Simone Biles vince il quarto titolo mondiale assoluto

Stile di vita

Simone Biles vince il quarto titolo mondiale assoluto

C'è qualcosa che non può fare?

1 novembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
DOHA, QATAR - 01 NOVEMBRE: Simone Biles degli Stati Uniti posa per una fotografia con la sua medaglia d'oro dopo aver vinto la finale a tutto tondo femminile durante il giorno otto dei Campionati di ginnastica artistica FIG 2018 al Aspire Dome il 1 novembre 2018 a Doha, in Qatar . (Foto di Francois Nel / Getty Images) Francois Nel
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

I fan della ginnastica spesso scherzano su quante volte Simone Biles potrebbe cadere in competizione e vincere ancora. Alla competizione femminile di oggi ai campionati mondiali di ginnastica 2018 in Qatar, hanno scoperto che la risposta è almeno due.

Simone è caduto due volte nella finale di tutto il mondo di oggi, ma si è comunque allontanato facilmente dal titolo. Non solo, ma ha anche fatto la storia diventando la prima ginnasta femminile a vincere quattro titoli globali.

relations après la violence domestique

Nonostante il risultato, non è 'tutto bene che finisce bene' per Simone, che non era elettrizzata dalla sua esibizione.

'Sono un po 'delusa dalla mia esibizione perché so di poter fare di meglio ... speriamo che in finale (evento) potrò riscattarmi', ha detto La palestra dopo la competizione. 'È stato molto insolito alcune delle cose che ho fatto stasera là fuori, ma poi abbiamo ancora le finali degli eventi, quindi sono entusiasta di venire'.

Simone gareggerà in tutte e quattro le singole finali degli eventi in questi campionati del mondo, a partire dalla finale del vault venerdì. Queste finali daranno a Simone l'opportunità di migliorare le prestazioni di oggi, ma sono anche l'occasione per fare di nuovo la storia: se lei medaglia in ogni categoria, corrisponderà al record della maggior parte delle medaglie mondiali per una ginnasta femminile. Inoltre, se guadagna una medaglia d'oro da ogni finale dell'evento, diventerà la prima donna ad aver mai vinto un campionato mondiale.

Sarebbe tanto più straordinario per lei farlo nelle sue condizioni attuali: Simone è in competizione con un grosso calcolo renale che è stata soprannominata 'Doha Pearl', che non può essere trattata fino a dopo i mondi. Tuttavia, ha detto che il dolore non era un problema alla competizione di oggi: 'Se fosse stata una sfida per me, non avrei gareggiato affatto', ha detto USA oggi.

Anche con il calcolo renale, andare a tutt'oggi il risultato è stato quasi sigillato, con i punteggi di difficoltà di Simone che la mettono in un grande vantaggio nella competizione.

Ha iniziato a caveau, dove i fan sono rimasti scioccati nel vederla cadere sulla schiena dopo aver ottenuto la sua nuova abilità, che si chiamerà Biles. Quindi, dopo una routine di barre irregolari quasi impeccabile, Simone ricadde su un'abilità difficile sul raggio di equilibrio.

Ha concluso la giornata con la sua routine da pavimento sempre potente e divertente per ottenere la medaglia d'oro di 1.693 punti, il suo più grande margine di vittoria in una competizione a 360 °.

Il giapponese Mai Murakami ha concluso la competizione al secondo posto, un record per il suo paese, e la campionessa mondiale del 2017 Morgan Hurd ha vinto la medaglia di bronzo dopo errori sul bilanciamento.

Entrambi hanno avuto giorni eccellenti, ma non hanno avuto possibilità di battere Simone. Mentre i suoi errori oggi mostrano che è umana, nessuno può mettere in dubbio che sia ancora in una lega a parte. Mai sembra essere d'accordo: dopo la competizione, ha detto La palestra, 'Quando Simone è caduto due volte non pensavo di poter vincere. Stavo pensando ... SIMONE PU F CADERE '?!

L'unica contro cui Simone è in competizione è se stessa (e forse il suo calcolo renale). E ha assicurato ai fan che non si lascerà battere di nuovo: 'Non intendeva dare a tutti un infarto', ha twittato Simone dopo la competizione. 'Chiedo scusa. Non lo farò più '.

Relazionato: Simone Biles ha dominato il campionato mondiale dopo essere stato al pronto soccorso