Spiega la potenziale sfilata Victoria's Secret Fashion Show di modelle plus, transgender e disabili

Stile

Spiega la potenziale sfilata Victoria's Secret Fashion Show di modelle plus, transgender e disabili

'Penso che Victoria's Secret abbia paura e non sono disposti a rischiare'.

10 novembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Composito: per gentile concessione del soggetto. Getty Images. Instagram / TessHolliday. Getty Images.
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Secondo quanto riferito, il Victoria's Secret Fashion Show attira oltre 800 milioni di telespettatori da 190 paesi. Ma nonostante la sua popolarità, non riesce a rappresentare adeguatamente il pubblico che afferma di servire. Il behemoth della lingerie ha sede in America, dove la donna media ha una taglia 16/18 - eppure in 23 anni, il marchio non è riuscito a lanciare un singolo modello plus-size. E non mancano modelli belli e capaci di taglie forti che sono disposti a lavorare con Victoria's Secret. Nel 2015, la modella Tess Holliday ha condiviso un'immagine di se stessa in lingerie con la didascalia 'Se Victoria's Secret ha bisogno di un angelo taglie forti, chiamami. (P.S. DUH, noi donne piene ci piace indossare lingerie e apparire sexy. Andare con esso '). Un anno dopo, Ashley Graham ha pubblicato un'illustrazione di se stessa come la prima modella plus size al Victoria's Secret Fashion Show che ha raccolto oltre 150.000 Mi piace su Instagram. Il marchio non ha risposto a nessuno dei due post.

Sebbene la comunità transgender e non binaria stia finalmente guadagnando più visibilità nelle settimane della moda in tutto il mondo, ottenendo un record di 91 punti di passerella durante la stagione primaverile 2019, Victoria's Secret non ha mai lanciato un modello transgender per la sfilata di moda o anche per le sue campagne pubblicitarie. Nel 2013, oltre 50.000 persone hanno firmato una petizione per sollecitare i direttori del casting di Victoria's Secret a prendere in considerazione la modella transgender Carmen Carrera; tale petizione è stata ignorata dal marchio. Proprio questo aprile, Leyna Bloom ha lanciato una campagna su Twitter per diventare la prima donna transgender ad essere lanciata in passerella spettacolare. 'Cercando di essere il primo modello trans di colore per seguire una sfilata di moda di Victoria's Secret', ha twittato, raccogliendo oltre 100.000 Mi piace e 34.000 Retweet. È una passerella regolare sulla passerella di Chromat ma non è ancora stata contattata da Victoria's Secret.

L'industria della moda ha ancora molta strada da fare in termini di rappresentanza per i modelli disabili, ma i progressi sono stati fatti. Durante la stagione primaverile 2019 della settimana della moda, modelli disabili come Mama Cax e Madeline Stuart hanno sfilato in passerella, Jillian Mercado, Chelsea Werner e Mama Cax hanno coperto il numero di settembre di Teen Voguee Chella Man divenne il primo modello transgender sordo a firmare a IMG. In un'intervista con Teen Vogue, Madeline Stuart ha espresso il desiderio di diventare il primo modello Victoria's Secret con sindrome di Down, definendolo il suo 'sogno più grande'. I suoi commenti sono stati ignorati.

Mentre Victoria's Secret ha fatto alcuni sforzi per diversificare il suo cast di modelli negli ultimi anni, arruolando il primo modello con vitiligine (Winnie Harlow) e il primo modello filippino (Kelsey Merritt) per lo spettacolo di quest'anno, ci sono ancora diversi gruppi emarginati che sono palesemente assente dalla pista. In una recente intervista con Voga, Ed Razek, direttore marketing della casa madre di Victoria Secret, ha spiegato perché la società non lancia modelli transgender. 'Non dovresti avere transessuali nello show? No. No, non credo che dovremmo ', ha detto. 'Beh perchè no? Perché lo spettacolo è una fantasia. È uno speciale di intrattenimento di 42 minuti. Questo è quello che è. È l'unico del suo genere al mondo e qualsiasi altro marchio di moda al mondo lo prenderebbe in un minuto, compresi i concorrenti che ci stanno dando da fare. E ci danno la carpa perché siamo il capo '. (Secondo GLAAD, 'transessuale' non è un termine generico, e il termine 'transgender' è preferito.) Da allora Razek ha offerto scuse, ma il danno è stato fatto - molti ex sostenitori del marchio stanno già organizzando un boicottaggio.

