Le utility di proprietà pubblica potrebbero aiutare a combattere la crisi climatica

Politica

Le utility di proprietà pubblica potrebbero aiutare a combattere la crisi climatica

Il passaggio dei servizi pubblici alla proprietà pubblica potrebbe aiutare a gettare le basi per un futuro rinnovabile e giusto.

25 ottobre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

All'inizio di questo mese, Pacific Gas & Electric, la società di servizi di proprietà degli investitori che fornisce energia a gran parte della California, ha tagliato l'elettricità a oltre 700.000 clienti. La società ha sostenuto che una misura così drastica - la più grande interruzione di corrente pianificata nella storia dello stato - era necessaria per prevenire gli incendi.

Tuttavia, per alcuni attivisti, questa scelta cupamente inquadrata è stata un altro promemoria del fatto che le società di servizi di proprietà degli investitori non sono posizionate per gestire i nostri futuri energetici, in particolare quando i cambiamenti climatici aumentano la posta in gioco.

Negli ultimi anni, attivisti in tutto il paese, tra cui a New York City, Boston, Providence, Chicago, Boulder e Washington, DC, così come la California del Nord e il Maine, hanno lavorato per trasferire i servizi pubblici alla proprietà pubblica, il che li avrebbe resi responsabile nei confronti del pubblico anziché degli investitori. Nella California del Nord, la campagna Let's Own PG&E è emersa poco dopo il Camp Fire, l'incendio più mortale nella storia della California, causato dalle linee elettriche PG&E. In altre parti del paese, gli attivisti stanno combattendo contro i contributi diretti delle società di servizi alla crisi climatica e alle disuguaglianze sistemiche.

La lotta a New York City si è particolarmente riscaldata negli ultimi mesi. A luglio, nel mezzo di un'ondata di calore mortale, Con Edison interruppe intenzionalmente il potere in alcuni dei quartieri più poveri di New York, scatenando indignazione. Il mese scorso, durante una manifestazione fuori dall'ufficio della National Grid nel centro di Brooklyn, attivisti di gruppi come Stop the Williams Pipeline Coalition e i Democratic Socialists of New York City hanno parlato contro i continui investimenti delle società di servizi di proprietà degli investitori in gasdotti. In particolare, sono arrabbiati per la spinta di National Grid per la Williams Pipeline, altamente contestata e negata due volte, che avrebbe tagliato il porto di New York e proposto aumenti dei tassi dalle due principali società di servizi.

'Sia ConEd che National Grid stanno proponendo di aumentare le nostre tariffe per espandere le infrastrutture dei combustibili fossili', ha detto Lee Ziesche, attivista di Sane Energy Project. 'Ciò che stanno proponendo fallisce completamente il test climatico'.

L'obiettivo finale di alcuni attivisti è abbandonare del tutto le società di servizi di proprietà degli investitori e costruire un sistema più democratico al loro posto. L'anno scorso, NYC-DSA ha lanciato una campagna di potere pubblico per rendere la rete energetica di proprietà pubblica. Sulla base di questa idea, il 19 ottobre, una coalizione di organizzazioni di base ha lanciato il Movimento per un New Deal verde, una campagna che richiederà ai servizi pubblici di essere di proprietà pubblica come parte fondamentale di questa transizione. Dare il controllo pubblico sul futuro energetico di New York City, sostengono gli attivisti, potrebbe gettare le basi per la giusta e rapida decarbonizzazione del settore energetico.

'Potremmo decompattare l'energia pulita e garantirla a tutti i newyorkesi come un diritto umano, più o meno allo stesso modo in cui abbiamo già garantito acqua pulita attraverso il nostro servizio idrico pubblico', ha dichiarato Amber Ruther, organizzatore di New York-DSA, durante una recente audizione davanti al legislatore dello Stato di New York.

Ruther ha sostenuto nella sua testimonianza che le utility di proprietà degli investitori non sono posizionate per affrontare la crisi climatica. 'La struttura di incentivazione per i servizi privati ​​è stata progettata per incoraggiarli a costruire quante più infrastrutture possibili', ha affermato Ruther. 'Ma ora quella struttura di incentivazione è obsoleta e ci impedisce di raggiungere i nostri obiettivi climatici'.

