La storia di Yemaya, la sirena della dea dell'oceano regina di Santeria

Cultura

La storia di Yemaya, la sirena della dea dell'oceano regina di Santeria

Dalla religione yoruba, Yemaya fu portata nel Nuovo Mondo dagli schiavi africani già nel XVI secolo.

9 luglio 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
YAMIL LAGE / Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Ultimamente si è discusso molto sulle sirene. Mercoledì scorso, è stato annunciato che la cantante di Chloe x Halle Halle Bailey sarebbe stata scelta per interpretare Ariel nel remake live-action di Disney La Sirenetta. Quello che doveva essere un momento celebrativo per l'artista di talento, è diventato un acceso dialogo sui social media sulla validità di far interpretare una giovane donna di colore con un personaggio animato bianco adattato da una fiaba di Hans Christian Andersen.

Ma la storia di origine delle sirene è di folklore e spiritualità diverse, che attraversa il mondo in molte iterazioni diverse, con alcuni di origine africana.

Spesso raffigurata come una sirena regale, Yemaya è considerata la dea madre dell'oceano a Santeria, una religione afro-caraibica praticata in tutto il mondo. Con radici radicate nella religione yoruba, Yemaya fu portata nel Nuovo Mondo dagli schiavi africani già nel XVI secolo.

https://twitter.com/TyreeBP/status/1146624990772523009

Come uno dei figli maggiori di Olodumare, l'Essere Supremo o Creatore dell'Universo, Yemaya è uno degli Orisha o 'semidei' più ampiamente venerati associati a diversi elementi o forze della natura. Come tradizione orale, gli attributi, le manifestazioni e le storie di origine di Yemaya possono variare a seconda di dove ti trovi nel mondo (in particolare tra Brasile, Cuba, Haiti e Stati Uniti), inclusa la pronuncia e l'ortografia del suo nome.

couverture de l'album de badie eilish bad guy

Yemaya è forse la più nutriente di tutte le Orisha, e si ritiene che tutta la vita provenga dalle sue acque profonde e nutrienti. La sua energia forte e protettiva può essere trovata praticamente ovunque, ma soprattutto vicino agli oceani e ai laghi. È associata ai numeri sette e dieci, ai colori blu e bianco, perle, argento, conchiglie e colombe. Le offerte per lei includono melassa, torte di cocco, fiori bianchi e anguria.

Per le streghe praticanti, Yemaya ha un'energia feroce, nutriente e gentile, spesso associata alla luna e alla stregoneria. Come 'Madre di tutti', si dice che aiuti in questioni di auto-amore, fertilità, ferite emotive, traumi e lavoro di guarigione. Ma se la attraversi, manchi di rispetto per il suo terreno o fai del male a uno dei suoi figli, ha una grave serie di rabbia. Con una lama larga, è nota per 'fare il bagno nel sangue dei suoi nemici' o manifestarsi sotto forma di un'onda di marea.

La storia di Yemaya fu originariamente portata a Cuba attraverso la tratta degli schiavi transatlantica. Dal momento che Cuba fu occupata e colonizzata dagli spagnoli cattolici, la pratica della Santeria era illegale. Sotto il dominio comunista altamente censurato di Fidel Castro in seguito alla Rivoluzione cubana, la religione continuò a essere messa fuorilegge, e solo fino a poco tempo fa fu apertamente riconosciuta e legalizzata nel paese dell'isola.

Annuncio pubblicitario

Come molte pratiche religiose al di fuori della norma dominante, gli Orishas e il loro simbolismo, rituali e folklore dovevano essere tenuti segreti e infine sincronizzati con quelli della Chiesa cattolica romana. E chi è la signora regnante nel cattolicesimo? Mamma Maria, certo.

Alla fine, i praticanti, i sacerdoti e le sacerdotesse di Santeria lentamente sincronizzarono la Dea del Mare - Yemaya - con l'immagine di Madre Maria. Nell'iconografia, entrambe le figure della santa madre sono rappresentate vestite di blu e bianco. Uno visto come dare alla luce il figlio di Dio e uno ha dato alla luce tutti gli esseri viventi. Sebbene la Vergine Maria sia tradizionalmente raffigurata come una donna bianca (una falsa rappresentazione nella storia, ma questa è un'altra storia), Yemaya è raffigurata come una donna di colore. Sorgendo radiosamente dal mare, la sua pelle scura che brilla sotto la luna, Yemaya domina il suo dominio con grazia, bellezza e saggezza materna.

Si dice che lo spirito di Yemaya trascenda tutto, ma è più facile per noi comprendere le forze divine quando attribuiamo loro le qualità umane; dai greci ai cristiani agli indù, praticamente ogni religione del mondo lo ha fatto per tutte le iterazioni delle moderne 'sirene'.

costumes de bal pour les femmes

Yemaya è spesso raffigurata come una sirena. Ma i simboli e l'iconografia hanno un modo di radicare lo spirituale in qualcosa di più tangibile in modo da poterlo comprendere meglio. E Yemaya esiste al di fuori di strette scatole di classificazione, al di fuori dell'iconografia. Prende tutte le forme, eppure ci sforziamo di darle un volto. Non sono la sua razza, i suoi vestiti o anche i suoi limiti geografici a definirla, ma piuttosto la sua potente presenza.