Il secondo emendamento è sempre stato uno strumento di supremazia bianca

Politica

Il secondo emendamento è sempre stato uno strumento di supremazia bianca

Gli Stati Uniti hanno una lunga tradizione politica di sposare la legislazione sul controllo delle armi con il razzismo e la xenofobia.

12 agosto 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

All'inizio di quest'anno, per la prima volta in un quarto di secolo, la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato un'importante legge sul controllo delle armi. Le sue disposizioni sono nella migliore delle ipotesi modeste: amplierebbe i controlli sui precedenti, imponendoli per tutte le vendite da persona a persona, che tecnicamente colmerebbero la scappatoia dello spettacolo delle armi da fuoco - e il disegno di legge si è bloccato al Senato.

Ma prima che la legislazione fosse votata, il rappresentante Doug Collins della Georgia ha colto l'occasione per intrufolarsi in una disposizione anti-immigrazione. Sfruttando il mandato del disegno di legge per controlli di background diffusi, l'aggiunta della rappresentante Collins richiede che il sistema di controllo di background informi gli Stati Uniti di immigrazione e controllo doganale (ICE) se un immigrato senza documenti tenta di acquistare un'arma.

All'inizio di questa settimana, il presidente Trump ha segnalato il sostegno alla disposizione anti-immigrazione, proclamando tramite tweet che 'repubblicani e democratici devono unirsi e ottenere controlli approfonditi, magari sposando ... questa legislazione con la disperata riforma dell'immigrazione'. La richiesta di Trump di leggi sull'immigrazione più severe è arrivata in risposta alle sparatorie di massa a El Paso che hanno causato la morte di almeno 22 persone. In particolare, il presunto sparatutto ha pubblicato online un manifesto nazionalista e anti-immigrato prima di lanciare il suo attacco.

Che lo sapesse o no, il rappresentante Collins stava attingendo a una lunga tradizione politica quando 'sposò' la legislazione sul controllo delle armi con il razzismo e la xenofobia. In diversi momenti della storia politica americana, le disposizioni sul controllo delle armi come quella che Rep. Collins ha aggiunto a HR 8 sono state usate per mantenere la supremazia bianca.

Nell'immediato dopoguerra della Guerra Civile, prima che il Nord occupasse il Sud durante la ricostruzione, gli stati del sud approvarono una serie di leggi note come codici neri che servivano da meccanismi per riguadagnare il controllo dei meridionali neri appena liberati. Le leggi stabilirono il sistema della servitù indenturata che avrebbe garantito che i meridionali neri avrebbero nuovamente fornito una fonte di manodopera a basso costo per i proprietari di piantagioni, ma limitarono anche le libertà e le libertà degli ex schiavi, incluso il diritto di portare armi.

paroles de ariana grande

Temendo che gli ex schiavi avrebbero cercato vendetta sui loro padroni e sapendo che molti neri americani ora avevano esperienza militare al loro servizio di guerra, diversi stati del sud approvarono esplicitamente misure di controllo delle armi razziste per disarmare i meridionali neri. Il Mississippi ha vietato ai residenti neri di possedere pistole o coltelli bowie. L'Alabama proibì ai residenti neri di possedere o trasportare qualsiasi 'arma mortale'. La Florida ha richiesto ai residenti neri di ricevere l'autorizzazione giudiziaria prima di acquistare armi.

I politici del nord hanno preso sul serio la minaccia del controllo razziale delle armi nel sud. Nel discutere quello che divenne il Quattordicesimo emendamento, il cui scopo era quello di garantire l'uguaglianza razziale formale per tutti gli americani, un senatore disse che lo scopo principale del disegno di legge era quello di 'frenare il potere degli stati e costringerli in ogni momento a rispettare questi grandi garanzie fondamentali ... garantite dai primi otto emendamenti della Costituzione (incluso) il diritto di mantenere e portare armi '. Più tardi nello stesso anno, il Congresso approvò il Freedmen's Bureau Act, che forniva sollievo agli ex schiavi, proteggendo alcuni diritti politici e legali critici che gli stati del sud stavano negando loro, incluso il loro diritto al secondo emendamento di portare armi.

