Sacagawea ha cambiato il corso della storia e merita rispetto

Politica

Sacagawea ha cambiato il corso della storia e merita rispetto

E storia è una serie di Teen Vogue in cui scopriamo la storia non raccontato attraverso una lente cisheteropatriarchal bianca. In questo pezzo, lo scrittore Ruth Hopkins spiega l'eredità di Sacagawea.

11 gennaio 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Foto di MPI / Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Gli attacchi del presidente Donald Trump contro la senatrice Elizabeth Warren (D-MA) sono stati implacabili sin dall'inizio della sua campagna. Trump l'ha chiamata 'Pocahontas', tentando di usare il nome come un insulto razziale per accendere la sua base - ma il suo uso è in realtà un insulto agli indigeni di questo paese, alcuni dei quali sono stati presenti anche quando il presidente ha preso un colpo a Warren usando il nome.

Il nome di Pocahontas non è un insulto, ma lo usa come tale. Le richieste espresse da una pletora di voci native che smettono di mancare di rispetto a Pocahontas - me compreso - non hanno fatto nulla per fermare i suoi riferimenti irriverenti a una giovane ragazza nativa che è stata rapita, tenuta in ostaggio e violentata dagli invasori europei.

La mancanza di rispetto è continuata a gennaio quando un membro del suo partito, il rappresentante Matt Gaetz (R-FL), ha definito Warren 'Sacagawea'. Come Pocahontas, Sacagawea era una persona reale, una persona la cui vita è direttamente legata alla storia colonialista americana.

Ancora un altro tentativo da parte della destra di trasformare il nome di un indigeno in un insulto non è passato inosservato. Il rappresentante nativo neoeletto Deb Haaland (D-NM) si è rivolto a Gaetz su Twitter, ricordandogli il posto legittimo di Sacagawea nella storia americana e definendo le sue osservazioni 'offensive e offensive'. (Haaland si è persino offerto su Twitter di incontrarsi con Gaetz per discutere della questione.) Apparentemente in cambio, è sembrato licenziare Haaland e ha preso ancora colpi un altro donna di colore, rappresentante Rashida Tlaib (D-MI).

Mentre molte persone hanno più familiarità con Pocahontas, Sacagawea sembra essere discusso meno spesso nella cultura pop. Ma la sua vita ha influenzato notevolmente il paese in cui viviamo oggi. Quindi chi era lei?

mitch mcconnell young images

La donna conosciuta come Sacagawea, il cui nome ha visto varie ortografie, era un membro della banda Lemhi di Shoshone. Quando aveva circa 12 anni, fu catturata dai cacciatori di bufali di Hidatsa e portata nelle loro terre vicino all'attuale Bismarck, nel Dakota del Nord. Sacagawea fu integrata nel popolo Hidatsa (ora parte delle Tre tribù affiliate, Mandan, Hidatsa e Arikara) e adottò la loro cultura e lingua.

'Cagaagawia'sh, in Hidatsa, o Birdwoman, in inglese, è diventato una figura importante nella storia e nell'identità dell'India americana e come icona del movimento di suffragio femminile ', Alisha Deegan (Hidatsa / Sahnish), cittadina del Mandan, Hidatsa e Arikara Nation nel Nord Dakota, e racconta il responsabile del programma di interpretazione e risorse culturali presso il sito storico nazionale dei villaggi indiani di Knife River Teen Vogue. (Deegan osserva che 'il nome di Cagaagawia'sh è spesso errato e usato in modo errato', affermando che queste variazioni esistono perché l'identificazione errata non è 'qualcosa di nuovo per le prime persone di questo continente').

'Era una delle tre mogli di Toussaint Charbonneau e accompagnò suo marito nella spedizione Lewis e Clark a causa dei suoi legami con la nazione Shoshone. Ci sono molte domande su Cagaagawia'sh e sulla sua vita, ma ciò che sappiamo dimostra che era una donna straordinaria e forte ', dice Deegan.

Meriwether Lewis e William Clark erano esploratori accusati di sorvegliare il neoacquisito acquisto della Louisiana - una vasta striscia di terra tra il fiume Mississippi e le Montagne Rocciose e dal confine canadese con il Golfo del Messico - dal presidente Thomas Jefferson nel 1803. Sperava anche che avrebbero scoperto un passaggio a nord-ovest che avrebbe collegato gli oceani Atlantico e Pacifico attraverso corsi d'acqua continui. Questa importante spedizione influenzerebbe la forma degli Stati Uniti, sulla mappa e come potenza economica.

