se hanno fatto sesso o meno, il che significa che ragazze e donne sono sottoposte a test invasivi che non sono necessari dal punto di vista medico.

'Uno dei miti più diffusi sulla verginità è che può essere provato dalla presenza di un' imene intatto '. Il termine 'imene intatto' non ha correlazioni anatomiche e non dovrebbe essere usato ', afferma il rapporto. Come sappiamo, strappi e lacrime all'imene - un tessuto sottile e carnoso vicino all'apertura della vagina - possono verificarsi indipendentemente dal fatto che qualcuno abbia avuto rapporti sessuali (cose come praticare sport o usare un tampone possono strappare l'imene), ma il il rapporto rileva inoltre che le persone che hanno fatto sesso possono avere quello che sarebbe considerato un imene 'normale' in questi test. 'È probabile che si verifichi una cosiddetta scoperta' normale 'sull'esame dell'imene in quelli con e senza una storia di penetrazione vaginale anche recente, a causa di ampie variazioni e perché le lesioni agli imene spesso guariscono rapidamente', afferma il rapporto. Il test a due dita vacilla per ovvie ragioni - secondo il rapporto è inteso a mandare un sms alla 'lassità' o allentamento della parete vaginale. Poiché tutte le vagine sono diverse e dal momento che fare sesso non allenta la vagina, non esiste uno standard per come si sentirebbero le pareti vaginali di qualcuno che ha o non ha fatto sesso. Fondamentalmente, non esiste alcun test in grado di determinare se qualcuno ha fatto sesso o meno.

'I test di verginità' non hanno basi scientifiche o cliniche ', affermano le organizzazioni che hanno pubblicato il rapporto in una nota. 'Non esiste alcun esame che dimostri che una ragazza o una donna abbiano avuto rapporti sessuali - e l'apparizione dell'imene della ragazza o della donna non può provare se hanno avuto rapporti sessuali o se sono sessualmente attivi o meno'.

Ma più grande del fatto che i test di verginità non funzionano è che si basano su un'idea dannosa e misogina da tempo utilizzata per reprimere e controllare le donne: l'idea della verginità stessa.

'Non esiste una definizione universale del termine' verginità ', il cui significato varia in base a epoca, regione, cultura e religione', afferma il rapporto. 'Il concetto di verginità non è un termine medico o scientifico; piuttosto, è un costrutto sociale, culturale e religioso. L'aspettativa sociale sproporzionata secondo cui le ragazze e le donne dovrebbero rimanere 'vergini' (cioè senza avere rapporti sessuali) fino a quando il matrimonio non si radichi in nozioni stereotipate di sessualità femminile che sono state dannose per le donne e le ragazze di tutto il mondo '.

Parte di ciò, continua il rapporto, è che la 'purezza' di una ragazza viene spesso utilizzata per misurare il suo valore in luoghi in cui si ritiene che padri o mariti abbiano la proprietà sul corpo di una donna. La cosiddetta purezza è anche usata come un modo per vergognare e sfruttare le donne in un modo in cui il rapporto rileva benefici per gli uomini. In alcuni casi, queste idee possono comportare non solo una discriminazione nei confronti delle donne, ma anche una violenza così grave da includere l'omicidio. Per questo motivo, ha dichiarato Seema Jalan, direttore esecutivo del Progetto e politica di accesso universale presso la Fondazione delle Nazioni Unite Teen Vogue che il test di verginità deve finire.

'Il test di verginità è ed è sempre stato una violazione dei diritti umani e una forma di violenza di genere. È ancora un altro strumento utilizzato per privare e privare il diritto al voto di ragazze e donne in tutto il mondo. È usato per umiliare, intimidire, discriminare e, per le vittime di violenza sessuale, può essere un'esperienza particolarmente dolorosa e ritraumatizzante. Il valore di nessuno dovrebbe basarsi su un test invasivo, degradante e non valido '.

Relazionato: Gli imene non indicano se hai fatto sesso

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.