Parlare di salute mentale è ancora un tabù in K-Pop, ma le cose stanno cambiando

Musica

Parlare di salute mentale è ancora un tabù in K-Pop, ma le cose stanno cambiando

'Possono affrontare il continuo stress di programmi intensi, la privazione del sonno e la pressione scoraggiante di essere' perfetti 'agli occhi del pubblico'.

y a-t-il beaucoup de sang quand ta cerise éclate
25 ottobre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

È la settimana di K-Pop! Teen Vogue sta esplorando il genere musicale popolare con articoli che esplorano le sue origini, le più grandi star e le complessità.

Da Billie Eilish che si è recentemente aperta sui suoi attacchi di panico ad Ariana Grande che ha annullato il meet-and-greet per preservare la sua energia mentale, c'è una crescente apertura e comprensione della salute mentale quando si tratta di alcune delle più grandi star del pop di oggi. E man mano che i musicisti americani diventano più schietti sulla salute mentale, anche la conversazione e l'attivazione intorno all'argomento nel mondo del K-pop stanno lentamente, ma sicuramente stanno diventando più accettabili.

In un'industria che spesso recluta i suoi artisti come adolescenti per addestrarli e prepararli per anni prima di decidere se sono pronti a fare il loro debutto musicale, la scena K-pop richiede dedizione, perseveranza e duro lavoro di lunga data. Anche per coloro che non seguono il tipico percorso da star del K-pop attraverso una delle varie compagnie di intrattenimento che generano idoli, la società sudcoreana è particolarmente dura con un sacco di pressione esercitata su giovani e studenti. Il paese ha costantemente uno dei più alti decessi per suicidio nel mondo - il secondo più alto tra i paesi sviluppati - e gli esperti continuano a sottolineare che mancano risorse per coloro che lottano con la salute mentale.

Di recente, il mondo ha affrontato due tragedie su come questo stigma possa influenzare la scena K-pop. L'amato cantante Kim Jong-hyun, un membro della boy band SHINee, secondo quanto riferito è morto per suicidio nel dicembre 2017. Il giorno dopo questa morte, un collega secondo quanto riferito ha condiviso un messaggio di Kim in cui ha scritto che era 'rotto dall'interno' e ha detto la sua depressione non è stata presa sul serio. La tragedia è scoppiata di nuovo all'inizio di ottobre quando Sulli, una cantante-attrice ed ex membro del gruppo femminile f (x), è anche morta inaspettatamente da quello che si sospetta essere un suicidio. Sulli era amato nel mondo del K-pop, andando spesso controcorrente ed esprimendo la sua lunga lotta per affrontare commentatori e voci malvagie che seguivano la sua carriera per anni.

'Le star K-pop di solito fanno il loro debutto durante importanti anni formativi della loro giovinezza', dice il dottor Nesochi Okeke-Igbokwe, medico con sede a New York Teen Vogue. 'Possono affrontare il continuo stress di programmi intensi, la privazione del sonno e la pressione scoraggiante di essere' perfetti 'agli occhi del pubblico'.

L'idea di essere perfetta come artista K-pop - o 'idolo', come sono noti in Corea, che suggerisce la loro necessità di essere umani ideali e perfetti, si fa sentire in tutto, dal modo in cui cantano e ballano ai loro manierismi in televisione con una forte enfasi sul loro aspetto e fisico. Nella società coreana fortemente connessa digitalmente, l'opinione pubblica e la percezione sono spesso influenzate da spietati commenti online e siti di social network. I fan spesso sorvegliano la loro vita personale, anche criticandoli quando vengono visti con qualcuno a cui stanno potenzialmente uscendo.

In uno dei più grandi raduni americani di fan del K-pop, KCON Los Angeles, la salute era nella mente dei fan. Durante la conferenza, due sessioni di esperti del convegno hanno affrontato il tema della salute mentale nel K-pop Il Los Angeles Times ha sottolineato come gli artisti aiutano a creare spazi e comunità sicuri per i diversi tipi di persone che si incontrano.

tom higgenson delilah dicrescenzo

Nonostante quanto i fan siano disposti a discutere di questi argomenti, le star sono di solito più a bocca chiusa, anche se non è chiaro di chi sia la scelta. Quando si parla di salute mentale e cura di sé in varie interviste, molti artisti scelgono di allontanarsi dall'argomento o di girare la domanda per presentarla come suggerimenti per aiutare i propri fan invece di condividere qualcosa di troppo personale. In effetti, il team di gestione di un artista è apparso così preoccupato per il tema delle avversità come una star K-pop che ha rifiutato Teen Vogue per consentire del tutto la domanda.

Annuncio pubblicitario

La scena K-pop offre un set unico di fattori di stress che probabilmente vanno oltre le preoccupazioni del tuo solito interprete. Tutto, dall'atteggiamento percepito di un idolo al modo in cui poggiano la testa, può essere separato dagli utenti di Internet con attori femminili che guadagnano critiche notevolmente più dure. Anche in aeroporto, le star dovrebbero mettere la moda prima del conforto per i fotografi (o rischiare di provocare controversie) e sorridere e sopportare folle di fan e giornalisti.

'Dover affrontare lo stress così intenso e il controllo pubblico in giovane età non è qualcosa che tutti possono gestire', aggiunge il dott. Okeke-Igbokwe. 'Vivere incessantemente livelli elevati di stress può compromettere la salute fisica e mentale di chiunque. Lo stress cronico può tradursi in un sistema immunitario più debole per alcuni e aumentare il rischio di varie condizioni di salute '.

