Phoebe Bridgers su ciò che ha imparato dalla collaborazione con Conor Oberst, Julien Baker e Lucy Dacus

Musica

'Più sei specifico di una sensazione di solitudine molto generale è in realtà il modo in cui (connettiti con le persone'.

Di P. Claire Dodson

bonnet feldstein nu

Illustrazione di Kathy Iandoli





27 giugno 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Credito fotografico: Ty Johnson
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Durante il mese di giugno, Teen Vogue celebra le stelle della musica emergente che trascendono i generi. Attraverso profili approfonditi, mettiamo in evidenza gli artisti che creano canzoni che i nostri lettori dovrebbero conoscere e adoreranno.

Nome: Phoebe Bridgers

Età: 24 anni

Città natale: Los Angeles, California

Phoebe Bridgers ha recentemente ricevuto un'e-mail da Matt Berninger, cantante dei National. Aveva sentito che stava lavorando al suo secondo album e aveva un po 'di saggezza per lo stress di quel processo: 'Era tipo' Yo, i tempi non esistono. Sono completamente arbitrari ', dice Phoebe Teen Vogue.

clitoris d'anatomie vaginale

L'idea di una linea temporale è qualcosa a cui il 24enne Phoebe ci pensa molto. La cantante / cantautrice e nativa di Los Angeles ha pubblicato il suo esordio acclamato dalla critica Straniero nelle Alpi nel 2017, un album pieno di poesie sconvolgenti sugli amori del passato, le foto di nudo e, naturalmente, la morte. Negli anni successivi si è concentrata in qualche modo involontariamente su collaborazioni: è un terzo del ragazzo supergruppo con Julien Baker e Lucy Dacus e ha collaborato con Conor Oberst di Bright Eyes nel loro recente progetto, Better Oblivion Community Center. Di recente ha terminato la produzione del prossimo album di un altro dei suoi amici e collaboratori, Christian Lee Hutson, che ha anche segnato la sua prima produzione musicale che non era la sua.

Ora, due anni dopo Straniero nelle Alpi, sta rivolgendo la sua attenzione al suo seguito, a cui sta attualmente lavorando a Los Angeles. 'Sto solo scrivendo e facendo un passo indietro da tutto per vedere che aspetto ha', dice. In passato, quel processo per scoprire di cosa tratta il suo lavoro è continuato bene nel ciclo promozionale dell'album, molto tempo dopo che una determinata canzone è stata scritta e registrata. Il tempo è un costrutto, ecc. Ecc.

'Molte persone aspettano cinque anni per mettere su il prossimo disco. Non penso che succederà, ma ho inventato questa pressione per mettermi in testa, per mettere fuori qualcosa presto e renderlo fantastico, quando dovrebbe essere semplicemente fantastico e dovrei semplicemente sentirmi bene. Perché dovresti correre a mettere fuori qualcosa? lei chiede. 'Non c'è niente di più inutile di un album di cui non ti senti fortemente, al mondo'.

È difficile immaginare un inutile album di Phoebe Bridgers, poiché l'idea di 'sentirsi fortemente' è un descrittore inavvertitamente buono di ciò che la sua musica comunica e di come è ascoltarlo. Sui primi brani come 'Motion Sickness' e 'Scott Street', usa dettagli estremamente specifici - trascrizioni di conversazioni, importi in dollari spesi per un ipnoterapeuta - che combinati con il suo falsetto sussurrato e accordi folli creano una vicinanza con l'ascoltatore, come un amico condividendo le sue frustrazioni. 'Quanto più specifico sei in una sensazione di solitudine molto generale è in realtà il modo in cui ti connetti con le persone', dice del suo songwriting.

Le connessioni di Phoebe con i suoi collaboratori sopra menzionati l'hanno aiutata ad attingere a parti inesplorate delle sue abilità. Mentre collabora, apprende le loro abitudini, sviluppando quelle che vuole emulare. Da Lucy, ammira la natura 'metaforica' ​​del suo lavoro, il modo in cui può intrecciare una storia in una canzone senza che tu sappia che è lì. Julien la sta trasformando in 'una secchiona', con il desiderio di scrivere su ogni strumento. Conor ha una facilità nel creare canzoni: 'tutto ciò di cui ha bisogno è uno schema di rime e una melodia e non deve nemmeno dirlo ad alta voce, avrà scritto l'intero verso'.

coiffure zayn 2015

Non è una cosa da dire dire che qualunque cosa Phoebe rilasci, ogni volta che lo rilascia, sarà il risultato di questo periodo di intenso coworking e degli ultimi due anni di tournée da sola e con i suoi altri progetti. Ha imparato di più sul suo stile di lavoro '(a volte ho solo bisogno di qualcuno che mi dica un mucchio di idee che non mi piacciono, in modo che io possa capire cosa voglio veramente'). Sviluppando anche un angolo creativo di fiducia musicisti a cui ispirarsi.

Nel frattempo, sta calmando ogni persistente ansia riguardo ai tempi di ciò che sarà il prossimo immaginando scenari nel caso peggiore. 'La peggiore delle ipotesi è che vado in studio per registrare un sacco di canzoni e poi sei mesi dopo sono tipo,' Oh mio Dio, lo odio '!' Dice Phoebe. 'Quindi lo caccio. E poi lo faccio di nuovo '.

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: In che modo Dounia ha cambiato la sua 'narrativa su Internet' dal modello di influencer alla pop star emergente di Pop-R & B