La nazione Cherokee nominò un delegato al Congresso come stipulato nei trattati

Politica

'Ora è il momento per Cherokee Nation di eseguire una disposizione nei nostri trattati'.

Di Lucy Diavolo

26 agosto 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Kim TeeheeJosh Newton / Per gentile concessione di Cherokee Nation
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

La Cherokee Nation ha annunciato la scorsa settimana che, per la prima volta nella sua storia, ha nominato un delegato al Congresso degli Stati Uniti in conformità con le disposizioni dei trattati che la tribù ha con il governo federale. In un comunicato stampa di giovedì, il capo principale Chuck Hoskin Jr. ha nominato Kim Teehee, vicepresidente delle relazioni governative della Nazione Cherokee.





'Poiché le questioni native continuano a salire in prima linea nel dialogo nazionale, ora è il momento che Cherokee Nation esegua una disposizione nei nostri trattati', ha affermato il capo Hoskin. 'È un diritto negoziato dai nostri antenati in due trattati con il governo federale e riaffermato nel Trattato del 1866 e riflesso nella nostra Costituzione. Alla Cherokee Nation, stiamo esercitando i nostri diritti di trattato e rafforzando la nostra sovranità '.

'Sappiamo che questo è solo l'inizio e c'è molto lavoro da fare, ma stiamo lavorando in modo approfondito in termini di attuazione e chiediamo ai nostri leader di Washington di lavorare con noi attraverso questo processo e sulla legislazione che fornisce alla nazione Cherokee il delegato a cui siamo legittimamente intitolati ', ha continuato Hoskin. 'La nazione Cherokee onora i suoi trattati con gli Stati Uniti. Se gli Stati Uniti onoreranno allo stesso modo le sue promesse alla nazione Cherokee è una domanda a cui solo i suoi leader eletti possono rispondere '.

La storia dei trattati tra il governo degli Stati Uniti e le nazioni indigene è travagliata, spesso segnata da violazioni da parte del governo. Anche quando i trattati sono stati onorati, hanno spesso provocato lo sfollamento tribale.

modèles masculins de peau foncée

Secondo Smithsonian la rivista, il Trattato del New Echota del 1835 (a cui la Nazione Cherokee ha fatto riferimento nel suo annuncio giovedì) è stato usato come motivo per rimuovere i Cherokee dalle loro terre lungo quello che divenne noto come Trail of Tears, un viaggio estenuante che ha ucciso migliaia di persone. Ma la leadership tribale afferma che il trattato e il Trattato di Hopewell del 1785 garantivano il diritto alla rappresentanza al Congresso, una garanzia su cui ora vogliono far valere.

Hoskin ha detto alla CNN che la posizione potrebbe apparire simile ai rappresentanti non votanti del Distretto di Columbia o dei territori degli Stati Uniti come Puerto Rico. Attualmente, la Cherokee Nation comprende 370.000 persone in tutto il mondo, secondo il suo sito Web, e Hoskin ha affermato che la tribù si trova in una posizione di forza 'senza precedenti'.

relooking de kylie jenner

Il Trattato di Hopewell stabiliva la disposizione del Congresso nell'Articolo XII, stabilendo: 'Che gli indiani possano avere piena fiducia nella giustizia degli Stati Uniti, rispettando i loro interessi, avranno il diritto di inviare un deputato di loro scelta, ogni volta che pensare in forma, al Congresso '.

L'articolo 7 del trattato del New Echota stabiliva ulteriormente la disposizione, affermando: 'La nazione Cherokee ha già fatto grandi progressi nella civiltà e ritiene importante che ogni incentivo adeguato e lodevole debba essere offerto al proprio popolo per migliorare le proprie condizioni e tutelare e garantire nel modo più efficace i diritti garantiti (sic) a loro in questo trattato, e al fine di illustrare la politica liberale e allargata del governo degli Stati Uniti nei confronti degli indiani nella loro rimozione oltre i limiti territoriali degli Stati, si stabilisce che avranno diritto a un delegato alla Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ogni volta che il Congresso provvederà allo stesso '.

La tribù ha affermato che un terzo trattato del 1866 'ribadisce tutti i precedenti trattati tra la Nazione Cherokee e (gli) Stati Uniti'.

'Questo è un momento storico per Cherokee Nation e per i nostri cittadini. Sono davvero umiliato dal fatto che il capo Hoskin mi abbia nominato per questa straordinaria responsabilità ', ha dichiarato Teehee, il candidato della tribù per la posizione. 'Rimango favorevole alla sua visione per il futuro del nostro governo tribale e grato per l'opportunità di servire la grande nazione Cherokee'.

Annuncio pubblicitario

'Questo viaggio è appena iniziato e abbiamo ancora molta strada da percorrere per vederlo realizzato', ha continuato Teehee. 'Tuttavia, un delegato della Nazione Cherokee al Congresso è un diritto negoziato che i nostri antenati hanno sostenuto, e oggi la nostra nazione tribale è più forte che mai e pronta a difendere tutti i nostri diritti costituzionali e dei trattati. È altrettanto importante nel 2019 come nei nostri tre trattati '.

Prima di diventare vicepresidente delle relazioni governative della Nazione Cherokee nel 2014, Teehee è stata consigliere politico senior per gli affari dei nativi americani nella Casa Bianca del Presidente Barack Obama. Prima di allora, stava già lavorando al Congresso come consulente per le questioni indigene.

'Kim Teehee sarà una risorsa straordinaria per il nostro team mentre lavoriamo per rafforzare e sviluppare le relazioni nazione-nazione tra gli Stati Uniti e le nazioni tribali', ha affermato Obama in una dichiarazione del 2009 che ha annunciato la sua nomina in quel momento. 'È giustamente riconosciuta come un'eccezionale sostenitrice del Paese indiano e fornirà un'interfaccia diretta al più alto livello della mia amministrazione, assicurando una voce ai nativi americani durante le decisioni politiche'.

sac à dos scolaire pour fille adolescente

La reputazione di Teehee è più o meno la stessa di allora.

'Kim Teehee ha lavorato per anni sostenendo il Congresso, su base bipartisan, per gli interessi della Nazione Cherokee ed è estremamente qualificato per questo incarico', ha dichiarato il capo Hoskin del candidato. 'Siamo ansiosi di prendere la raccomandazione davanti al Consiglio della Nazione Cherokee e lavorare con la nostra delegazione congressuale dell'Oklahoma per far avanzare questo storico appuntamento'.

La Nazione Cherokee prevede di collaborare con la delegazione congressuale dell'Oklahoma sulla questione, secondo la CNN.

I rappresentanti Sharice Davids (D-KS) e Deb Haaland (D-NM) hanno fatto la storia nel 2018, diventando le prime donne native americane elette al Congresso.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: L'invisibilità è la forma moderna di razzismo contro i nativi americani