La community di taglie forti non è contenta di Kendall e Kylie Collab di Ashley Stewart

Stile

La community di taglie forti non è contenta di Kendall e Kylie Collab di Ashley Stewart

'L'intera partnership sembra disgustosa'.

25 novembre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Dimitrios Kambouris
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

In questo editoriale, lo scrittore di Teen Vogue Gianluca Russo spiega perché così tanti nella community plus-size si mettono in discussione con la collaborazione curva di Ashley Stewart con Kendall + Kylie, citando il passato fatofobico di Jenners e perché i marchi devono essere più premurosi quando lanciano collezioni .

Sono finiti i giorni in cui i marchi potevano estendere il 10% della loro selezione fino a una taglia 18 ed essere lodati con gioia per questo. Ora, dopo quasi due decenni di cambiamenti - grazie a attivisti e influencer grassi che sostengono costantemente che l'industria della moda diventi più inclusiva delle dimensioni - le donne sono intelligenti, esperte e in grado di rilevare sciocchezze a un miglio di distanza. Quindi non è stato uno shock che molti di loro abbiano immediatamente messo in discussione Kendall e Kylie Jenner lanciando una 'collezione curva' con il rivenditore esclusivo plus size Ashley Stewart.

Ieri Ashley Stewart ha annunciato di aver abbandonato una collezione con Kendall + Kylie, commercializzandola come 'una collaborazione esclusiva da non perdere'. Disponibile nelle taglie dalla 10 alla 24, il drop in sette pezzi presenta un design semplice tra cui un abito in ecopelle, un abito con stampa a ghepardo, un top con paillettes e pantaloni che quando si lavora insieme sembrano essere una tuta. I pezzi variano nel prezzo da $ 79 a $ 129.

meilleur traitement de l'acné 2018

Poco dopo l'annuncio del calo, ne è seguita la reazione. Molti sui social media hanno iniziato a chiedersi perché Ashley Stewart - un rivenditore solo plus che spesso fa passi da gigante per la comunità, inclusa una collaborazione con Loni Love della scorsa settimana che ha avuto grandi risultati - stava collaborando con due donne magre in una collezione per le vacanze che offre un abbigliamento semplice, essenziale e poco brillante - tranne per la tuta con paillettes, suppongo. 'I Kardashian sono così anti-plus non è nemmeno divertente, quindi perché dovremmo spendere i nostri grassi dollari in una collaborazione con persone che non hanno rispetto per i corpi grassi ?! Deludente per non dire altro, la modella plus-size Kat Stroud ha twittato. Un altro utente ha twittato: 'Ho diverse domande. Primo, come osi?

'L'intera partnership sembra disgustosa', racconta la scrittrice Sarah Conley del blog di moda plus size Rascal Honey Teen Vogue. 'Il feed Instagram del marchio Kendall + Kylie ha circa la stessa diversità di un viaggio di influencer di Revolve. Per non parlare del fatto che le sorelle non si vedono associarsi con persone di taglia forte e nessuna delle due ha promosso il lancio sui loro canali social personali '.

Conley non era il solo a sentirsi così. In effetti, molti sui social media hanno condiviso preoccupazioni simili, incluso il modello plus-size Ady Del Valle. 'Se i Jenners volessero collaborare, sarebbe stato bello presentare una capsule collection di qualità e ben ponderata con veri pezzi di moda e pezzi di affermazione mescolati con quelli senza tempo', dice Teen Vogue.

D'altra parte, alcuni sui social media - in particolare Instagram - erano entusiasti della collezione. 'Sono contento che abbiano scelto di fare taglie sinuose', ha commentato un follower. Tuttavia, la risposta complessiva vista dai commenti è tendenzialmente negativa. Il problema principale che molti nella comunità plus - me compreso - aveva avuto con la collezione era la completa cancellazione del passato fatofobico di Jenner. Non solo i Jenners e i Kardashian rafforzano costantemente ideali di bellezza irraggiungibili e irrealistici - sia nel loro reality show sia attraverso le loro attività - ma spesso promuovono tè lassativi come modi per apparire più magri e perdere peso, mostrando totale ignoranza dell'impatto che questi prodotti dannosi avere.

'Tra tè in forma, lecca-lecca, felpe, scarpe da ginnastica e altro ancora, il clan Jenner / Kardashian ha creato un marchio dall'aspetto' strappato ', e da quello strappato, intendo magro', dice l'attivista grasso Jude Valentin. 'Sembra una pugnalata alla schiena'.

Annuncio pubblicitario

La collaborazione al massimo sembra una presa in contanti. Man mano che la moda taglie forti aumenta di oltre 21 miliardi di dollari, sempre più designer, che si preoccupino o meno della inclusione delle dimensioni, stanno spingendo nella comunità. Non sorprende che Kendall + Kylie lo farebbe, francamente, poiché molti altri che tradizionalmente vendono solo taglie dritte hanno anche provato a fare simili negli ultimi anni. Lo shock, tuttavia, proviene da Ashley Stewart. Fondata nel 1991, Ashley Stewart è uno dei primi rivenditori plus size e da allora ha sviluppato una solida reputazione all'interno della comunità. Sembra che collaborando con Kendall + Kylie, il marchio abbia ignorato quella comunità e non sia riuscito a riconoscere l'impatto che avrebbe avuto.

Siamo a un punto cruciale nella storia per la moda plus. Poiché un numero sempre maggiore di designer e marchi vede il valore nel nostro mercato, dobbiamo essere saggi su dove scegliamo di spendere i nostri soldi. La moda taglie forti è sempre stata più di un semplice abbigliamento. In molti modi, è un atto di ribellione contro gli ideali di bellezza obsoleti nella moda che 'il sottile è dentro' e 'il grasso non può essere bello'. La moda taglie forti non è solo un settore da $ 21 miliardi di dollari, ma è anche una barriera che promuove costantemente l'inclusione e la celebrazione delle dimensioni.

laura lee jackie aina

Come qualcuno che riferisce regolarmente sulla moda taglie forti, sono stato a lungo un ammiratore di Ashley Stewart. Ma in questo caso, sono pienamente d'accordo con il contraccolpo che ne è seguito. La collaborazione di Kendall + Kylie è stata una vera e propria mancanza, e sono sinceramente sorpreso di vedere Ashley Stewart mancare il segno. Ma spero che serva come lezione per il futuro: sono finiti i giorni in cui più le donne si accontenterebbero di qualsiasi abbigliamento. Inoltre, i marchi legacy come Ashley Stewart devono essere costantemente coinvolti con il loro pubblico per rimanere pertinenti e ben informati su ciò che i loro consumatori vogliono veramente.

Il blogger e attivista Alysse Dalessandro lo ha spiegato meglio: 'La collaborazione tra Kendall e Kyle x Ashley Stewart mi mostra che non conoscono il loro pubblico. I consumatori di taglia più grande sono naturalmente scettici e possono individuare un guadagno. Questa collezione manca di una vera connessione con ciò che la community plus size vuole vedere: collaborazioni con celebrità e designer plus size. Se Ashley Stewart ha i soldi per pagare i Jenners per collassare, sarebbe bello vedere quei soldi investiti nella loro stessa comunità '.