Questa linea di costumi da bagno è stata realizzata appositamente per le persone con sfregi

Stile

'Con le donne, la società e noi stessi diamo così tanto valore al nostro aspetto fisico'.

Di Amira Rasool

30 novembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Per gentile concessione di MIGA SWIMWEAR
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

La designer di costumi da bagno Maria Luisa Mendiola ha debuttato una nuova linea questa settimana che si rivolge alle donne con sfregi. L'etichetta di Maria, MIGA Swimwear, sembra essere la prima nel suo genere a creare esclusivamente prodotti da bagno per donne sfigurate che vivono con labbra, palati, cicatrici da bruciatura, paralisi, paralisi di Bell e altre forme di deturpazione del viso e del corpo.





mtf prenant le contrôle des naissances

Secondo fascino, Maria ha avuto l'idea per la prima volta di MIGA Swimwear mentre perseguiva un master presso la famosa università di moda britannica, Central Saint Martins. La stessa designer ha affermato di lottare per gran parte della sua vita per accettare la propria deturpazione, una condizione del piede chiamata brachimetatarsia, in cui una delle dita dei piedi appare più corta delle altre. Sentendo che le voci e i desideri delle donne sfigurati non venivano affrontati, si unì a organizzazioni che sostenevano donne con varie sfigurazioni per scoprire come la sua linea di costumi da bagno potesse affrontare al meglio i loro problemi, che, secondo piccolo, potrebbe includere depressione e mancanza del desiderio di uscire in pubblico o apparire in fotografie.

Le immagini della prima collezione di MIGA Swimwear sono state condivise sulla pagina Kickstarter di Maria, dove accetta i preordini e raccoglie fondi per l'imminente lancio del marchio. Secondo Kickstarter, la prima collezione è dedicata a bruciare sopravvissuti e ogni costume da bagno venduto sarà accompagnato da una borsa che racconta la storia di un sopravvissuto all'ustione. La collezione di sei stili è stata realizzata in collaborazione con tre sopravvissuti alle ustioni per soddisfare le loro esigenze specifiche. Ogni sopravvissuto ha aiutato a progettare due stili, uno che si adattava in modo specifico alle loro esigenze, coprendo le sezioni bruciate del loro corpo e un altro stile più unico di un pezzo o bikini che chiunque deturpato o non deturpato potesse scegliere di indossare.

Gli stili della collezione sono estremamente diversi. C'è un colorato costume da bagno in due pezzi color rosa e arancione che presenta una gonna staccabile per fornire una copertura di una possibile deturpazione delle gambe e un pezzo unico arancione e marrone con una manica asimmetrica per nascondere una possibile deturpazione del braccio. La collezione presenta anche tessuti sostenibili italiani e offre protezione dai raggi UV, SPF50. Isabel Heine, uno dei collaboratori di Mendiola, ha detto fascino che era principalmente attratta dal progetto e ispirata a creare il suo abito a causa dei progetti incentrati sulle donne: 'con le donne, la società e noi stessi diamo così tanto valore al nostro aspetto fisico. Quando è completamente cambiato durante la notte, è scioccante per il tuo senso di identità '.

avril lavigne théorie du complot alors et maintenant

Isabel è uno dei milioni di sopravvissuti alle ustioni che vivono con una deturpazione. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), ogni anno oltre un milione di lesioni da ustioni richiedono cure mediche, con ustioni di 20.000 persone che coprono almeno il 25% del loro corpo. Il numero di persone che vivono con altri tipi di deturpazione, un termine che comprende oltre una dozzina di condizioni fisiche, è ancora maggiore. La dedizione di MIGA Swimwear nel fornire costumi da bagno per le donne che vivono in queste condizioni è parte di uno sforzo maggiore per aiutarli a sentirsi a proprio agio e accettati nella società senza sentirsi negativi sulle loro sfigurazioni.

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Quale 'meraviglia' si sbaglia di deturpazione e disturbi craniofacciali