Rollettes Dance Team dispone di ballerini disabili su sedia a rotelle

Fitness

Rollettes Dance Team dispone di ballerini disabili su sedia a rotelle

'Direi alla bambina che ero, che la sedia non ti definisce'.

27 settembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Fotografia di Tiffany Brito
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Quando Chelsie Hill ha contattato alcuni amici nel 2012 con il suggerimento di creare una squadra di ballo, non aveva idea di cosa stesse mettendo in moto. La 26enne voleva incontrare altre ragazze che erano come lei, con passioni simili, e così contattò diversi potenziali compagni di squadra con il seme di una possibilità: una troupe di ballerini che usano la sedia a rotelle. Da lì sono nati i Rollettes, la più grande squadra di danza su sedia a rotelle del mondo.

'Non ho mai sognato cosa mi avrebbe dato la squadra', ha detto Chelsie Teen Vogue. Il residente in California, che ha iniziato a ballare all'età di tre anni, ha iniziato a usare una sedia a rotelle a 17 anni dopo che un incidente d'auto l'ha lasciata paralizzata dall'ombelico verso il basso. Ma invece di scoraggiarsi o allontanarsi dal mondo della danza, Chelsie ha fatto il contrario. 'Volevo dimostrare alla mia comunità - e a me stesso - che ero ancora' normale '', ha spiegato. 'Qualunque cosa significasse quella normale al momento'.

Oggi, i Rollettes sono molto più di una semplice squadra di ballo; sono anche una famiglia. I sei ballerini della squadra - Chelsie, Samantha (Sam) Lopez, Steph Aiello, Edna Serrano, Maria Rabaino e Kaitlyn Staten - si esibiscono insieme in tutto il paese e ospitano persino campi da ballo per giovani di tutte le età e abilità. I loro video di danza presentano intricate coreografie sulla sedia, a volte eseguite davanti a uno stadio pieno di fan adoranti, altre volte davanti alla telecamera in un video musicale cinematografico. Per i Rollettes, la danza è solo l'inizio; la musica e il movimento fungono da gateway per i ballerini per connettersi tra loro e con se stessi.

'Vedo queste ragazze come mie sorelle', ha spiegato Chelsie dei suoi compagni di squadra. 'Litighiamo, andiamo d'accordo, ridiamo, piangiamo. È così bello che la danza ci abbia uniti ... ci ha portato qualcosa di così bello '.

Sam, Steph ed Edna sarebbero tutti d'accordo. Sam, che ha subito una lesione al midollo spinale all'età di 17 anni, è stato 'perso su come vivere realmente' dopo il suo incidente. 'I miei amici erano fuori a fare altre cose', ha detto Teen Vogue. 'Ero a casa, cercando di capire come ripristinare la mia autostima. Come sentirsi di nuovo vivi '.

Steph si è sentito allo stesso modo dopo aver subito un incidente d'auto nel 2010 che l'ha lasciata con tutti e quattro gli arti compromessi. 'Non volevo divertirmi su una sedia a rotelle quando ero appena ferito', ha spiegato il 25enne Teen Vogue. 'Era troppo una realtà per me ... pensavo che l'avrebbe resa più permanente'.

A Edna è stato diagnosticato un tumore al neuroblastoma sulla schiena da bambino; in quanto tale, l'idea di divertirsi su una sedia a rotelle sembrava inizialmente un po 'distante. E anche quando ha notato che Chelsie stava provando i Rollettes, non era convinta che la squadra di ballo fosse nelle carte per lei. 'Sono stato davvero negativo tutto il giorno', ha detto Teen Vogue sulla sua audizione. 'Ero tipo, non posso assolutamente farlo ... Non c'è modo che mi sceglierà; Sono davvero cattivo in questo '.

Eppure, per tutti e tre, la decisione di entrare a far parte della squadra di ballo è stata innegabilmente un punto di svolta. 'È stata una delle cose più grandi che ho fatto', ha detto Steph, aggiungendo che il team l'ha sfidata a essere più indipendente. Edna ha fatto eco al suo sentimento, notando che ha imparato a guidare da quando si è unita ai Rollettes. 'Non sapevo di poter fare così tante cose che queste ragazze mi hanno insegnato', ha detto. 'Non sapevo di poter essere sexy. È così potente avere (i miei compagni di squadra) nella mia vita, perché sono i miei insegnanti. Ho più fiducia '.

Annuncio pubblicitario

E i Rollettes sono tutti sulla condivisione di quella fiducia con gli altri. Oltre a esibirsi insieme, Steph e Chelsie ospitano il podcast di Be Boundless, dove coprono tutto, dalla moda agli appuntamenti. Il team ha anche ospitato il vertice inaugurale Be Boundless in agosto, dove ha onorato i pionieri della comunità dei disabili, come l'attore di Broadway Ali Stroker e il ballerino / attivista Auti Angel.

L'idea alla base dello slogan 'Be Boundless' è venuta a Chelsie e ai ballerini sulla scia delle idee sbagliate della società su cosa significhi essere disabili. Disse Chelsie Teen Vogue che spesso vedeva titoli che si riferivano ai Rollettes come 'ballerini su sedia a rotelle', un descrittore che non avrebbe lasciato volare. 'Che cosa vuol dire, anche'? lei disse. 'Questo è solo uno strumento. Non ci siamo legati. Non siamo 'legati' in sedia a rotelle. '

Educare la società su come sembra davvero usare una sedia a rotelle va di pari passo con gli sforzi dei Rollettes per fornire una maggiore rappresentanza alla comunità della disabilità. 'Non solo le persone sentono che possiamo fare queste cose, lo sono vedendo che possiamo fare queste cose ', ha spiegato Sam, sottolineando che si sforzano di mettere in evidenza le attività della vita quotidiana oltre alla danza. 'È possibile per noi uscire e ballare, uscire e semplicemente fare ... Le nostre sedie sono il nostro modo di girare il mondo, ma siamo proprio come tutti gli altri'.

La rappresentazione della disabilità è necessaria ovunque - e il mondo della danza non fa eccezione. 'Riceviamo messaggi continuamente, con la gente che chiede:' Ehi, che lezioni di danza (posso) fare nella mia zona '?' Notò Chelsie. 'Ed è come, vai a qualunque lezione di ballo tu voglia. Non devi andare a una classe di disabilità. È creativo; questa è la parte migliore della danza come forma d'arte. Non c'è modo sbagliato di interpretare la coreografia '.

La visione di Chelsie di un mondo accessibile della danza diventa una realtà ogni anno per le centinaia di giovani che frequentano l'annuale Rollettes Experience, un'intensa danza di un fine settimana che si basa sulla creazione di amicizie durature e sull'apprendimento di te stesso. 'Ci sono ragazze che volano qui dai Paesi Bassi, dalla Svezia e dall'Australia', ha detto Chelsie dell'evento. 'Sono qui per la comunità, e sono qui per l'amicizia, e sono qui per imparare da tutti e sei'. (Edna acconsentì, aggiungendo che si vede in molte ragazze che partecipano all'esperienza annuale dei Rollettes, e desidera avere quel tipo di rappresentazione quando era piccola.)

Ma non sono solo i partecipanti che hanno imparato importanti lezioni dai Rollettes; hanno imparato anche da se stessi. 'La mia ferita non si ferma così posso vivere la mia vita, quindi perché smetterò di vivere la mia vita a causa della mia ferita'? Steph disse, notando che ci vollero anni prima che abbracciasse questo mantra. 'Non mi pento di come sia andata la mia vita ... è una cosa bellissima e continua a crescere, specialmente con queste ragazze. Ma se avessi appreso (quello) prima, non posso fare a meno di pensare alle esperienze che non avrei lasciato passare '.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo:

  • Com'è essere un modello disabile nell'industria della moda

qu'est-ce que faire pêcher