Sasha Sloan parla della musica delle ragazze tristi e dell'autoritratto

Cultura

La cantante spera che la sua nuova musica faccia sentire i fan meno soli.

Di Bianca Betancourt

4 dicembre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Bryon Summers
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Sasha Sloan non ha più paura di mostrare le sue insicurezze - e il risultato della sua vulnerabilità è evidente nel suo ultimo EP Auto ritratto.





annasophia Robb Instagram

Per molti, l'introduzione di Sasha nelle loro playlist è stata di Spotify, una piattaforma che ha dominato nel 2019 con 25 milioni di stream con la sua canzone 'Older'. La posizione di Sasha come artista è stata direttamente collegata ai fan relativi alle sue ballate angosciate adolescenti.

Sasha, che ha scritto per artisti del calibro di Charli XCX, Camilla Cabello e Tinashe, racconta in modo commovente i pensieri interiori della sua mente in cima alla composizione musicale ridotta ma emotivamente efficace dell'ultimo progetto. Il suono semplicistico del disco consente al lirico bizzarro e sincero della 24enne di risplendere attraverso ogni traccia in cui ripete momenti di ansia sociale, periodi di tristezza e la superficiale sciocchezza di Hollywood.

Foto: Bryon Summers

'Non era del tutto intenzionale nel rendere (l'EP) qualcosa di veramente personale - penso che sia così che tutto è venuto fuori con il tempo della mia vita che stavo vivendo', dice Sasha Teen Vogue. '(Le canzoni) sono abbastanza simili a quelli che sono, il fatto che non so come accettarmi perfettamente, crescere e accettare i miei difetti e chi sono. Penso che alla fine della giornata tutte le canzoni sull'EP rappresentino diverse sfaccettature di chi sono ed è per questo che ho finito per chiamarlo Auto ritratto'.

Per Sasha (b. Alexandra Artourovna Yatchenko), il suo obiettivo con Auto ritratto era mantenere il suono del disco il più semplice e senza tempo possibile. Dopo aver imparato a suonare il piano all'età di cinque anni, Sasha si trasferì a Los Angeles quando aveva 19 anni per dedicarsi alla musica, in modo professionale. L'autodescritta 'ragazza triste' ha pubblicato due EP nel 2018 dopo anni di scrittura per altri artisti.

Sasha era consapevole della forza dei suoi testi e di come la loro relatività potesse risuonare sia con i suoi fan di vecchia data che con i nuovi ascoltatori, ma era altrettanto importante per lei produrre musica che potesse resistere alla prova del tempo in un settore che emette costantemente flash single pop-in-the-pan.

meilleur levis pour les courbes

'Mantenere tutto molto semplice e lasciare che i testi raccontino la storia è molto importante per me. Cerco di far sembrare le cose senza tempo e non volevo Auto ritratto per sembrare super datato anche in soli cinque anni, dice Sasha, nato a Boston ma che ha trascorso l'estate in Siberia. 'Sento che è così che viene fatta la musica ora - ci sono suoni su un computer che sembrano freschi e attuali e tutti iniziano a usarli e due anni dopo tutti dicono' Oh mio Dio che suona così vecchio '.'

Annuncio pubblicitario
Foto: Bryon Summers
Foto: Bryon Summers

Anche se Auto ritratto inizialmente non era pensato per essere il disco ultra-personale che si rivelò essere, l'intenzione dietro ogni traccia sull'EP era la stessa - centrata sui temi di ansia, depressione o incertezza - tutto ciò che Sasha voleva davvero era per i suoi fan sentirsi un po 'meno solo.

'(I miei fan) hanno passato la stessa merda ed è OK a volte non essere OK. Sono un po 'involontariamente la voce di ... essere un po' emo ', osserva. 'Puoi vedere i numeri in streaming. Puoi vedere le visualizzazioni di Youtube salire. Ma vedere le persone nella vita reale e connettersi con loro e sentire perché alcune canzoni si collegano alla loro vita. Mi rende davvero emozionante e quasi piango ogni volta che parlo con un fan '.

schéma du vagin intérieur

A parte Auto ritratto essendo un necessario cambio di narrativa all'interno di una scena di musica pop sempre più affollata, l'EP segna anche un punto determinante nella carriera di Sasha non solo come cantautrice ma come musicista dalle mille sfaccettature che rappresenta il suo io spensierato e spensierato.

'Essere il volto della mia musica è stato davvero difficile per me. Ma penso che sto iniziando a possedere quel fatto e non sto solo fingendo di essere qualcuno che non sono più ', dice Sasha. 'Per la prima volta nella mia vita mi ha permesso di accettare chi sono e il tipo di musica che faccio ... ed è stato davvero fantastico'.