Storm Reid si candida per il momento in cui Ava DuVernay l'ha scelta per 'A Wrinkle in Time'

Film

Storm Reid si candida per il momento in cui Ava DuVernay l'ha scelta per 'A Wrinkle in Time'

La star sta collaborando con Unilever per #Unstereotype Hollywood.

tyler blackburn gay
16 agosto 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Foto di Camila Falquez
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Un pomeriggio del 2016, Storm Reid ha ricevuto una chiamata da un numero che non ha riconosciuto. L'attore era seduto sul divano a guardare le notizie in quel momento. Non ci ha pensato molto. Per sicurezza, Storm ha richiamato, ma non ha avuto altro che un messaggio vocale. 'Ero tutto', hmm è strano, forse è solo una specie di spam ',' Storm, ora 15enne, dice Teen Vogue. Non lo era. Presto il telefono di Storm lampeggiò di nuovo. Uscì. Da solo, l'attore ha sentito una voce familiare: 'Ciao Storm, questa è Miss Ava, la regista di Una ruga nel tempo. Volevo solo farti sapere che hai ottenuto il ruolo di Meg '.

'Non appena l'ha detto', dice Storm, 'sono rimasto scioccato e non potevo muovermi. Ero in piedi davanti all'albero a fissarlo, perché non sapevo cosa dire. Alla fine, ha trovato le parole per concludere 'la telefonata che mi ha cambiato la vita', come in seguito la descriverà. Storm ha detto a Miss Ava che avrebbe recitato la parte.

Due anni prima aveva detto ad Ava DuVernay che avrebbe recitato come protagonista nel progetto più ambizioso dal punto di vista commerciale del regista fino ad oggi, Storm era una giovane donna di colore che cresceva ad Atlanta - una persona per la quale interpretava Meg Murry, il bianco di 14 anni personaggio principale del classico di Madeleine L'Engel del 1962, Una ruga nel tempo, sembrava persino un'ombra più implausibile della fantasia esuberante del libro stesso. Come Storm avrebbe detto in seguito a Cannes durante una discussione del 2018 organizzata dall'iniziativa Unstereotype di Unilever, una campagna progettata da Unilever per 'sradicare gli stereotipi obsoleti nella pubblicità', 'Quando stavo leggendo il libro, lo adoravo, ma non vedevo me stesso come Meg, perché Meg è stata scritta come una giovane ragazza caucasica '. Ciò accadeva prima che il giovane attore avesse letto la nuova audace nuova interpretazione del romanzo di DuVernay.

'Anche se nella sceneggiatura si diceva che Meg fosse una ragazza afroamericana, che adoravo', racconta Storm Teen Vogue, ciò che ha veramente convinto il giovane attore della sua capacità di interpretare il ruolo è stata la dedizione di DuVernay ai dettagli, la sua volontà 'di ritrarre l'essenza di una ragazza nera'. Per Storm, ciò significava rendere sul grande schermo alcune delle stesse esperienze che ha superato se stessa - come, ad esempio, 'ciò che una ragazza nera passa con i suoi capelli', spiega Storm.

E Storm conosce il potere che questo tipo di rappresentazione porta nel mondo oltre il film. Come ha detto a Cannes, 'È stata una benedizione straordinaria entrare nei panni di Meg ... e raccontare la sua storia attraverso l'essenza di una ragazza nera ... perché le donne afro-americane non sono rappresentate allo stesso modo nell'industria dell'intrattenimento'. Storm ha anche detto al pubblico: 'Abbiamo realizzato il film per i giovani, ma soprattutto per le ragazze che mi assomigliano - per far loro sapere che sei abbastanza, che puoi salvare il mondo'.

Le parole galvanizzanti di Storm sono supportate dalla ricerca. Come dice Aline Santos, Responsabile della diversità e dell'inclusione di Unilever Teen Vogue, 'Gli studi dimostrano che i bambini sono influenzati dagli stereotipi dall'età di 10 anni, quindi raggiungere i bambini più piccoli per aiutarli a ripensare e mettere in discussione le etichette che la società ha posto su di loro è fondamentale per creare un cambiamento per il futuro'.

'Modelli di ruolo come Storm e i personaggi che interpretano sullo schermo possono aiutarci a sfidare le convinzioni limitanti su ciò che le ragazze e i ragazzi dovrebbero essere e fare, che è esattamente ciò che riguarda l'iniziativa #Unstereotype', dice.

Annuncio pubblicitario

Come Storm riflette durante il panel, uno dei momenti più potenti del film è quando il personaggio di Oprah, Mrs. Which, dice a Meg di 'essere una guerriera'. Ad un certo livello, 'stava solo recitando', dice Storm, ma ci si chiede: da giovane attore nero nel ruolo del protagonista nel più grande film di bilancio mai diretto da una regista di colore, era recitando e basta?

'Nel momento in cui diciamo che la battuta è stata molto intensa, e stava solo recitando' dice Storm in un primo momento, poi aggiunge ', ma, pensandoci proprio ora, sento che era una linea così stimolante ... perché dire a una ragazza che stava cercando di salvare il mondo, essere 'un guerriero', che ha un grande impatto su Meg, e penso che (anche) avrà un impatto molto grande sugli altri che la circondano, o anche sul pubblico'. Un guerriero nel film come Meg, un guerriero nella vita reale come una donna di colore che cerca di rendere Hollywood un posto più inclusivo, Storm sta infrangendo più confini di quelli tra il mondo immaginario di Una ruga nel tempo e vita reale.

Due anni dopo ha fatto il provino per la prima volta per il ruolo di Meg, quando era incerta se lo avrebbe fatto ottenere la parte, e quattro anni dopo aver letto per la prima volta il romanzo, quando era incerta sul fatto che potesse anche giocare nella parte, Storm si è vista nella versione finale del film per la prima volta nella sala cinematografica privata di Oprah. Ed era lì, a mangiare popcorn con scaglie di tartufo, quella Tempesta, circondata dai suoi compagni guerrieri - 'Miss Oprah, Miss Reese, Miss Mindy, Miss Ava' e la più grande guerriera di tutte, sua madre - guardò una giovane ragazza nera salvare il mondo.

le meilleur produit pour l'acné

'Mi sono sentito davvero grato e davvero fortunato di poter avere un ruolo in cui sarei stato in grado di ispirare tante ragazze che mi assomigliavano e di poterle rappresentare in un modo in cui non hanno un principe o un ragazzo li aiuti a salvare il mondo ', racconta Storm Teen Vogue, concludendo, 'Meg l'ha fatto da sola'.

Anche Storm.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Storm Reid è qui per rompere le barriere e salvare l'universo