La proliferazione delle leggi sul controllo delle armi progettate per limitare il possesso di armi ai bianchi è continuata nella prima parte del 20 ° secolo, sebbene ora con il sostegno di gruppi di interesse più grandi. Come Adam Winkler, professore di diritto dell'UCLA e autore di Spari: la battaglia per il diritto di portare armi in America, spiegato in un articolo del 2011 in * The Atlantic *, la National Rifle Association (NRA) era 'in prima linea negli sforzi legislativi per attuare il controllo delle armi' che portava alla Grande Depressione. Il presidente dell'organizzazione, secondo Winkler, ha persino contribuito a scrivere un pezzo di legislazione sul controllo delle armi destinato a servire da esempio per altre legislature statali.

Annuncio pubblicitario

Come documentato da Winkler in un articolo separato del 2013 per * The New Republic *, la difesa del presidente dell'NRA è stata una risposta al crimine associato agli immigrati urbani, in particolare quelli italiani. All'epoca gli italiani, che erano immigrati nel paese da milioni nei decenni precedenti, stavano affrontando pregiudizi e ostilità.

Il tipo di controllo delle armi proposto dall'NRA ha limitato il trasporto nascosto di pistole in pubblico a coloro che potevano ottenere una licenza - una decisione lasciata alla polizia locale. Secondo Winkler, quelle leggi furono successivamente utilizzate per negare un permesso al Dr. Martin Luther King, Jr., dopo che la sua casa fu bruciata nel 1956.

Forse l'istanza più notevole - e rivelatrice - di controllo razzista e mirato delle armi arrivò nel 1967, nel mezzo di un fiorente movimento per la giustizia razziale nel nord della California. All'epoca, il Black Panther Party stava crescendo in visibilità e popolarità come alternativa al movimento non violento del Dr. King. Guidato da figure giovani, carismatiche e apparentemente senza paura come Bobby Seale e Huey Newton, il partito ha fornito servizi sociali ai giovani neri locali, come il suo famoso programma per la colazione della comunità, mentre chiedeva un cambiamento sistemico radicale attraverso la sua piattaforma da 10 punti.

Il partito ha adottato una tattica di firma per trasportare e mostrare apertamente le armi, rispettando intenzionalmente le leggi di trasporto aperto allora permissive della California. Lo scopo era sia quello di 'sorvegliare la polizia' affrontando direttamente le forze dell'ordine di Oakland con le loro stesse pistole e cercando di porre fine alla brutalità della polizia razzista, ma anche di dimostrare il potere nero negli spazi pubblici e rivendicare l'orgoglio che un politico razzista e il sistema sociale li aveva derubati per secoli.

In risposta, un legislatore repubblicano conservatore della Bay Area di nome Don Mulford ha proposto un disegno di legge sul controllo delle armi per vietare il trasporto aperto. La legislazione divenne nota come il disegno di legge Pantera ed era ampiamente vista come un'altra tattica, insieme a omicidi politici e piantare informatori per cucire la paranoia, per sciogliere i movimenti sociali di giustizia razziale giovane, energica, antimperialista e anticapitalista.

A seguito di una drammatica manifestazione all'interno della legislatura della California, il disegno di legge è stato alla fine approvato. Fu supportato dalla NRA e infine firmato in legge dall'allora governatore della California, Ronald Reagan.

Il controllo delle armi non è intrinsecamente razzista, né la difesa dei diritti delle armi è intrinsecamente antirazzista. Ma l'uso delle restrizioni sulle armi come cavallo di Troia per insultare, danneggiare e privare il diritto alla minoranza degli americani è una vecchia, brutta tradizione politica.

È così che deve essere compreso il tweet del presidente Trump sul 'sposare (ing') i controlli di fondo con le chiamate per limitare l'immigrazione e l'inserimento di Rep. Collins di una disposizione anti-immigrazione in una legge sul controllo delle armi. Piuttosto che limitarsi a sfogliare il libro di giochi anti-immigrazione del presidente, Trump e i membri del Congresso del GOP stavano anche attingendo a una tensione molto più profonda e sinistra del razzismo americano - di vestire il razzismo come politica ragionevole.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Come sono cambiate le leggi sulla prevenzione della violenza armata dopo le riprese di Parkland