Inoltre, mantenere un'immagine perfetta e ferma, sia in senso figurato che letterale, è una pietra miliare della cultura K-pop.

'C'è un'enorme pressione affinché le star della K-pop si inseriscano in uno stampo di bellezza', afferma la dott.ssa Michelle Lee, una chirurga plastica certificata che frequenta spesso animatori internazionali al PERK Plastic Surgery di Beverly Hills. La Corea è spesso conosciuta come la capitale della chirurgia plastica, che vanta il più alto tasso di procedure cosmetiche pro capite al mondo. 'Ogni volta che vediamo clienti K-pop in crescita, il nostro primo obiettivo è sempre quello di determinare se la motivazione per la chirurgia plastica proviene dal cliente o da pressioni esterne. La chirurgia plastica non dovrebbe mai essere motivata da qualcun altro '.

Mentre c'è molto lavoro da fare quando si tratta di abbattere lo stigma sulla salute mentale, alcuni gruppi si sono appoggiati a un messaggio più semplice di positività. La nascente boy band e gli straordinari ATEEZ dei KCON hanno parlato della comunità di supporto che i loro fan, noti come ATINY, hanno creato e li hanno incoraggiati a continuare a influenzare positivamente gli uni sugli altri. 'Sono stato in grado di sentire l'amore dei fan e perché ho sentito quell'amore in un certo senso mi ha fatto pensare a come incoraggiarne di più', dice Seonghwa Teen Vogue (il tuo traduttore).

'Sapevamo (come i nostri fan si supportano a vicenda) e questa è una buona, buona situazione che stanno già facendo', aggiunge il leader ATEEZ Hongjoong. 'Tutti la pensiamo così. Vogliamo incoraggiare i fan a continuare a farlo e anche a superare le loro lotte in quel modo '. ATEEZ ha recentemente rilasciato il loro nuovo Treasure Ep.Fin: All to Action album che racchiude argomenti confortanti e sentimenti all'interno del loro stile hip-hop / pop su brani come 'Mist' e 'Sunrise', entrambi con temi sul sorgere del sole, un motivo letterario comune che rappresenta la speranza e la possibilità per la felicità e un giorno migliore.

Annuncio pubblicitario

ATEEZ prende a cuore quel messaggio e sembra ancora una volta essere degli esempi invece di condividere consigli espliciti per gli ascoltatori. 'Parliamo sempre dell'alba', spiega Hongjoong. 'Se guardiamo l'alba, possiamo alzarci. Abbiamo anche un vero tipo di connessione emotiva con quell'immagine ... quindi, quando parliamo della nostra immagine, ne parliamo, siamo come un'alba. Se il sole sorge, allora è luminoso e meraviglioso, quindi lo collego a noi '.

Mentre molti in K-pop continuano a essere mamma riguardo alla salute mentale, ci sono alcuni che diventano più esplicitamente espliciti e personali riguardo al loro benessere.
Nel 2016, il rapper-produttore Bang Yongguk ha deciso di abbandonare le promozioni per un album con la sua boy band B.A.P dopo aver condiviso che aveva a che fare con ansia e disturbi di panico. La cantante dei Oh My Girl JinE si è aperta per la prima volta sulla sua battaglia in corso con l'anoressia nel 2015. Alla fine ha scelto di uscire dall'industria dell'intrattenimento per concentrarsi sulla sua salute. E all'inizio di quest'anno, MICE del gruppo di ragazze di spicco del K-pop TWICE è uscito dal primo tour statunitense del gruppo a causa di 'improvvisa ansia estrema e insicurezza verso lo spettacolo sul palco'. In tutti questi casi, gli artisti e le etichette discografiche hanno affrontato il problema in modo diretto quando molte volte vaghe spiegazioni come 'motivi personali' o 'problemi di salute' sono condivise in dichiarazioni, apparentemente nel tentativo di mantenere intatte le immagini incontaminate delle star del K-pop.

Molti fan richiedono ancora risorse disponibili fin dall'inizio, in modo che le cose non si intensifichino per questi idoli. Gruppi di intrattenimento come Fantagio Entertainment (sede di gruppi popolari come la boy band ASTRO e il gruppo di ragazze Weki Meki) hanno iniziato a implementare corsi di prevenzione del suicidio e salute sessuale nella loro formazione artistica, una mossa rara che è stata applaudita dai fan internazionali. 'È così fondamentale che siano disponibili sbocchi sani per queste giovani stelle per far fronte allo stress e rendere davvero la cura di sé una priorità mentre si sforzano di raggiungere la cima', commenta il dott. Okeke-Igbokwe.

In tutto il mondo, gli stimmi sulla salute mentale e la discussione stanno svanendo e alcune delle più grandi superstar stanno aiutando ad accelerare la conversazione. Gli artisti di K-pop e le loro compagnie hanno la capacità di entrare e prendere queste conversazioni alle loro condizioni, aprendo la strada a una migliore comunicazione con gli idoli sul loro benessere e salute mentale.

Se tu o qualcuno che conosci sta prendendo in considerazione il suicidio, chiama la hotline nazionale per la prevenzione del suicidio al numero 1-800-273-8255 o invia un SMS alla linea di testo di crisi al numero 741-741.

gène de bernie sanders

Relazionato: K-Pop mi ha aiutato a riconnettermi con la mia identità asiatico-americana