I Midterms del 2018 hanno visto il giro d'affari degli elettori della grande gioventù, ma c'è ancora spazio per la crescita

Politica

Si stima che il 31% degli elettori idonei di età compresa tra 18 e 29 anni abbia effettivamente votato.

Di Linley Sanders

10 novembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
ROBYN BECK
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

I giovani americani hanno intensificato l'impegno politico, ma c'è ancora molta strada da fare fino a quando la seconda base elettorale più grande della nazione supera i tassi di affluenza alle urne degli americani più anziani, sulla base delle stime di affluenza giornaliera delle elezioni di medio termine del 2018.





déchirant les symptômes de l'hymen

Si stima che il 31% delle persone idonee di età compresa tra 18 e 29 anni abbia votato a metà mandato del 2018, secondo il Center for Information and Research on Civic Learning and Engagement (CIRCLE). Ciò supera la partecipazione della stessa fascia d'età alle elezioni intermedie del 2014 di circa 10 punti percentuali, ma è ancora molto al di sotto del numero che ha votato alle elezioni presidenziali del 2016, quando il 51% degli elettori del millennio ammissibili ha votato.

La differenza di affluenza tra il 2016 e il 2018 non è sorprendente poiché l'affluenza alle elezioni di medio termine è quasi sempre eclissata dagli anni presidenziali, secondo lo United States Election Project, un sito web incentrato sui dati elettorali. Le battaglie di alto profilo della Casa Bianca attirano il coinvolgimento in altre gare di scrutinio e l'interesse generale porta più persone a sottolineare l'importanza del voto. Ma con il 31% dei partecipanti al 2018, la maggioranza degli elettori ammissibili non ha ancora partecipato.

Se il voto dei giovani è aumentato di circa 10 punti percentuali nel 2018, come previsto dal CIRCLE nel conteggio finale, l'organizzazione ha affermato che sarebbe 'il più alto livello di partecipazione (alle elezioni di medio termine) tra i giovani nell'ultimo quarto di secolo'. Quel tasso di espansione significherebbe che quest'anno milioni di giovani americani hanno votato, quasi sicuramente influenzando le razze chiave con margini di vittoria stretti, aiutando a eleggere una storica 100 donne al Congresso e candidati LGBTQ + alla carica.

calendrier kylie jenner complet

'Un'ondata di giovani sta investendo questa nazione', ha dichiarato Debra Hauser, presidente per gli avvocati senza scopo di lucro della gioventù. 'I giovani sono indignati dai politici la cui retorica e le azioni incoraggiano i bigotti estremisti. Non accettano questo mondo di razzismo, misoginia, transfobia, omofobia, islamofobia e antisemitismo, né la violenza e i danni che ne derivano. In numeri record, hanno votato per il cambiamento '.

Ma mentre i millennial stanno rapidamente diventando la più grande generazione di voto ammissibile, secondo il Pew Research Center, non votano ancora in modo abbastanza coerente da essere la fascia di età di voto più influente. Secondo i dati dell'Ufficio censimento degli Stati Uniti del 2016, le percentuali più basse di elettori registrati e attivi si trovano tra i giovani. Tradizionalmente, la partecipazione degli elettori d'America tende ad aumentare con l'età, con i 65-74 anni che compongono il gruppo di elettori più coerente e attivo negli Stati Uniti, secondo i dati del censimento degli Stati Uniti. Nel frattempo, la Gen Z sta appena iniziando a raggiungere l'età del voto; 7 milioni di elettori della Gen Z hanno potuto votare nel 2016, secondo Pew.

L'affluenza dei giovani ha superato la media nazionale del 31% negli Stati con litigi politici controversi, come Florida, Georgia, Nevada, Ohio e Wisconsin, secondo le stime di CIRCLE. In queste regioni di alto profilo del paese, l'organizzazione sostiene che l'affluenza della gioventù americana a liberalizzazione degli Stati Uniti ha fatto la differenza. Nel Wisconsin, ad esempio, il governatore repubblicano Scott Walker è stato estromesso dal democratico Tony Evers, un candidato che guidava Walker con i giovani, secondo il Wisconsin State Journal.

comment maîtriser les mâles

In Georgia, un altro punto in cui CIRCLE crede che l'affluenza ai giovani fosse superiore alla media, il repubblicano Brian Kemp guida il democratico Stacey Abrams nella stretta corsa governativa dello stato, con il libertario Ted Metz che ottiene meno dell'1 percento dei voti. Il margine tra Kemp e Abrams rimane abbastanza vicino che Abrams ha rifiutato di concedere. La Georgia ha una regola unica secondo cui se un candidato non è in grado di ottenere il 50% dei voti, i primi due candidati avanzano alle elezioni di deflusso a dicembre. Durante un discorso, Abrams disse: 'I voti rimangono da contare; ci sono voci che restano da ascoltare ... Crediamo che la nostra possibilità di una Georgia più forte sia a portata di mano '.

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: 6 cose da fare per rimanere politici ora che gli intermediari sono finiti