La parola dell'anno Merriam-Webster 2019 è 'They'

Identità

Il dizionario ha chiamato il pronome 'sempre più comune'.

Di Brittney McNamara

10 dicembre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Lydia Ortiz
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Molte cose non così grandi sono successe nel 2019, ma uno degli eventi più incoraggianti di quest'anno si riflette nella parola Merriam-Webster dell'anno. Con sempre più persone che usano pronomi di genere neutro, la parola Merriam-Webster dell'anno per il 2019 è essi.





conseils de cheveux sarcelle

Secondo Merriam-Webster, cerca essi aumentato nel 2019 del 313% rispetto all'anno precedente. Naturalmente, né l'uso del singolare né loro né i pronomi sono nuovi. Ma quest'anno abbiamo visto sempre più celebrità uscire non binarie, tra cui Sam Smith e Brigette Lundy-Paine, notando che usano i loro pronomi. Abbiamo anche visto una maggiore accettazione delle persone che usano i loro pronomi, poiché sempre più persone acquisiscono la lingua e la conoscenza per parlare di identità non binaria.

L'aumento delle ricerche per la definizione di essi avrebbe potuto essere guidato da celebrità e altri che uscivano come non binari, ma Merriam-Webster osserva che il dizionario è 'una risorsa primaria per le informazioni sulla lingua stessa'. Interesse per l'uso mutevole del singolare avrebbero anche potuto spingere le persone a cercare la definizione del pronome.

'L'inglese è notoriamente privo di un pronome singolare di genere neutro per corrispondere perfettamente a pronomi singolari come tutti o qualcuno, e di conseguenza essi è stato utilizzato per questo scopo per oltre 600 anni ', il sito web di Merriam-Webster dice della sua parola dell'anno. 'Più recentemente, però, essi è stato anche usato per riferirsi a una persona la cui identità di genere è non binaria, un senso che è sempre più comune nel testo pubblicato e modificato, così come nei social media e nelle interazioni personali quotidiane tra persone di lingua inglese. Non c'è dubbio che il suo uso è stabilito in lingua inglese, motivo per cui è stato aggiunto al dizionario Merriam-Webster.com lo scorso settembre '.

Inoltre, secondo Merriam-Webster, il singolare essi è 'sempre più comune' nella conversazione di tutti i giorni.

une star est née meme

https://twitter.com/MerriamWebster/status/1204374900393304064

È importante che Merriam-Webster afferma che l'uso del singolare essi non è nuovo. Alcuni sostengono che l'uso di loro / i pronomi per una persona singolare è grammaticalmente errato, il che non è il caso. Come ci ricorda Merriam-Webster ogni volta che aggiungono nuove parole al dizionario, la lingua cambia costantemente. Man mano che il pubblico diventa più istruito sull'identità non binaria - che non è affatto nuova - l'uso del singolare essi diventa più comune e quindi più accettato.

kenny tuant la veille

Va anche notato che non è necessariamente che più persone non siano binarie ora che in passato; è che più persone stanno acquisendo il linguaggio per descrivere la propria identità in modo più accurato e si sentono abbastanza sicuri da dirlo pubblicamente. Questo è anche il motivo per cui è così importante la parola dell'anno di Merriam-Webster essi. Con più comprensione, può arrivare una maggiore accettazione. Sebbene non tutte le persone non binarie usino i loro pronomi, una maggiore accettazione da parte del pubblico di coloro che lo fanno può fare molta strada - nessuno merita di essere maltrattato.

'Usare i pronomi corretti per qualcuno è semplicemente rispettoso, proprio come usare il loro nome', Nick Adams, direttore della Rappresentanza transgender presso GLAAD, ha detto della parola dell'anno in una dichiarazione via e-mail. 'La scelta di Merriam-Webster è l'ultimo esempio della crescente consapevolezza e accettazione del fatto che il genere non è binario, ma c'è ancora molta strada da fare prima che la lingua, la politica e la cultura siano completamente affermative e inclusive'.

Altre parole nell'elenco di fine anno di Merriam-Webster includono impeach, quid pro quo, snitty, e il.

Relazionato: Risposte a tutte le tue domande sui pronomi di genere neutro