Annuncio pubblicitario

Leyna Bloom è andata su Instagram sabato mattina per rispondere alla dichiarazione di Razek, dicendo: 'Se supporti questo e questo marchio, supporti la transfobia e sei parte del problema nel mondo. L'odio ha causato molti problemi nel mondo, ma non ne ha ancora risolto uno '. Anche Carmen Carrera si è rivolta alla dichiarazione, indicando le vendite in calo del marchio come prova che deve apportare una modifica. 'Tutto questo processo di casting' Più santo di te 'non aiuta neanche la compagnia', ha scritto su Instagram. 'Le loro vendite sono in costante calo dal 2016 e spero che cambieranno presto! Se sono pronti per un cambiamento positivo di grande impatto, sanno dove trovarmi '!

Prima della messa in onda del VS Fashion Show 2018, ho parlato con Leyna, Carmen e altri importanti modelli di comunità sottorappresentate per discutere del perché - nonostante le notizie di vendite in calo e il successo dei marchi di biancheria inclusivi - Victoria's Secret non sta ancora ascoltando.

Carmen Carrera, attrice transgender, attivista, personaggio televisivo e modello Wilhelmina

Getty Images

Teen Vogue: Perché è importante avere una rappresentanza transgender su una passerella come quella di Victoria Secret?

Carmen Carrera: È importante avere una rappresentazione transgender perché rappresentiamo la prossima generazione e la loro nuova percezione sullo standard della bellezza - che credo sia vero per te stesso, amando te stesso e gli altri. Si tratta anche di essere più consapevoli, socialmente e di far luce su tutti i gruppi emarginati. È oltre la bellezza della superficie.

Ma se guardi i modelli di Victoria's Secret, onestamente, le ragazze non li guardano necessariamente per i motivi più salutari. Si tratta più dell'invidia, del desiderio di apparire esteticamente migliori: è una mentalità irraggiungibile, elitaria. Quei modelli sono praticamente lì solo perché sembrano buoni. Non va molto più in profondità. Avere una ragazza transgender lassù che lavora altrettanto duramente per mantenere la sua mente e il suo corpo, ma anche cuore, anima, spirito, vita, transizione, perseveranza e volontà di sopravvivere? Questa è la rappresentazione che tutte le donne possono guardare! Siamo un esempio positivo di come superare i confini che trattengono tutte le donne in primo luogo. Siamo eroi. Siamo campioni delle nostre storie trionfali, che la gente ama e che ci viene solo da noi.

tv: La petizione creata per te mostra chiaramente che c'è un desiderio di rappresentanza transgender sulla passerella di Victoria's Secret. Perché pensi che il marchio sia stato lento ad abbracciare la diversità?

Annuncio pubblicitario

CC: Penso che Victoria's Secret abbia paura e non sono disposti a rischiare. Penso che siamo visti come una responsabilità piuttosto che la straordinaria opportunità che siamo veramente. Penso che non includendoci, sta inviando un messaggio oscuro e contribuendo all'ignoranza e all'odio che esistono oggi. Loro come azienda hanno il potere di darci le opportunità di cui abbiamo bisogno per prosperare e di stabilire effettivamente il record su chi siamo nel mondo in generale. Devono smettere di guardarci come una responsabilità e invece di considerarci come un potenziale per un cambiamento positivo nel mondo. Perché è quello che siamo sempre stati. Sembra quasi che stiano aspettando che diventiamo abbastanza famosi da soli fino a quando non avranno altra scelta che includerci, ma la realtà è che è quasi impossibile senza l'aiuto e il supporto di aziende come loro in primo luogo. È difficile per noi prosperare senza le risorse. Siamo così privati ​​del diritto: a malapena abbiamo pari diritti e protezione federale. Hanno il potere e il potenziale per aiutarlo a cambiarlo.

