La sfilata Parsons MFA Spring 2020 riguardava esclusivamente la sartoria sperimentale

Stile

La sfilata Parsons MFA Spring 2020 riguardava esclusivamente la sartoria sperimentale

I designer degli studenti stanno dando all'adattamento un nuovo look.

premier tatoueur
6 settembre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Meg Calloway / Ji Min Lee / Bugs Garson
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

'Incrocia le gambe'! qualcuno ha urlato quando le luci si sono attenuate e poi si è tinto di un rosso caldo al Parsons MFA Runway Show per la primavera del 2020 di ieri, segnando l'inizio di uno degli eventi più santi, la settimana della moda di New York. La musica allegra suonava rumorosamente, ricordando gli anni '50 / '60 (in effetti era 'Come Softly' di Sandy Salisbury, che uscì nel 1968), un tipo di saluto che sembrava un abbraccio melodico e un precursore dell'incredibile ingegnosità che era sta per scendere in passerella. Ho esaminato la folla, che sembrava essere un mix di studenti, una manciata di persone della moda (incluso uno dei miei preferiti, Lyn Slater), e beh, persone normali.

Nei miei otto anni di lavoro nella moda, ho imparato ad amare tutte le opportunità di interagire con gli studenti di moda. Dopotutto, tendono ad esistere in una bolla protettiva - non sono ancora contaminati dalla pressione del capitalismo e dalla vendita delle loro cose (o anima), spesso hanno accesso a risorse illimitate attraverso le loro costose educazioni (ovvero possono diventare selvaggiamente inventive e non preoccuparti di vendere le loro collezioni), e sono ancora super affamati di conoscenza. Mentre c'è notoriamente una grande pressione mentale, concorrenza e spesso, debito finanziario, che deriva dall'essere uno studente di moda, c'è ancora qualcosa di meravigliosamente attraente al riguardo e lo spettacolo Parsons MFA di quest'anno sicuramente non ha deluso.

miley cyrus faisant de la drogue
Zille-e-Huma

Durante lo spettacolo, mi sono ritrovato a sorridere da un orecchio all'altro mentre ogni sorta di cose fresche e insolite scendevano dalla passerella e nel complesso, ho notato una sensibilità rinfrescante e giocosa, caratterizzata da trama e un sacco di sartoria sperimentale.

Il primo nella mostra è stato Bugs Garson, laureato in design e società alla moda di MFA. Nata a Brooklyn e cresciuta a Dublino, la collezione del designer si è concentrata su un tema 'cena e cocktail' che si è tradotto in pezzi eleganti che erano allegri e divertenti. C'era un abito sartoriale a maniche corte con macchie di colori allegri come il verde schiuma di mare, l'azzurro del cielo e pezzetti di rosa baby e un abito sartoriale con maniche lunghe, spalle esagerate e gonna a trapezio, che aveva un verde neon e rosa chiaro testo grafico che assomigliava a un biglietto dell'autobus. Altri look inclusi: una giacca ampia e pantaloni abbinati in una cravatta celeste tinta con pezzetti gialli di trama e una giacca con una gonna abbinata in una stampa floreale astratta arancione e verde. Molti modelli indossavano calze dai colori vivaci con scarpe Mary Jane e orecchini pendenti. Sembrava quasi una femminilità new age - un po 'di preparazione, un po' degli anni '60, ma con una bella svolta.

Annuncio pubblicitario
Bugs Waiter

Più tardi nello spettacolo, la stilista Meg Calloway, che è 'ossessionata dall'artigianato e dall'atto del fare' secondo il suo sito web, ha debuttato un adattamento che sembrava quasi appassire magnificamente. Un blazer nero, che presentava un tessuto a maglia sbiadito su un lato, era abbinato a audaci pantaloni rosa magenta. Un abito senza maniche è stato anche combinato con materiale a maglia, questa volta in taupe e nero. Il mix di abbinamento con l'artigianato dei suoi pezzi sembrava sovversivo ed espressivo, confondendo le linee tra due categorie tradizionalmente opposte. Era una specie di assemblaggio.

Meg Calloway

Poi c'è stato il Ji Min Lee, che ha inviato abiti da uomo decostruiti lungo la passerella, con giacche e pantaloni a cui mancavano braccia e gambe casuali, rivelando le parti carnose dei modelli delle modelle, con tessuti a rete che avevano al loro posto pezzi appesi. Sembrava un commento sullo stato della virilità e sulla rigidità della vestizione tradizionale degli uomini, e forse anche delle loro emozioni. È interessante notare che la collezione è stata ispirata dallo 'sguardo femminile' secondo l'università.

décor de chambre terreux
Da Min Lee

Il designer cinese Yong Guo, ha inviato un modello in una silhouette di abito più tradizionale, ma è stato interrotto da pezzi di altri tessuti, alcuni pezzi sono stati visti attraverso, altri no, mentre un altro abito di Hualei Yuual sembrava plastica fusa o deformata con pezzi di spazzatura o carta aderito ad esso.

Yong Guo
Hualei Yu

La sartoria durante lo spettacolo MFA di Parsons è stata pensierosa e dirompente, sembra dichiarare: è tempo di una nuova era della sartoria, che è giovane e più riflessiva dei tempi. E con il sentimento del futuro della moda sempre più apocalittico in questi giorni, i designer studenti sembravano usare i vestiti come mezzo per porre domande e porre alcune risposte potenziali, qualcosa di assolutamente necessario per gli artisti e i designer di oggi e di domani.

Alla chiusura dello spettacolo, un coro di voci infantili ha cantato 'The Star Spangled Banner', che è stato meravigliosamente ironico; Ho lasciato gli Spring Studios sentendomi ispirato e pronto per tutte le dichiarazioni audaci che arriveranno questo NYFW.