La Corte Suprema non ha bloccato le famiglie Sandy Hook dal produttore di armi citate

Politica

Una nuova sentenza consentirà di perseguire una causa.

Di Mackenzie Long

12 novembre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
John Moore / Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

La Corte Suprema oggi ha rifiutato di bloccare una causa intentata contro Remington Arms Company, il produttore di armi responsabile della produzione dell'arma utilizzata in quello che è stato considerato uno degli episodi più devastanti della violenza di massa nella storia americana. In tal modo, Justices ha effettivamente permesso a una causa contro il produttore dell'arma di continuare.





Al centro della causa ci sono le famiglie delle vittime e un sopravvissuto alle riprese della scuola elementare Sandy Hook del 2012 in cui 20 alunni di prima elementare e sei adulti sono stati uccisi a Newtown, nel Connecticut. Nel Remington Arms Co. contro Soto, il produttore di armi stava facendo appello a un tentativo delle famiglie delle vittime di contestare l'uso di una legge federale del 2005 approvata dal Congresso come difesa legale.

Finora la legge ha protetto i produttori di armi come Remington dall'essere ritenuti responsabili per i crimini commessi dalle armi che vendono, ma ha anche un'importante eccezione alla sua protezione quando vengono violate le norme relative alla commercializzazione e alla pubblicità delle armi, come osservato da USA oggi.

Le vittime della sparatoria di massa di Sandy Hook sono state sparate e uccise con un fucile Bushmaster in stile AR-15, un fucile in stile militare che le famiglie dicono che Remington commercializzava irresponsabilmente e illegalmente 'per l'uso in attacchi contro esseri umani'.

A marzo la Corte suprema dello stato del Connecticut ha concordato con le famiglie e ha affermato che Remington potrebbe essere citata in giudizio per come ha commercializzato il fucile. Remington ha quindi presentato ricorso alla Corte suprema degli Stati Uniti, sperando che i giudici avrebbero bloccato l'avanzamento della causa.

L'azione della Corte Suprema del 12 novembre consente alla causa di proseguire a livello statale. Come è comune in questo tipo di giudizi, i giudici non hanno fornito commenti in merito alla loro decisione.

L'Associated Press riferisce che la legge federale del 2005 è stata utilizzata per bloccare azioni legali su altre sparatorie di massa e, a seconda di come si svolge questo caso, potrebbe offrire una tabella di marcia per future controversie contro l'industria delle armi.

Gli attivisti rimangono impegnati a ricordare e onorare la vita delle persone uccise durante il massacro di Sandy Hook. Natalie Barden, il cui fratellino Daniel, era uno degli studenti uccisi a Sandy Hook, scrisse in un Teen Vogue 'Il movimento di prevenzione della violenza armata non si estinguerà, perché ci sono migliaia di bambini che sono stati costretti ad agire dopo aver subito terribili perdite'.

Hadith et Bella dents

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Video virale del disarmante allenatore dell'Oregon, che abbraccia lo studente non è nulla di cui rallegrarsi