Il caso delle lezioni di sesso pubblico

Identità

E devono essere inclusivi.

Di Jo Yurcaba

29 marzo 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Arvida bystrom
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Quando Jamie Beckenstein aveva 15 anni, videro il film Molto male per la prima volta. C'è una scena in cui una giovane donna di nome Becca sta cercando di fare sesso con Evan (interpretato da Michael Cera). 'È davvero ubriaca e qualcuno dice qualcosa sul fatto che fosse bagnata ... e questo era l'unico concetto di ciò che avevo', ha detto Beckenstein Teen Vogue. 'Non sapevo che questo concetto di cui avevo sentito parlare una volta in un film' potesse effettivamente essere un segno di eccitazione fisica per alcune persone, e inoltre non sapevano che avrebbe potuto rendere i rapporti sessuali meno dolorosi.





Beckenstein ha affermato che la loro introduzione all'attività sessuale è stata per lo più positiva. C'era del sesso che non era piacevole, ma quelle esperienze non avevano avuto un effetto duraturo su di loro. Ma 'non avendo un'educazione al potere e al consenso', dissero. E dopo essere usciti come trans, desiderano anche che l'educazione sessuale includa le persone trans. 'Penso di aver sicuramente sperimentato molte cagate di sesso sessuale a causa della mancanza di tale accesso e non riesco a immaginare di essere l'unico'.

cheveux aisselle bella thorne

Beckenstein non è certamente l'unico giovane rimasto a chiedersi del sesso, della sessualità, dell'eccitazione e delle funzioni corporee. Ventiquattro stati e il Distretto di Columbia richiedono che le scuole pubbliche insegnino l'educazione sessuale, ma al di fuori di 20 stati non esiste un curriculum obbligatorio che richieda che le informazioni siano accurate dal punto di vista medico, fattuale o tecnico. Trentacinque stati e D.C. consentono ai genitori di rinunciare all'educazione sessuale per conto dei propri figli. Anche negli stati in cui viene fornita un'educazione sessuale 'completa', molti affermano che non è abbastanza completa. Invece, molti giovani sono lasciati a conoscere il sesso e le relazioni attraverso la cultura pop e la pornografia, o attraverso prove ed errori, e si riflette nella nostra cultura: un adolescente su tre è stato maltrattato fisicamente, sessualmente, emotivamente o verbalmente da un appuntamento compagno; sono persistenti alti tassi di violenza sessuale nei campus universitari; e c'è un ampio divario di orgasmo tra le coppie eterosessuali.

Ciò che queste statistiche mostrano è che il sesso è un'abilità sociale che devi imparare nel tempo e quando va storto le conseguenze possono essere traumatiche e durature nei casi peggiori e spiacevoli nel migliore. Allora, come dovrebbe essere la 'classe sessuale' ideale?

Dal 1993, il professor Constance Penley della UC Santa Barbara offre le cosiddette 'classi sessuali'. È un corso di studi cinematografici incentrato sulla storia della pornografia, ma è casualmente diventato una 'grande classe di educazione sessuale', ha detto Teen Vogue. Ad esempio, in uno dei primi anni in cui Penley ha insegnato alla classe, la prima volta che ha mostrato un video con una scena di sesso anale, la studentessa seduta accanto ha iniziato a scivolare sul sedile e si è messa una mano sugli occhi e ha detto: 'Non sapevo che potessi farlo'.

Le persone dell'industria del porno che ha invitato in classe avrebbero fatto domande e aperto la discussione, e 'all'inizio, è diventato chiaro che la mia classe era uno dei pochi posti in cui gli studenti potevano pensare e parlare di sesso', ha detto. 'E ... non tanto come il come, ma solo, come ti comporti? Come esprimi i tuoi desideri?

Queste sono alcune delle domande che l'educatore sessuale Ericka Hart ha affermato di dover affrontare nell'educazione sessuale e sessuale accessibile per i giovani. Le persone spesso pensano che l'educazione sessuale stia insegnando alle persone come fare sesso, ha detto Hart Teen Vogue, e sebbene possa essere, per i giovani ci sono così tanti passi prima. 'Parleresti di come navigare nel tuo genere. Parleresti di come uscire da una relazione violenta, quali sono i segni di una relazione violenta? Cosa fai in caso di violenza sessuale? Che aspetto ha il consenso '?

