ThirdLove risponde ai commenti di Victoria's Secret Exec Ed Razek sul loro marchio

Stile

ThirdLove risponde ai commenti di Victoria's Secret Exec Ed Razek sul loro marchio

'Dimostra che ... ci siamo messi sotto la pelle'.

ce qui aide à réduire la taille des pores
19 novembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Per gentile concessione di ThirdLove
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Victoria's Secret è stata sotto tiro durante la scorsa settimana da un'intervista con Voga è stato rilasciato in cui il CMO Ed Razek ha fatto commenti infiammatori sul casting di modelli plus-size e transgender per il VS Fashion Show. Tra le dichiarazioni scioccanti che ha condiviso c'era un colpo diretto a ThirdLove, un marchio che si impegna a fornire reggiseni e biancheria intima per ogni corpo.

'Ero completamente sconvolto nel leggere i commenti di Ed Razek', ha detto in esclusiva Heidi Zak, co-fondatore e co-CEO di ThirdLove Teen Vogue. 'Che tipo di leader e che tipo di uomo direbbe cose così discriminatorie? Era ovvio quanto non fosse in contatto con la realtà: le donne respingono i marchi che si basano sull'esclusività che stava propagandando '.

Alla domanda sulle mutevoli esigenze e desideri dei clienti di Victoria's Secret, ha detto Razek Voga, 'Non siamo il terzo amore di nessuno. Siamo il loro primo amore. E Victoria's Secret è stato il primo amore delle donne sin dall'inizio '. È stato un colpo acuto a ThirdLove, e Heidi crede che sia una rappresaglia alla loro petizione boicottare il Victoria's Secret Fashion Show di quest'anno.

A ottobre, ThirdLove ha stretto una partnership con il modello plus-size e ha sostenuto Robyn Lawley per creare una petizione che incoraggi gli spettatori a boicottare il Victoria's Secret Fashion Show. Hanno anche lanciato la campagna #WeAreAllAngels, offrendo di donare un reggiseno per ogni foto pubblicata usando l'hashtag all'agenzia no profit I Support The Girls, un'organizzazione che fornisce reggiseni alle donne senza fissa dimora in tutto il paese. Quella petizione e la campagna corrispondente hanno chiaramente attirato l'attenzione di Ed Razek e del suo team, che sembra essersi fissato su ThirdLove durante l'intervista.

'Dimostra che ... ci siamo messi sotto la pelle', ha detto Heidi Teen Vogue. 'Dice che siamo un contendente in crescita e sono preoccupati per noi. Volevamo avere un impatto sul cambiamento; Volevamo che vedessero che altre persone e donne si preoccupano della diversità della sfilata di moda e dell'aspetto di quella sfilata di moda. Stiamo assistendo in prima persona al modo in cui le donne hanno abbracciato collettivamente i marchi che rappresentano qualcosa, che cercano di rendere il mondo un posto migliore e che si concentrano sull'inclusività anziché sull'esclusività '.

Per gentile concessione di ThirdLove

I commenti di Ed Razek non possono semplicemente essere ignorati. Come leader in uno dei marchi di lingerie più famosi al mondo, è allarmante che avrebbe usato la sua piattaforma e la sua influenza per insultare le comunità emarginate. Ma il bigottismo espresso nelle sue parole è perfettamente in linea con l'etica del marchio di Victoria's Secret: le loro pratiche commerciali esclusive hanno alienato i consumatori per decenni. VS è investito nell'invio del messaggio che gli acquirenti plus, transgender e di genere non conformi non sono abbastanza degni di essere riflessi sulla loro passerella.

Annuncio pubblicitario

In risposta all'articolo di Ed, Heidi ha pubblicato un annuncio a tutta pagina in Il New York Times con una lettera aperta indirizzata a Victoria's Secret. Tra i molti punti salienti, Heidi ha incluso questo potente invito all'azione: 'È ora di smettere di dire alle donne ciò che le rende sexy - decidiamo'.

Heidi immagina un futuro per sua figlia, dove le donne stabiliscono lo standard per ciò che è bello e attraente, non per gli uomini. 'Mentre leggo il Voga articolo, non ho potuto fare a meno di pensare a mia figlia di 5 anni: come avrebbe reagito a questa affermazione tra cinque anni? Quanto sarebbe delusa da una sfilata di moda di Victoria's Secret? Probabilmente anche più di quanto lo siamo ora ', ha detto Heidi.

In futuro, Heidi è entusiasta che ThirdLove cresca come contendente al mercato e continui a offrire alle donne di tutte le forme e dimensioni le opzioni che danno loro il comfort e il sostegno di cui hanno direttamente bisogno.

'La mia speranza è che quest'anno sia l'ultimo - che una pressione pubblica sufficiente sarà esercitata su VS per apportare alcune modifiche reali e significative alla loro organizzazione e ai messaggi che stanno inviando alle donne ovunque. Ora sembra che siamo arrivati ​​al punto in cui abbastanza è abbastanza. Il mondo è cambiato, evolviamo, influiamo su alcuni cambiamenti e penso che sia il momento di essere un po 'più fuori con quel messaggio'.

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: 9 marchi di lingerie inclusivi per supportare invece di Victoria's Secret