Per sostituire le utility di proprietà degli investitori, la campagna Public Power richiede un'utilità pubblica su larga scala. Ciò potrebbe significare l'espansione della New York Power Authority, la più grande utility pubblica statale negli Stati Uniti, o la municipalizzazione di servizi privati. Una volta stabilita, un'utilità pubblica sarebbe responsabile del grande lavoro di trasformazione della rete, ha spiegato Aaron Eisenberg, un organizzatore con NYC-DSA Teen Vogue in un'e-mail.

apocalypse madison montgomery
Annuncio pubblicitario

Oltre all'utilità su larga scala, la campagna prevede progetti energetici di proprietà della comunità più piccoli. Come modello, Eisenberg indica Sunset Park Solar, un array solare cooperativo, che sarà di proprietà e gestito dalle stesse persone che acquistano energia nel centro di Brooklyn.

L'idea di servizi pubblici di proprietà sta rapidamente guadagnando terreno. Il sindaco Bill de Blasio ha recentemente suggerito di socializzare i servizi pubblici della città. Alla fine di luglio, Costa Constantinides, membro del consiglio di New York City, ha collaborato con il NYC-DSA per ospitare un municipio in risposta agli aumenti dei tassi proposti da ConEd. Oltre 100 persone, tra cui l'assemblea Aravella Simotas e l'avvocato pubblico Jumaane Williams, hanno viaggiato sotto la pioggia battente per partecipare al municipio, dove molti hanno richiesto servizi pubblici.

Ma nessuno della ConEd o della Commissione di servizio pubblico di New York, che sovrintende alle utility dello stato, si presentò.

Jamie Tyberg, un organizzatore di New York Communities for Change, vede il potere di proprietà pubblica come un passo importante nel trasformare il nostro rapporto con risorse ed energia, che per troppo tempo sono state considerate infinite.

'Non saremo in grado di sfuggire a questa crisi senza sostituire il sistema', ha detto Tyberg, che si è offerto volontario con la campagna, Teen Vogue.

In risposta alle affermazioni fatte in questo articolo, Michael Clendenin, direttore delle relazioni con i media di ConEd, ha scritto in una e-mail: 'Possiamo mantenere un'alta affidabilità e avere un futuro di energia pulita. Con Edison è impegnata ad aiutare lo Stato di New York a raggiungere i suoi obiettivi di energia pulita e attraverso le nostre attività di energia pulita siamo il secondo maggior produttore di energia solare in Nord America '. Un portavoce della National Grid ha risposto a Teen Voguerichiesta di commento fornendo collegamenti al loro piano per 'investire nelle reti del gas naturale rendendole più sicure e affidabili, promuovendo un futuro energetico più pulito'. (L'idea che più reti di gas promuoveranno l'energia pulita non ha basi nella scienza del clima.)

Un movimento diffuso, con radici antiche

I servizi pubblici non sono quasi una nuova idea - negli Stati Uniti esistono già oltre 2.000 servizi pubblici - ma la crescente domanda di un sistema energetico più giusto ha dato a questo modello di proprietà nuova energia.

Quest'estate, il senatore del Vermont e il candidato presidenziale del 2020 Bernie Sanders hanno pubblicato la propria versione di un ambizioso New Deal verde, che delinea un piano per l'energia rinnovabile di proprietà pubblica.

La visione di Sanders potrebbe assomigliare al sistema energetico nello stato (sicuramente meno popoloso) del Nebraska, che consiste interamente in distretti di potere pubblico, servizi pubblici e cooperative energetiche. Lo stato ha abbandonato i servizi pubblici di proprietà degli investitori nel 1946 e rimane l'unico stato a operare pienamente sul potere pubblico. Da allora, il Nebraska è stato in grado di mantenere alcune delle tariffe più basse di elettricità nel paese.

Questo futuro potrebbe anche assomigliare alla città di Burlington, nel Vermont, di Sanders, che ha avuto un'utilità di proprietà municipale dal 1905. Nel 2014, Burlington è diventata la prima città degli Stati Uniti a passare al 100% di energie rinnovabili, mantenendo le stesse tariffe dal 2009.

La città ha recentemente definito una tabella di marcia per un obiettivo ancora più ambizioso: passare all'energia netta zero entro il 2030, che la città definisce come 'approvvigionamento di almeno l'energia rinnovabile che consuma in energia per scopi elettrici, termici e di trasporto a terra '.

I servizi pubblici erano anche un componente del predecessore del New New Deal verde: il New Deal di Franklin D. Roosevelt. La legge sull'elettrificazione rurale del 1936 fu approvata per fornire prestiti a zone rurali isolate per avviare le proprie cooperative elettriche. L'obiettivo era semplice: offrire energia elettrica a prezzi accessibili agli agricoltori, lasciati al buio da società di servizi pubblici motivati ​​dal profitto.

