La prima donna democratica indigena del Nord Dakota indossava abiti tradizionali da giurare

Stile

La prima donna democratica indigena del Nord Dakota indossava abiti tradizionali da giurare

Ruth Buffalo ha recentemente sconfitto il rappresentante Randy Boehning, che ha sponsorizzato una legge intesa a reprimere il voto dei nativi nel Nord Dakota.

5 dicembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Per gentile concessione di Ruth Buffalo
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Il mese scorso, Ruth Buffalo ha fatto la storia quando è diventata la prima donna democratica dei nativi americani eletta alla legislatura del Nord Dakota. La sua vittoria fu importante anche per un altro motivo: sconfisse l'ex rappresentante di stato Randy Boehning, che aveva precedentemente sponsorizzato una legge sull'identità degli elettori intesa a sopprimere il voto dei nativi nel Nord Dakota. Lunedì, Ruth ha prestato giuramento nel suo nuovo ruolo di rappresentante statale e ha indossato abiti tradizionali nativi americani per l'occasione storica.

modèles hommes noirs

È stato sicuramente un momento a tutto tondo che ha fatto ronzare la gente sui social media. Una persona la chiamava 'rappresentazione gioiosa', mentre un'altra desiderava che Ruth fosse un incarico 'molto appagante e di grandissimo successo' nella legislatura statale.

https://twitter.com/AmyTiemannPhD/status/1070361291049570304

https://twitter.com/pesterplarson3/status/1070334021110947841

https://twitter.com/FarrahFazal/status/1069712820978225152

Secondo l'Huffington Post, Ruth portava anche un fan realizzato con piume d'aquila che aveva ricevuto dai suoi fratelli del clan. 'Le piume di aquila nella nostra cultura sono molto significative', ha detto HuffPo. 'Spesso sono dotati alle persone quando hanno raggiunto un grande traguardo'.

Ruth ha continuato spiegando che l'abbigliamento tradizionale è 'parte della (sua) identità', e indossarlo durante la cerimonia del giuramento è stato un modo per rendere omaggio alla sua comunità. 'Era per onorare i miei antenati, quelli che mi hanno preceduto e le generazioni future'.

Gli intermediari del 2018 hanno portato a una maggiore (rappresentanza diversificata) a tutti i livelli di governo. Le donne, in particolare, hanno visto vittorie significative. Le democratiche Sharice Davids del Kansas e Deb Haaland del New Mexico furono le prime donne native americane elette al Congresso. Rashida Tlaib del Michigan e Ilhan Omar del Minnesota furono le prime donne musulmane elette al Congresso. E la progressista newyorkese Alexandria Ocasio-Cortez e la nuova rappresentante dello Iowa Abby Finkenauer, entrambe di 29 anni, sono diventate ufficialmente le donne più giovani mai elette al Congresso.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo:

11 marchi di moda nativi che dovresti supportare