tv: Guardando la sfilata di moda Victoria's Secret crescere, come ci si sente a escludere la comunità transgender?

CC: Crescendo, non ho visto troppo la sfilata di Victoria's Secret. Ho appena visto gente che non era reale per me, quindi non mi interessava davvero. E a quel tempo, sembrava che fosse fatto per l'interesse degli uomini, quindi non mi identificavo davvero con esso. Questo marchio è stato costruito sulla misoginia e indulgendo / provocando uomini. È tempo che riconoscano la loro storia e smettano di provvedere agli uomini e inizino a provvedere alle donne. Se questo spettacolo fosse davvero per donne, saremmo tutti presenti.

tv: Quali sono alcuni marchi di lingerie modello che abbracciano la comunità transgender in modo autentico?

CC: A dire il vero, non conosco marchi di lingerie che abbracciano davvero le donne transgender.

tv: Che impatto avrebbe sugli spettatori di Victoria's Secret Fashion Show vedere un modello transgender camminare sulla passerella?

CC: Penso che la gente ci celebrerebbe. Non ci sarebbe stata una petizione per me per assistere allo spettacolo e CNN nel mondo non avrebbe coperto la storia se non ci fossero persone che facevano il tifo per noi. Penso che sarebbe anche un inizio di conversazione e potrebbe aprire gli occhi di molte persone che non sarebbero altrimenti esposte alla comunità transgender.

tv: Come possiamo continuare a lottare per la rappresentanza transgender presso Victoria's Secret e altri marchi?

CC: Supportandoci! Supportare le persone transgender visibili che stanno cercando di fare la differenza è enorme. Inoltre, contatta direttamente i marchi. Raduna i tuoi amici e twitta, scrivi lettere, fai tutto il possibile per entrare in contatto con i marchi che ti piacciono e ti interessano e dire loro come ti senti e incoraggiarli a includere più modelli transgender come me!

Tess Holliday, modella taglie forti e fondatrice di Eff Your Beauty Standards

Instagram / TessHolliday
Annuncio pubblicitario

Teen Vogue: Perché è importante avere una rappresentazione plus-size su una passerella come quella di Victoria Secret?

Tess Holliday: La diversità è importante nel settore perché non esiste un solo tipo di corporatura. Il cambiamento avviene solo quando c'è più rappresentanza nel settore.

tv: La risposta al tuo post su Instagram mostra chiaramente che c'è un desiderio di una rappresentazione più grande sulla passerella di Victoria's Secret. Perché pensi che il marchio sia stato lento ad abbracciare la diversità?

TH: Suppongo che forse a Victoria's Secret non piacciano i soldi, perché ci sono molti soldi rimasti sul tavolo. VS ha sempre soddisfatto un certo tipo di look e vende questa idea di sogno ai consumatori di massa. (Quel sogno) non implica essere plus-size, che non è la realtà, e questo è un peccato.

combinaison alexandria ocasio-cortez

tv: Guardando lo show di VS crescere, come ci si sente a escludere la community plus-size?

TH: Non ho mai visto il VS Fashion Show crescere perché sapevo in tenera età che non potevo fare acquisti lì o indossare nulla, quindi non ci sono riuscito perché non volevo farmi stare male. Posso immaginare che molte persone che crescono si sentano male quando vedono solo un certo tipo di corpo.

tv: Quali sono alcuni marchi di lingerie modello che abbracciano la community plus size in modo autentico?

