Il costo della salute mentale del cambio di codice nel campus

Identità

Il costo della salute mentale del cambio di codice nel campus

Per gli studenti neri, il cambio di codice a scuola può richiedere un pedaggio.

18 settembre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Elliot Stokes
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Robinson Cook, un anziano nero dell'Università del Wisconsin-Madison, è stanco. 'La commutazione del codice è estenuante', afferma Cook. 'Se potessi cavarmela, direi esattamente quello che voglio dire nel modo in cui voglio dirlo. Ma nessuno lo vuole '.

Il cambio di codice, o il processo di passaggio da un dialetto all'altro a seconda dell'impostazione, è una pratica profondamente radicata nella società americana. Sebbene il cambio di codice a volte possa riferirsi al passaggio rapido da una lingua all'altra, fa più comunemente riferimento all'abitudine di conformarsi alla cultura dominante attraverso un cambiamento nel dialetto - che può avere quote molto più alte per alcuni rispetto ad altre. Per i neri, è uno spostamento costante tra l'inglese vernacolare afroamericano (AAVE) e l'inglese standard bianco, ma può anche essere la differenza tra successo e fallimento negli spazi dominati dal bianco.

Soprattutto per gli studenti universitari neri, a volte il cambio di codice può sembrare un requisito per inserirsi in uno spazio così fortemente saturo di colleghi bianchi, professori e standard di eccellenza accademica. Molti hanno notato che le persone che usano AAVE sono erroneamente considerate meno intelligenti, rendendo l'inglese bianco la lingua accademica. Gli esperti hanno notato quanto le persone siano giudicate severamente in base al dialetto e al modo di parlare. Gli studi dimostrano che insegnare agli studenti a cambiare codice in modo efficiente in giovane età può aiutarli a trovare lavoro o ottenere accettazione in college di alto livello più avanti nella vita. Per gli studenti che sentono di dover conformarsi a quello per avere successo, un cambio di codice può essere non solo un inconveniente, ma un enorme tributo emotivo e un danno per la salute mentale.

'Per quanto riguarda l'aula, molte persone scelgono di passare da un codice all'altro per orientare i pregiudizi negativi altrui contro di loro', ha affermato Preshuslee Thompson, specialista in formazione e sviluppo presso l'Istituto di studio di razza ed etnia di Kirwan, . 'La commutazione del codice può spesso essere un modo per far sapere ai bianchi che puoi navigare in uno spazio o anche che appartieni a uno spazio'.

'L'inglese nero spesso non è riconosciuto come un dialetto distinto negli Stati Uniti', ha detto Thompson. 'Ciò induce le persone a ritenere che si tratti di un inglese rotto o meno istruito, il che non è il caso'.

Nelle scuole, le sfumature tra l'inglese bianco e AAVE possono spesso ostacolare l'apprendimento degli studenti neri. Gli studenti neri non devono solo leggere e scrivere in un dialetto diverso per esibirsi bene in classe, ma devono farlo anche per essere accettati da colleghi bianchi e figure autoritarie.

'Tutti hanno sentito l'idea di una' voce bianca ', ha detto Cook. 'Conosco la mia più di quanto conosca la mia vera voce. Quando sei nero e vuoi qualcosa da una persona bianca - ammissione a scuola, offerte di lavoro, lo chiami - non hai alcuna possibilità se non parli la loro lingua '.

Cambiare il modo in cui parli, in particolare di fronte alla discriminazione, può richiedere un tributo mentale.

sac à dos fille tween

'Il cambio di codice può far sì che le persone non siano pienamente presenti al momento perché stanno monitorando ogni parola che esce di bocca', ha detto Nanika Coor, psicologa a Brooklyn. 'Nel tempo, ciò può diventare molto traumatico per una persona. Può anche influire sulla capacità di uno studente di esibirsi, sia a scuola che in altri aspetti della sua vita '.

Nel campus, ciò può significare avere a che fare con un monologo interno costante che dice agli studenti neri che non sono abbastanza intelligenti - o abbastanza bianchi - per adattarsi o prosperare all'università.

'Sento costantemente una spinta inconscia a cambiare codice', ha detto Aja Isabel, junior alla Columbia University. 'È un impulso che lavoro quotidianamente per sopprimere, che ha un enorme impatto emotivo'.

Annuncio pubblicitario

'A volte è difficile separarmi dalla persona che mi aspetto di essere', ha detto Cook. 'Tornare a casa alla fine della giornata sembra togliersi un costume. Quando sono fuori nel mondo, mi esibisco costantemente per tutti gli altri. Non è mai un'esperienza positiva. O ci riesco e posso continuare a suonare insieme, o sono uscito come un impostore e evitato '.

Proprio come i neri in tutta l'America scivolano nell'inglese bianco per apparire più professionali o essere presi sul serio in contesti accademici, c'è una lunga storia di persone non nere che usano AAVE per sembrare alla moda, casual o alla moda. Questo cambio di codice inverso è una particolare forma di appropriazione culturale che consente alla cultura dominante di esplorare e godere di una forma di cultura nera senza giudizio in un modo che gli afroamericani non possono permettersi.

'È così fastidioso', afferma Precious Davis, senior presso il Vassar College. 'La prima volta che ho sentito una persona bianca dire' bougie 'a scuola ho fatto una smorfia'.

Bougie. Ratchet. Di base. Woke. Per i neri che sono cresciuti parlando in AAVE, il cambio di codice inverso può essere particolarmente dannoso: la prova che l'unica cosa che impedisce ai neri americani di parlare naturalmente è il colore della loro pelle. Molti studenti universitari che usano questi termini sono completamente inconsapevoli delle origini nere del gergo, il che può rendere la situazione ancora più frustrante.

'Comunque la maggior parte di voi lo sta usando male', ride Davis. 'Lo trovo divertente'.

Tutto ciò può influire sulla salute mentale degli studenti neri in vari modi e rendere infinitamente più difficile sentirsi a proprio agio o al sicuro nel campus. Inoltre, molti campus non dispongono di adeguati servizi di salute mentale, il che rende più difficile per gli studenti neri che soffrono di malattie mentali o maggiore stress trovare supporto, specialmente se mancano i consulenti di colore. Per questo motivo, molti si rivolgono alla comunità per trovare conforto.

'Ci sono poche persone a scuola con cui posso parlare in modo normale', ha detto Davis. 'Ma avere una comunità nel campus che parla come me cancella uno strato di stress dalla conversazione e mi fa sentire a casa'.

sacs à dos à la mode pour l'école