Annuncio pubblicitario

Sebbene molti giovani apprendano per la prima volta sul sesso attraverso la pornografia tradizionale, Hart ha affermato che dobbiamo insegnare l'educazione sessuale molto prima che molti giovani possano vedere il porno. Hanno detto che imparare sul sesso dal porno è come 'imparare a conoscere le relazioni da un film Disney'. Quindi, allo stesso modo in cui insegneremmo ai bambini che i film Disney non riflettono necessariamente relazioni sane, i giovani hanno bisogno di accedere presto all'istruzione che elude le inesattezze sul sesso e lo stigma che rende imbarazzante parlare di sesso. Nel modo in cui insegniamo alla testa, alle spalle, alle ginocchia e alle dita dei bambini, Hart ha detto che dovremmo iniziare insegnando parole come clitoride, pene, vulva, uretra, seno e capezzoli, per esempio. 'Possiamo insegnare tutto ciò ai giovani senza avere questa accusa che saranno sessualmente attivi quando avranno sette anni, il che non è il caso', ha detto.

Non solo insegnare ai giovani la corretta anatomia sarebbe scientificamente accurato, ma consentirebbe anche ai giovani di esplorare meglio il proprio corpo. Alcuni educatori sessuali che lavorano con gli adulti più anziani affermano che la vergogna sessuale è una delle cose principali che cercano di aiutare le persone a disimparare nei loro seminari o lezioni. 'Ci sono così tante volte che vorrei poter lavorare con le persone prima che normalizzassero e interiorizzassero questi valori e ideali negativi', ha affermato Dalychia Saah, uno dei creatori di AFROSEXOLOGY, un'organizzazione che cerca di 'educare, esplorare, e rivendicare la 'sessualità nera'.

La co-creatore Rafaella Fiallo è d'accordo. Ha detto che la maggior parte delle domande che pongono dagli adulti non riguarda il modo di masturbarsi o il sesso orale, ma la comunicazione e il disimballaggio della vergogna sessuale. E poiché le persone temono il rifiuto di chiedere quello che vogliono, o temono l'imbarazzo se vengono percepite come inesperte sessualmente, non protestano quando qualcosa non sta bene. E ciò può avere effetti duraturi sulla relazione di qualcuno con il piacere. 'Nel corso del tempo ti stai insegnando, ti stai allenando, per calmare le tue preoccupazioni, per non ascoltare il tuo corpo, per dire che ciò che è importante per te non ha importanza', ha detto Fiallo. 'Ma ti rende anche, per alcune persone, meno incline a cercare quale sia il loro piacere'.

Senza istruzione su come accedere al proprio piacere e su come negoziare con i partner, i giovani possono sentirsi spinti ad avere quello che è considerato sesso 'normale', anche se non gli piace. Definire i confini è qualcosa che Jessica Rubinsky ha detto di desiderare di aver imparato di più in una lezione di sesso o sessualità. Rubinsky ha detto che, essendo una persona cresciuta come una donna, si sono sentite obbligate 'a far provare piacere alla mia compagna e che praticamente non potevo dire di no', hanno detto.

Quella pressione a volte divenne coercizione per alcuni dei giovani con cui ho parlato. Andrea * ha detto che non le è stato davvero insegnato riguardo ai confini o al consenso, e quando aveva 18 anni un ragazzo con cui era stata agganciata si era presentata ubicata nella sua stanza del dormitorio del college ubriaca e aveva chiesto sesso. 'Ad un certo punto ha detto qualcosa del genere:' In tutto il tempo che hai trascorso a discutere con me al riguardo, avremmo potuto già farlo ',' ha detto. 'Così abbiamo fatto, nella doccia del bagno semi-privato che ho condiviso con altre tre persone'.

Anche Beckenstein ha sperimentato qualcosa di simile. Dissero che prima di uscire come trans erano una donna etero. 'Ma quando ho iniziato a uscire ero molto preoccupato, e, proprio così, ... che avrei perso la mia comunità sessuale e l'accesso sessuale, che era con uomini di cisgender', hanno detto. Quindi per circa un anno hanno avuto una relazione di sesso coercitivo. 'Poiché non pensavo che avrei avuto accesso sessuale altrove, ero tipo,' Beh, allora devo assolutamente attenermi a questo, '.'