Annuncio pubblicitario

'All'epoca, le utility di proprietà degli investitori non erano realmente disposte ad andare nell'America rurale' perché le aree scarsamente popolate non promettevano buoni affari, ha spiegato Johanna Bozuwa, che lavora presso la Democracy Collaborative.

jeu de prêt étudiant

Mentre le campagne di oggi hanno visioni più ampie, rimangono i principali vantaggi di un'utilità pubblica. Sono progettati per rispondere alle persone piuttosto che a scopo di lucro. I servizi pubblici hanno tassi medi più bassi rispetto ai servizi di proprietà degli investitori e tutti i ricavi realizzati rientrano nella comunità, piuttosto che nelle tasche degli amministratori delegati e degli azionisti privati. Ad esempio, Austin Energy ha utilizzato le sue entrate per sostenere lampioni, pubblica sicurezza, biblioteche e parchi.

Le utility di proprietà degli investitori non hanno lo stesso incentivo. 'In linea di massima, le utility di proprietà degli investitori hanno un track record terribile', ha affermato David Pomerantz, che lavora presso l'Energy and Policy Institute, un'organizzazione di controllo che tiene traccia delle utility energetiche. Sottolinea il fatto che le utility di proprietà degli investitori sono spesso i principali contribuenti alle campagne politiche e spendono milioni per i lobbisti. Quest'anno, National Grid ha persino chiesto ai propri clienti di aiutare a fare pressione per il gas impazzito.

Tuttavia, Pomerantz avverte che i servizi pubblici non sono irreprensibili. Come i servizi pubblici, i servizi pubblici hanno associazioni di categoria, come l'American Public Power Association (APPA) e la National Rural Electric Cooperative (NREC). Entrambi i gruppi hanno combattuto gli standard EPA per l'aria pulita, l'acqua e l'inquinamento da carbonio, ha spiegato Pomerantz in una e-mail.

Bozuwa, della Democracy Collaborative, vede il momento attuale come un'opportunità per imparare dagli errori dei servizi pubblici e spingere questo modello in una nuova direzione più audace. 'La proprietà pubblica è costruita nel contesto delle persone che si stanno organizzando per questo', ha affermato Bozuwa. Ciò garantisce al sistema il suo potere e, storicamente, i suoi limiti.

Una nuova era della democrazia energetica

Le campagne emergenti di oggi chiedono del tutto un nuovo sistema di 'democrazia energetica' e condividono un obiettivo generale di giustizia climatica. Ciò che ciò comporta assume molte forme.

Ad esempio, la campagna #NationalizeGrid nel Rhode Island ha combattuto, insieme al suo partner di coalizione, il George Wiley Center, per il potere pubblico in tutto lo stato.

'È un atto legislativo piuttosto semplice (che richiede) un aumento delle tasse molto ridotto in tutto lo stato, (ciò significherebbe) che i pagatori a basso reddito dovrebbero pagare solo una certa percentuale del loro reddito mensile come pagamento delle utenze', ha spiegato Corey Krajewski , un attivista con la campagna.

La campagna di Boston Take Back the Grid si è concentrata sull'assicurare ai lavoratori e alle comunità di colore di Boston di beneficiare del passaggio a una rete rinnovabile di proprietà pubblica.

Allo stesso modo, la campagna Let's Own PG&E della California del Nord ha studiato i modi per garantire che i lavoratori PG&E siano inclusi nel nuovo sistema energetico. Un'idea che hanno preso in considerazione è una proposta di voto per proteggere le pensioni di questi lavoratori, ha spiegato Emily Algire, una delle organizzatrici della campagna.

Nel Maine, il fornitore di energia elettrica locale è stato accusato di addebitare erroneamente i clienti. In risposta a tassi sproporzionatamente elevati, un gruppo di oltre 600 contribuenti ha citato in giudizio la Central Maine Power Company, sostenendo anche una proposta di legge per sostituire i due principali fornitori di energia dello stato con un'utilità pubblica statale, introdotta dal rappresentante Seth Berry. Per Berry, è una grande opportunità per affrontare la crisi climatica.

'Fondamentalmente, dobbiamo elettrificare tutta la nostra economia e dobbiamo farlo molto velocemente', ha detto Berry. 'È come la base su cui stiamo costruendo la nostra casa per il futuro'.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Come intervenire direttamente sulla crisi climatica nella tua scuola quest'anno