La storia dimenticata dietro la festa del papà

Politica

La storia dimenticata dietro la festa del papà

Molti uomini americani hanno trovato l'idea troppo effeminata per i loro gusti.

15 giugno 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

In una società costruita sul patriarcato, penseresti che l'idea di una vacanza che celebra gli uomini che erano diventati padri sarebbe stata pienamente accettata. Non è stato così quando è stata proposta la festa del papà, in particolare negli Stati Uniti, creando quello che è diventato un dibattito fortemente contestato.

La festa del papà divenne festa nazionale negli Stati Uniti nel 1972, quando fu ufficialmente riconosciuta dall'amministrazione del presidente Richard Nixon, sei anni dopo che l'ex presidente Lyndon B. Johnson emise il primo proclama per la festa del papà presidenziale nel 1966, dichiarando la terza domenica di giugno dedicata giorno per commemorare i papà. Per quasi 50 anni, abbiamo celebrato formalmente i padri e le figure paterne nella nostra vita, acquistando biglietti di auguri decorati con barbecue e gli ultimi attrezzi da pesca senza pensarci due volte.

Ma questa dedica della metà del 20 ° secolo non rifletteva i sentimenti del paese sulla paternità durante la prima metà di quel secolo. Secondo Lawrence R. Samuel, l'autore di Paternità americana: una storia culturale, l'idea di una vacanza che esaltava la paternità era inconcepibile per la maggior parte delle persone all'inizio del 1900.

'Gli uomini hanno dominato la società americana all'inizio del XX secolo, ovviamente, facendo concludere a molti che stabilire un giorno speciale per onorare i padri fosse un'idea piuttosto sciocca e del tutto superflua', dice Samuel Teen Vogue.

A differenza della festa della mamma, che è stata ufficialmente riconosciuta nel 1914 e è diventata un giorno accettato a livello nazionale per celebrare i servizi non apprezzati delle mamme in tutto il paese, la festa del papà ha avuto più difficoltà a convincere gli uomini ad accettare una giornata a loro dedicata. 'Molti uomini americani hanno trovato l'idea di una festa del papà troppo effeminata per i loro gusti, e hanno anche creduto che fosse una vacanza inventata esclusivamente per scopi commerciali', spiega Samuel.

sacs cool pour l'école

Secondo Samuel, la prima festa del papà ebbe luogo nel 1908 in una chiesa della Virginia dell'Ovest, dopo che centinaia di uomini morirono nel peggior incidente minerario della storia degli Stati Uniti. Era una vacanza che doveva essere impressa in segno di gratitudine, ed era Grace Golden Clayton, figlia di un reverendo devoto, che per prima cosa propose un giorno per onorare i padri sia vivi che morti.

Il creatore della celebrazione nazionale dei padri è spesso considerato Spokane, Washington, residente Sonora Smart Dodd. Dodd è stata allevata dal suo padre single, che ha cresciuto lei e i suoi cinque fratelli dopo la morte della madre. Per onorare suo padre, voleva creare una vacanza che imitasse la festa della mamma già accettata a livello nazionale e domenica 19 giugno 1910 tenne la celebrazione della festa del papà. Essendo un incontro più formale, Dodd divenne la madre della rivoluzione della festa del papà negli Stati Uniti, per così dire.

Samuel si riferisce alla creazione della festa del papà di Dodd come più felice della versione originale, West Virginia, della stessa vacanza.

'Quello che divenne noto come la festa del papà fu celebrato in varie parti del mondo e in vari modi risalendo al Medioevo o forse anche prima', spiega Samuel. 'Durante i primi decenni del XX secolo, la festa del papà ha gradualmente preso piede per diventare la festa popolare che è oggi negli Stati Uniti'.

Come spiega Samuel, non è stato fino agli anni '30, quando la festa della mamma era stata considerata altamente commercializzata, che i principali rivenditori hanno aperto le loro sedi alla festa del papà, con l'obiettivo di ricreare il successo della festa della mamma.

'Mentre molti consumatori guardavano i loro soldi durante la depressione, erano ansiosi di mostrare apprezzamento per i loro cari che prestavano servizio nell'esercito durante la seconda guerra mondiale, gettando le basi per la spesa di oltre 1 miliardo di dollari che è oggi', Samuel dice del padre L'appello commerciale di Day nelle sue fasi iniziali.

Annuncio pubblicitario

Con esitazione e respingimento da parte dei padri in tutto il paese, afferma Samuel, sono stati vari presidenti americani a giocare un ruolo chiave nel rendere la festa del papà la festa che conosciamo e celebriamo oggi.

'I presidenti (Woodrow) Wilson e (Calvin) Coolidge hanno riconosciuto pubblicamente il giorno, soprattutto perché lo hanno visto come un buon modo per migliorare la loro immagine tra gli elettori. Quando hanno cercato di renderlo una celebrazione approvata a livello federale, tuttavia, il Congresso li ha respinti entrambi ', afferma Samuel. 'Salta avanti alcuni decenni, quando il presidente Johnson divenne il primo presidente a onorare ufficialmente i padri nel 1966, e sei anni dopo il presidente Nixon stabilì con successo la festa del papà come festa nazionale. Nel 1979, il presidente Carter fu costretto a redigere ufficialmente la festa del papà, e lo fece proprio nell'aprile dello stesso anno in un discorso televisivo nazionale '.

Grazie a una spinta pubblicitaria di vari presidenti nel corso di quasi 100 anni, la festa del papà divenne più accettata nella società americana. Di conseguenza, anche l'idea della paternità è cambiata. Secondo Samuel, il presidente Carter si aspettava che i padri avessero un ruolo più significativo nell'educazione dei figli e assumessero maggiori responsabilità all'interno della loro vita familiare. Più attualmente, Barack Obama e Michelle Obama hanno usato la loro amministrazione per sollecitare i padri americani a porre l'accento sull'importanza e sul valore della paternità.

Da allora la festa del papà è diventata un'istituzione riconoscibile, con l'era moderna che celebra i padri in varie forme.

'La festa del papà - come molte altre festività - è diventata, al di là della (privacy) delle sue osservazioni familiari, un punto di riferimento per il marketing, in particolare per quanto riguarda il consumismo domestico', Tim Marr, professore e autore del passaggio della Festa del papà nel libro Mascolinità americane: un'enciclopedia storica, racconta Teen Vogue. 'Ha contribuito a far evolvere anche la categoria del padre', dice, per 'includere un'ampia fascia di altri, ea volte multipli, figure paterne (inclusi) padri divorziati, patrigni, padri adottivi, nonni e uomini non sposati che convivono nel case di bambini che non sono loro '.

Samuel fa eco all'osservanza di Marr dell'evoluzione della festa del papà e nota che da allora i padri hanno rifiutato il 'modello femminile' e trasformato la vacanza in una che 'celebra la loro virilità'. Indica regali come certificati per il paintball o la guida di auto da corsa, al contrario di fiori e cravatte, come primi esempi di affermazioni di questa nuova 'genitorialità maschile'.

'La festa del papà è molto più di una' festa caratteristica ', credo, in quanto ricorda il ruolo importante e talvolta trascurato che i papà svolgono nella vita dei bambini', afferma Samuel.

'La giornata è quindi un'occasione rara per riconoscere formalmente che i padri contano davvero conferendo ai loro figli i doni psicologici di fiducia, autostima, senso di avventura e assunzione di rischi'.