Simone Biles chiama Mary Bono, CEO di USA Gymnastics, su Tweet anti-Nike

Stile di vita

Simone Biles chiama Mary Bono, CEO di USA Gymnastics, su Tweet anti-Nike

Dopo aver fatto la storia con una volta, nessun'altra donna ha mai fatto prima.

15 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
BOSTON, MA - 19 AGOSTO: Simone Biles esegue il suo esercizio sul pavimento durante il giorno quattro degli Stati Uniti Campionati di ginnastica 2018 al TD Garden il 19 agosto 2018 a Boston, Massachusetts. (Foto di Tim Bradbury / Getty Images) Tim Bradbury
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

USA Gymnastics è ancora una volta oggetto di controversie, questa volta per la sua nuova scelta per CEO e presidente ad interim, Mary Bono. L'atleta protagonista dell'organizzazione Simone Biles non è rimasto impressionato dalla scelta, sbattendo il nuovo CEO per un tweet anti-Nike dall'inizio di settembre, dopo il quale Bono ha eliminato il tweet e si è scusato.

Mary Bono è stata nominata CEO e presidente ad interim di USAG venerdì, in sostituzione dell'ex CEO Kerry Perry, che ha ricoperto il ruolo per nove mesi prima di partire a settembre. Bono è un ex membro della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, avendo rappresentato il 44 ° e il 45 ° distretto congressuale della California dal 1998 al 2013, e in precedenza ha lavorato presso la società di consulenza Faegre Baker Daniels, secondo USAG. In una dichiarazione, USAG ha affermato che Bono 'è appassionato di questo sport e che averla come presidente e CEO ad interim farà avanzare l'organizzazione'.

décharge avec du sang dedans

La storia di Bono su Twitter, tuttavia, è diventata rapidamente fonte di controversie per i fan di questo sport. In un tweet ora cancellato dall'account di Bono a settembre, un'immagine mostra una sneaker con un logo Nike bianco e qualcuno che segna il logo con un pennarello nero. Il tweet recitava: 'Giocare in un torneo di golf di beneficenza raccogliendo fondi per gli operatori delle forze speciali della nostra nazione e le loro famiglie. Purtroppo avevo queste scarpe nella mia borsa. Fortunatamente avevo anche un pennarello nella mia borsa ... '

Il tweet di Bono è stato presumibilmente una risposta alla recente campagna della Nike con Colin Kaepernick, che ha debuttato solo pochi giorni prima del tweet. L'annuncio ha suscitato indignazione tra alcuni, spingendo persino gli ex fan della Nike a bruciare le loro scarpe.

I fan della ginnastica hanno reagito rapidamente al tweet di Bono, tra cui Lauren Hopkins, caporedattore di TheGymterNet, un sito di notizie sulla ginnastica. Hopkins ha risposto al tweet di sabato: 'Che cosa hai intenzione di dire a Simone Biles, un atleta Nike e una donna di colore? O dovrei semplicemente passarti un segnalino in modo da poterla cancellare e far finta che non esista perché preferisci mettere a tacere le persone che parlano?

https://twitter.com/LaurenHopkins96/status/1051326005758046208

Simone Biles, un atleta sponsorizzato dalla Nike, ha risposto più tardi sabato, twittando: 'goccia in bocca non ti preoccupare, non è come se avessimo bisogno di un presidente di ginnastica statunitense più intelligente o di eventuali sponsor o altro '. USA Gymnastics è stata senza sponsor dell'abbigliamento da quando Under Armour ha annunciato che avrebbe terminato la sua collaborazione con l'organizzazione a dicembre.

https://twitter.com/Simone_Biles/status/1051209065844609024?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1051209065844609024&ref_url=https%3A%2F%2Fdeadspin.com%2Fajax%2Finset%2Fiframe%3Fid%3Dtwitter-1051209065844609024% 26autosize% 3D1

Il giorno successivo, Mary Bono cancellò il tweet e disse: 'Mi pento del post e rispetto le opinioni di tutti e il diritto fondamentale di esprimerli. Questo non riflette il modo in cui approverò la mia posizione @USAGym Farò tutto il possibile per aiutare a costruire, con la comunità, un ambiente aperto, sicuro e positivo '.

https://twitter.com/MaryBonoUSA/status/1051289761187618816

L'assunzione di Bono arriva poco più di un mese da quando l'ex CEO e presidente della Ginnastica USA Kerry Perry è stato costretto a dimettersi dopo nove mesi di polemiche sul posto di lavoro. Perry è stato assunto per sostituire Steve Penny, che è stato CEO dal 2005 al 2017 prima di essere costretto a dimettersi dal Comitato Olimpico degli Stati Uniti per la gestione degli abusi di Larry Nassar, secondo Deadspin. Nassar, che si è dichiarato colpevole di condotta sessuale criminale a novembre, è stato successivamente condannato fino a 175 anni di prigione, scontando più sentenze contemporaneamente.

Simone Biles, la cinque volte medaglia olimpica che si è fatta avanti come sopravvissuta all'abuso di Nassar a gennaio, è tornata di recente allo sport, vincendo il suo quinto campionato nazionale ad agosto. Venerdì, Biles è stato nominato nella squadra dei mondi del 2018 dopo aver vinto una competizione di prova e aver debuttato in un nuovo caveau, uno mai gareggiato prima da una donna. Si esibirà alla fine del mese ai campionati mondiali di Doha, in Qatar, e si prevede che vincerà il suo quarto titolo mondiale a tutto tondo e competerà con il nuovo caveau, che, se completato con successo, si chiamerà Biles.

Relazionato: Simone Biles indossava un body verde acqua per sostenere i sopravvissuti all'assalto sessuale