Annuncio pubblicitario

L'esperienza di Beckenstein mostra perché ogni classe di sesso e sessualità accessibile non deve solo coprire la comunicazione, il consenso, la coercizione e l'impostazione dei confini, ma, come ha detto Hart, deve anche coprire cose come l'identità di genere, la razza, la classe e la disabilità. 'Le nostre identità informano le nostre esperienze con il nostro corpo e con il sesso e la sessualità', ha detto Saah. 'Quindi la mia esperienza è molto informata dall'essere una donna nera, di prima generazione, cisgender. Questo informa come sono stato condizionato a vedere il mio corpo, a sperimentare il mio corpo, al modo in cui le persone hanno trattato il mio corpo e come sento che il mio corpo può provare piacere; per chi mi è stato detto che il piacere è per chi non lo è '.

Anche i giovani vogliono queste informazioni - qualcosa che molti educatori sessuali e giovani sottolineano. Faranno comunque sesso, quindi devono avere le abilità per navigare nella propria sessualità, situazioni sessuali e relazioni, in generale. L'educatrice sessuale Cindy Lee Alves ha affermato che il sesso è una pratica, come lo yoga o l'adozione di migliori abitudini di studio. 'Come se potessi leggere un libro sul calcio - questo non significa che sarò in grado di giocare nel Super Bowl', hanno detto.

Saah e Alves hanno detto che le lezioni pubbliche di sesso e sessualità, se fossero rese disponibili, dovrebbero essere accessibili il maggior numero possibile di posti e il più presto possibile, anche se potrebbero esserci delle barriere politiche a questo.

Ma potrebbero esserci altre opzioni che potrebbero essere fornite al di fuori delle scuole. L'educatrice sessuale Kait Scalisi ha raccomandato il programma Our Whole Lives (OWL), sviluppato dalla Unitarian Universalist Association (UUA) e dalla United Church of Christ (UCC). Il programma secolare può essere offerto ovunque e si occupa, tra l'altro, di sessualità, genere e piacere.

Il programma attualmente offre sei curricula: gradi K-1; gradi 4-6; gradi 7-9; gradi 10-12; giovane adulto, dai 18 ai 35 anni; e adulto, che ha 36 anni o più. Ha detto Melanie Davis, Associata al Programma OWL Teen Vogue il programma sta inoltre creando un nuovo curriculum per gli adulti di età superiore ai 50 anni. Ha affermato che il programma tiene conto del fatto che 'siamo persone complesse con aree complesse di cui dobbiamo conoscere, comprendere e accettare'. Oltre al consenso all'insegnamento e alla definizione dei confini, Davis ha anche insegnato che 'va bene dire di sì e che non li vergogniamo di voler dire di sì o di provare piacere'.

Ed è quello che dovrebbe essere il punto cruciale di ogni buona classe di sesso e sessualità: che le persone hanno il diritto al piacere - di capire come la loro sessualità è stata influenzata dal mondo che li circonda, per scoprire che cosa è giusto per loro, per avere relazioni sane, avere il libero arbitrio sul proprio corpo o non avere rapporti sessuali.

Il piacere è anche più grande del semplice sesso. Saah ha detto che quando insegniamo alle persone le abilità sessuali legate al consenso e alla navigazione nelle relazioni e ai confini e chiedendo ciò che vogliono, 'stiamo anche dando alle persone abilità che possono usare al di fuori del sesso per tutta la vita'.

'È una forma di potenziamento', ha detto. 'Quindi quando insegniamo alla gente come desiderare qualcosa e seguire ciò che desiderano per il proprio corpo, diciamo anche alla gente ... cosa desideri quando si tratta delle tue amicizie? Cosa desideri quando si tratta del nostro mondo? E come possiamo avanzare verso quello invece di accontentarci di interazioni sessuali, amicizie, relazioni, esperienze di lavoro non consensuali e non piacevoli, non affermative, e del nostro paese '.

* Il nome è stato cambiato.