Circa un anno dopo, Lewis e Clark raggiunsero l'insediamento di Hidatsa-Mandan, dove Sacagawea viveva con suo marito. Inizialmente, Lewis e Clark erano principalmente interessati alle abilità di Sacagawea come traduttore, per il proseguimento della loro spedizione, dal momento che Sacagawea era fluente in entrambe le lingue Hidatsa e Shoshone. Con Charbonneau, un commerciante di pellicce franco-canadese che parlava francese e hidatsa e un altro membro della spedizione che conosceva il francese, Sacagawea avrebbe permesso a Lewis e Clark di conversare con il popolo shoshone, dal quale avevano bisogno di acquistare cavalli. Sacagawea era anche a conoscenza del terreno selvaggio e dei potenziali pericoli che avrebbero dovuto affrontare per il resto del loro viaggio.

Annuncio pubblicitario

Quando Sacagawea si unì alla spedizione, aveva solo circa 16 anni e aveva un figlio di 2 mesi. Viaggiava con loro per due anni, dall'ottobre 1804 all'agosto 1806, dal Nord Dakota all'Oceano Pacifico e ritorno. Era l'unica donna nel gruppo di 33.

Ha adempiuto ai suoi doveri di traduttore, ma ha fatto molto di più. Sacagawea si sarebbe rivelata preziosa per la spedizione. Quando una barca si capovolse, fu lei che rimase calma e mantenne il mezzo per salvare documenti chiave, libri, strumenti di navigazione, medicine e altre necessità. Insegnò ai membri della spedizione le piante medicinali autoctone ed era una sopravvissuta naturale che sapeva identificare radici e bacche commestibili. In seguito Clark l'avrebbe definita il suo 'pilota' perché era una brava navigatrice e conosceva così bene la terra.

Sacagawea fu anche un pacificatore quando Lewis e Clark incontrarono indigeni che non avevano mai visto un bianco prima. Questa giovane donna shoshone con un bambino piccolo in braccio ha contribuito ad alleviare la tensione, l'incertezza e il sospetto dei nativi.

Anche se Lewis e Clark probabilmente non avrebbero mai completato la loro missione finanziata dal governo senza di lei, Sacagawea non è mai stata compensata per il suo servizio. Suo marito ha ricevuto 320 acri di terra e $ 500,33. Sacagawea tornò in quello che sarebbe poi stato conosciuto come territorio del Dakota e morì dopo aver dato alla luce una figlia. Aveva solo 25 anni. Clark si prese la tutela dei suoi due figli, anche se non si sa se sua figlia, Lisette, abbia passato l'infanzia.

Il suo nome si trova oggi sulle mappe: il lago Sacajawea, nello stato di Washington, e il lago Sakakawea, nel Nord Dakota, prendono il nome da lei. Esistono monumenti e statue della sua presunta somiglianza, tra cui uno a Washington, DC. Fu una fonte d'ispirazione per il movimento delle donne per la parità di diritti, poiché molti l'hanno considerata un modello e il volto della National Woman Suffrage Association all'inizio del XX secolo . La somiglianza di Sacagawea è persino su una moneta commemorativa da un dollaro, emessa per la prima volta nel 2000.

L'influenza di Sacagawea non può essere sottovalutata. Ciò che fece nella sua breve vita, e di fronte a così tanti rischi, fu a dir poco incredibile. Il suo lavoro ha contribuito a stabilire il trucco moderno di questo paese. Disonorare la sua memoria non è solo selvaggiamente inappropriata, ma anche inconcepibile. Il tentativo di usare il suo nome in modo razzialmente dispregiativo aggrava una crescente litania di dispositivi genocidi usati per cancellare, opprimere e sterminare gli indiani d'America.

È sconveniente per chiunque, specialmente per coloro che ricoprono cariche pubbliche. E tutti, compresi i non nativi, dovrebbero chiedere scuse per l'uso improprio del suo nome. C'è un'epidemia di donne indigene disperse e assassinate nel continente nordamericano e la loro continua disumanizzazione è vile. Il fatto che i resti di Olivia Lone Bear, una donna autoctona scomparsa per nove mesi, siano stati trovati nel lago Sakakawea esemplifica questo legame tra passato e presente. Dobbiamo difendere tutti Donne native, indipendentemente dal loro tempo o luogo nella storia.

'Abbiamo sofferto e sopportato, ma siamo ancora forti', afferma Deegan. 'Ognuno può fare la propria parte essendo consapevole dei termini che usano e di come queste parole possono influenzare gli altri. Il primo passo per creare il cambiamento è essere consapevoli del fatto che l'utilizzo di questi termini e nomi in modo dispregiativo non va bene '.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Relazionato: Trattati tra gli Stati Uniti e le nazioni indigene, spiegati

Controllalo: