R. Kelly e altri uomini potenti hanno sempre manipolato i loro fan adolescenti

Identità

R. Kelly e altri uomini potenti hanno sempre manipolato i loro fan adolescenti

'Surviving R. Kelly' rivela un modello comune di targeting per adolescenti a causa della loro adulazione.

9 gennaio 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
R Kelly si esibisce a Le Bataclan il 30 aprile 2011 a Parigi, Francia. (Foto di David Wolff - Patrick / WireImage) David Wolff - Patrick
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Il fandom per adolescenti è uno dei più importanti elementi costitutivi della carriera di un artista. Se la tua musica e buona fortuna colpiscono un accordo emotivo, potresti avere un fan per tutta la vita. Milioni di giovani donne ricordano quei momenti in cui un particolare rubacuori ha catturato i nostri cuori. L'ossessione che deriva da una cotta si manifesta nei migliori modi: poster che decorano le pareti della nostra camera da letto, il nome della cotta scritto ripetutamente su quaderni con i cuori, l'immagine della cotta come salvaschermo di un cellulare, la loro musica ripetuta. Questi comportamenti sono un rito di passaggio per molte donne. Stiamo scoprendo le nostre sessualità e stiamo trovando soggetti per alimentare questo elemento in crescita di noi stessi.

Queste cotte si placano, come fanno di solito perché spesso sono fantasie. Ma per coloro che incontrano i loro idoli, il loro fanatismo può spesso renderli vulnerabili e talvolta lasciarli per il capriccio di questi artisti, specialmente se sono aspiranti artisti o musicisti stessi.

Nella docuserie di sei ore prodotta da dream hampton e altri e trasmessa su Lifetime, 'Surviving R. Kelly', incontriamo alcuni adolescenti che sembrano essere in quella situazione. Una donna, Lisette Martinez e l'altra è Azriel Clary, i cui genitori parlano per procura della sua assenza. Secondo il documentario, entrambe queste donne erano aspiranti cantanti che speravano che R. Kelly le avrebbe curate per la celebrità. Si presume che entrambe queste donne si siano trovate abusate e manipolate sessualmente mentre Kelly continua a camminare senza accuse o un processo incombente per giustificare l'elenco delle accuse. (R. Kelly ha negato le accuse contro di lui.)

Si è discusso molto dell'impunità e della capacità di R. Kelly di evitare l'intervento della polizia. Dopotutto, le sue vittime sono giovani ragazze nere, alcuni sostengono che stanno 'scegliendo' di trascorrere del tempo con lui, per non parlare della coorte di persone che gli hanno permesso. Oltre alle forze dell'ordine e al più ampio sistema giudiziario non orientato per aiutare le vittime di stupro e soprattutto non giovani, di colore, ciò che spesso viene escluso dalla conversazione è il modo in cui l'infatuazione apparentemente innocente delle celebrità maschili di ragazze adolescenti può aprirle alla manipolazione o peggio.

costume de couple scarface

Uno degli elementi più eclatanti della persona di R. Kelly è il suo soprannome di autoproclamato 'Pied Piper'. L'etichetta risale a una leggenda tedesca del XIII secolo chiamata 'Pied Piper of Hamelin'. La storia narra che un pifferaio fu incaricato di rimuovere i topi con la sua musica, ma dopo aver adempiuto al suo compito, gli adulti della città si rifiutarono di pagare al pifferaio la somma inizialmente concordata. Come vendetta, il pifferaio suonò la sua musica e incantò tutti i bambini della città per seguirlo fuori dalla città dove non furono mai più visti. Secondo un'intervista del 2016 con GQ Magazine, R. Kelly afferma di non aver mai sentito parlare della leggenda urbana nella sua interezza fino a quando il giornalista non glielo ha detto. Pensava che un animale condusse le persone fuori da un villaggio e questo lo ha ispirato perché a volte incorpora il flauto nella sua musica. Se uno sceglie o meno di credere che la sua storia sia un punto controverso. Una volta informato delle vere origini, non sembrava rifiutarsi del moniker anche quando sbocchi, come BuzzFeed e TMZ, hanno pubblicato storie sulla sua natura predatoria in corso verso le donne minorenni.

Nelle agghiaccianti docuserie, a ciascuna delle donne viene presentato il loro nome e l'età in cui hanno incontrato R. Kelly. Lisette descrive come vide per la prima volta R. Kelly al centro commerciale Aventura a 17 anni. Fu lì quando indicò R. Kelly a un amico, la sentì e si voltò: 'Ero un po 'stordito, sai? C'è questa persona di fronte a me che penso sia il mondo e lui mi ha avvicinato e mi ha abbracciato e mi sono congelato '. Dice che la sua amica la spinse a chiamare R. Kelly dopo che la sua guardia del corpo aveva dato un numero a Lisette perché ciò poteva portare alla sua grande rottura. Se Lisette non avesse espresso la voce di chi fosse R. Kelly, non l'avrebbe ascoltata e lei dice che non avrebbe proceduto a farle un passo.

Il culto dell'idolo adolescenziale non è una novità nel mondo della musica. Come veterana giornalista di musica, Ann Powers afferma nel documentario: 'Quando pensi alle ragazze che vanno agli spettacoli, partecipano ai concerti, diventano completamente isteriche e ai loro eroi ... questa è una situazione matura per gli uomini che sfruttano le ragazze' . R. Kelly potrebbe avere una delle carriere più lunghe con prove crescenti per presunti crimini sessuali contro giovani donne, ma la storia di musicisti e ragazze minorenni non è unica. Elvis Presley ha cacciato ragazze di 14 anni mentre era in tournée. Incontrò e uscì con la sua ex moglie Priscilla quando aveva solo quattordici anni. Negli anni '70, Lori Mattix, una delle più famose groupie minorenni del decennio, perse la verginità con David Bowie quando aveva 14 anni e divenne la fidanzata di Jimmy Page, chitarrista e fondatore del gruppo rock Led Zeppelin. Una delle sue amiche più care, Sable Starr, un'altra groupie, che da giovane parlava delle sue crisi sessuali con Iggy Pop.

Annuncio pubblicitario

L'ammirazione adolescenziale è un diverso tipo di affermazione per un musicista maschio adulto. È pieno di molto più ottimismo e fiducia nel proprio buon carattere. L'ingenuità è ciò da cui dipendono quelli come R. Kelly per affliggere la ragazza e quindi approfittare della situazione. Il comportamento rimane coerente quando presumibilmente R. Kelly avrebbe frequentato la Kentwood High School a Chicago e nei vicini campi da basket e fast food dove lavoravano le ragazze, secondo la docuserie. Cerca le ragazze che presume saranno più inclini a credere nella sua benevolenza a causa della sua musica.

Jerhonda Pace, un'altra donna che presumibilmente vittima di R. Kelly, e la sua storia, segnarono un'altra svolta grafica nella serie. A quattordici anni, dice di essersi presentata al processo di R. Kelly con le immagini della cantante sulla sua persona come un modo per sostenerlo. Spesso quando le passava accanto mentre andava in aula, si scambiavano chiacchiere fino a quando non la invitava a casa sua. Pace dice: 'Sono andato al suo processo perché all'epoca ero un superfan. Non credevo fosse colpevole e non volevo credere che fosse colpevole. Ero una matricola al liceo. Era vecchio perché mi piacesse, ma mi sono innamorato della sua musica. Dopo il processo di Robert, il suo amico mi ha inviato un messaggio e mi ha invitato alla festa di R. Kelly e nel mezzo di me gli ho risposto di nuovo, Rob: in realtà ha chiamato il mio telefono ... Ero scioccato. Mi sentivo in cima al mondo '. I giornalisti più anziani che erano presenti al processo, come Kathy Chaney, affermano di aver notato che stava esplorando le ragazze. Come dice Chaney, 'Sei sotto processo per questo (pornografia infantile) e ti stai lasciando incantare dalle ragazze'.

Il culto degli eroi adolescenti non viene utilizzato solo come esca, ma una tattica consolidata molto dopo che R. Kelly ha acquisito il controllo su un'altra giovane donna. Azriel Clary dice che R. Kelly l'ha portata sul palco durante uno dei suoi concerti, l'ha invitata nel backstage dove le ha chiesto di cantare di fronte a lui. Un aspirante cantante, Azriel, poi un undicesimo selezionatore, ha colto al volo l'occasione. I suoi genitori, Alice e Angelo, dicono di essere a conoscenza delle conversazioni in corso di Azriel con R. Kelly. Quando hanno cercato di recuperare la loro figlia da un hotel vicino dove presumibilmente faceva le audizioni per R. Kelly, i genitori di Azriel affermano che si è scagliata perché credeva che stessero incasinando la sua possibilità di avere una carriera di successo. Secondo la docuserie, sono passati tre anni da quando i Clarys hanno visto la loro figlia. Il loro contatto con lei è stato minimo nella migliore delle ipotesi. Qualunque aiuto egli possa o meno aver dato qui, non ci sono prove esteriori, come un album, e tanto meno un singolo.

l'huile de coco va-t-elle briser mon visage

Uomini ricchi e potenti in molti settori diversi hanno approfittato delle ragazze e delle donne promettendo o creando scenari in cui il progresso professionale è una possibilità. Ma ciò che distingue la storia di Azriel è che i suoi genitori volevano credere anche alla bontà di R. Kelly. Nonostante le voci nel corso degli anni, volevano credere che R. Kelly avrebbe aiutato la figlia a farlo perché aveva avuto successo con i suoi diritti.

Questi uomini sembrano prendere di mira le ragazze adolescenti perché sanno che fan su di loro con tutto il cuore. Potrebbero contare su una giovane ragazza adolescente che non sa quali situazioni sono sicure e quali sono pericolose. E quando la fama e la fortuna sono anche componenti cruciali per capire come una giovane donna è vittima, i confini affrontati diventano più cupi. Nessuno vuole credere che la persona che crea la musica di cui godono sia un mostro. Nessuno vuole credere che qualcuno possa essere un essere umano geniale ma terribile.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Secondo quanto riferito, R. Kelly è sotto inchiesta penale