TH: Alcuni dei miei preferiti sono Eloquii, ASOS, Hips and Curve e Playful Promises. Questi marchi mostrano lingerie su diversi tipi di corpo e abbracciano la diversità.

tv: Che impatto avrebbe sugli spettatori del Victoria's Secret Fashion Show vedere un modello taglie forti camminare sulla passerella?

TH: Penso che mostrerebbe agli spettatori che non c'è solo un modo per essere belli e che tutti contiamo.

tv: Come possiamo continuare a lottare per una rappresentanza plus-size presso Victoria's Secret e altri marchi?

TH: Per quanto io voglia VS, che è il più grande rivenditore di lingerie, ad abbracciare taglie forti e tipi di corporatura più diversi, è anche importante dedicare tempo, concentrazione e denaro ai marchi che stanno effettivamente facendo ciò che si desidera vedere. È importante parlare dei marchi che ti piacciono e di quello che stanno facendo perché è quello che dovrebbe ottenere i nostri soldi perché si preoccupano davvero dei gruppi emarginati. Supportare sempre marchi progressivi.

Madeline Stuart, primo modello NYFW con sindrome di Down

Getty Images
Annuncio pubblicitario

Teen Vogue: Perché è importante avere rappresentanza per le persone con disabilità su una passerella come quella di Victoria's Secret?

Madeline Stuart: È importante che i grandi marchi rappresentino ogni tipo di persona in quanto sono i grandi marchi come Victoria's Secret che modellano il settore e (impostano) le tendenze da seguire per i marchi più piccoli. Sono quelli che possono davvero guidare la nostra industria della moda in una direzione positiva.

tv: Sei stato avvicinato da Victoria's Secret dalla tua dichiarazione sul camminare nello show?

SIGNORINA: Purtroppo a questo punto, non ci siamo avvicinati, ma quest'anno hanno firmato Winnie Harlow, quindi speriamo che con il tempo accada.

tv: La risposta alla nostra intervista mostra chiaramente che c'è un desiderio di rappresentanza per le persone con disabilità sulla passerella di Victoria's Secret. Perché pensi che VS sia stato ancora lento ad abbracciare la diversità?

SIGNORINA: Le cose cambiano lentamente e si muovono nella giusta direzione. Come ogni altra pietra miliare nella storia, le cose richiedono tempo. Le cose vanno molto meglio ora che anche 12 mesi fa (in termini di) diversità.

tv: Quali sono alcuni marchi di lingerie modello che abbracciano la comunità dei disabili in modo autentico?

SIGNORINA: Ci sono molte aziende che ora usano diversi modelli in ogni paese: Fig Leaves e Curvy Kate nel Regno Unito .; Surge, che è maschile; Parfait in Europa; Lingerie solitaria dalla Nuova Zelanda; NATO, Aerie e Lane Bryant negli Stati Uniti, per citarne alcuni.

tv: Che impatto avrebbe sugli spettatori di Victoria's Secret Fashion Show vedere una modella con disabilità sulla passerella?

SIGNORINA: Più modelli diversi vedi in passerella o in campagne, più la vita diventa inclusiva. È importante che tutti si sentano uguali e l'unico modo che accadrà è rappresentarsi in ogni ambito della vita, incluso l'industria della moda, che ha un impatto così grande sulle generazioni future.

tv: Come possiamo continuare a lottare per la rappresentanza dei disabili presso Victoria's Secret e altri marchi?

SIGNORINA: Con riviste e notiziari come questo che portano consapevolezza al problema, alla fine avremo un mondo in cui la diversità non è degna di nota, poiché sarà solo una parte normale della vita. Siamo così eccitati per il giorno in cui ciò accade.

Leyna Bloom, modella transgender, attrice, ballerina e attivista

Teen Vogue: Perché è importante avere una rappresentanza transgender su una passerella come quella di Victoria's Secret?

Annuncio pubblicitario

Leyna Bloom: È importante avere una rappresentanza transgender sulla passerella di Victoria's Secret, su tutte le passerelle e in ogni sfera umana, al di fuori della moda. Siamo capaci e belli e stiamo fissando nuovi confini nella moda tradizionale. Non saremo più solo gli acquirenti dei tuoi marchi. Vogliamo essere inclusi in ogni aspetto del mondo della moda, dalla produzione alla pubblicità. Le donne transgender hanno un corpo e indossano biancheria intima proprio come tutti gli altri.

tv: La risposta al tuo tweet mostra chiaramente che c'è un desiderio di rappresentazione transgender sulla passerella di Victoria's Secret. Perché pensi che Victoria's Secret sia stata lenta ad abbracciare la diversità?

LIBBRE: Ad essere sincero, non ne sono sicuro. Forse perché questo è l'inizio di un cambiamento nel mondo della moda e stanno aspettando di vedere come possono contribuire o come recuperare il ritardo. Questo è super deludente e ignorante perché la cosa giusta è far parte di ciò che sta cambiando il mondo in meglio poiché tu sei uno dei principali leader che potrebbero cambiarlo. Rifiutarsi di unirsi a noi potrebbe essere dannoso per il marchio a lungo termine, e non lo voglio perché sono cresciuto amando tutto VS.

tv: Guardando lo spettacolo di Victoria's Secret crescere, come ci si sente a escludere la comunità transgender?

LIBBRE: Le persone transgender non incluse nella moda sono state completamente normalizzate per me. È qualcosa a cui mi sono tristemente abituato. Ho fiducia che ciò che sto facendo sarà di aiuto. E spero di ispirare le persone a sapere che c'è un problema e una soluzione. Cambiare il mondo per aiutare e includere tutti non dovrebbe essere una tendenza; è nella nostra natura e umanità.

tv: Quali sono alcuni marchi di lingerie modello che abbracciano la comunità transgender in modo autentico?

LIBBRE: In cima alla mia testa, ce n'è solo uno a cui riesco a pensare: Chromat, che è il leader dell'inclusione nella moda ieri, oggi e domani. Molti marchi ora hanno seguito la loro leadership e sono così orgoglioso di farne parte.

tv: Che impatto avrebbe sugli spettatori di Victoria's Secret vedere un modello transgender camminare sulla passerella?

LIBBRE: Sarebbe un momento di rantolo per l'aria, wow per me e per tutti quelli che conosco - un apripista che il mondo è in realtà sull'orlo di un cambiamento abbondante. Mostrerebbe alla gente che va bene essere speciali: questi sono i corpi e le facce degli anelli mancanti nella società. Più persone ameranno se stesse perché vedranno qualcuno incluso che è proprio come loro. Per cambiare il mondo, devi andare dalla persona che ha meno opportunità e rappresentazioni e dargli una mano perché ne ha più bisogno.

tv: Come possiamo continuare a lottare per la rappresentanza transgender presso Victoria's Secret e altri marchi?

LIBBRE: Più marchi - grandi marchi e marchi più piccoli - dovrebbero assumere lavoratori transgender: stilisti, parrucchieri, truccatori, fotografi, editori, assistenti, designer, direttori di casting, eccetera, e includere più talenti transgender. Ciò significa che abbiamo bisogno di agenzie di modelle per assumere modelli transgender neri, non solo modelli transgender bianchi. Non ci sono quasi modelli transgender di colore firmati per nessuna grande agenzia di modelle. Ci sono solo modelli transgender bianchi che lavorano costantemente nel mondo della moda. Non è solo VS; è la maggior parte del mondo della moda. Tutti possiamo fare la nostra parte e contribuire a cambiarla, e VS può essere la pausa di cui abbiamo bisogno. Se non loro, allora chi?

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Savage x Fenty era tutto ciò che la sfilata di moda di Victoria's Secret doveva essere