Tabù d'epoca e coppette mestruali nella comunità nera

Identità

Tabù d'epoca e coppette mestruali nella comunità nera

Perché alcuni mestruatori neri sono così disgustati dalle coppette mestruali?

15 novembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

In questo editoriale, A. Rochaun Meadows-Fernandez esplora perché i neri sono più contrari ai metodi alternativi di gestione mestruale, come la coppetta mestruale.

Crescendo, nessuno mi ha mai esplicitamente detto di non parlare ad alta voce del mio periodo. Ma è sempre sembrato chiaramente implicito. Nel caso fosse necessario, era decisamente inappropriato per la 'società mista'.

Le mestruazioni non erano qualcosa che hai celebrato. Allo stesso tempo, non è stato qualcosa che hai ignorato. Era semplicemente un dato di fatto. Come donna di colore, mi è stato insegnato che è come qualsiasi altro processo: tu lo affronti, passi attraverso il dolore e vai avanti.

Per molti nella mia comunità, quello stigma è stato sufficiente per scoraggiarci dall'utilizzare metodi non tradizionali di cattura del sangue, come coppette mestruali e mutande mestruali. Le risposte che ho ricevuto dopo aver condiviso il mio abbraccio della coppa con i miei cari lo hanno reso chiaro. Le loro risposte andavano dalla confusione al disgusto, chiedendo una variazione di 'Perché diavolo vorresti farlo'. Non ho capito l'avversione. Le coppette mestruali sono un'alternativa altrettanto valida ai cuscinetti e ai tamponi; inoltre sono più economici a lungo termine.

Tuttavia, ho ritenuto importante accettare il mio ciclo mestruale o no. C'era così tanta stigmatizzazione attorno alle mestruazioni e non volevo più vergognarmi.

C'è uno stigma che circonda le mestruazioni, indipendentemente dalla razza, per tutti coloro che la sperimentano. Ma ho sperimentato in prima persona il modo in cui le donne di colore possono portare uno stigma culturalmente su misura durante i nostri periodi.

Secondo Cece Jones-Davis, sostenitrice delle mestruazioni, artista e leader del pensiero, le donne nere esistono all'intersezione di razzismo e oppressione di genere - e i messaggi che ascoltiamo durante la nostra vita fanno molto di più che ridurre la probabilità che usiamo direttamente metodi di gestione mestruale come coppe e biancheria intima d'epoca.

acheter des cils magnétiques

'Le donne di colore hanno storicamente creduto di essere' sbagliate ', sia sul nostro corpo che sui nostri capelli. La nostra esperienza tra la maggioranza anglo ci ha dato profondi problemi con i modi in cui ci presentiamo nel mondo. E quindi, è una progressione naturale per noi non avere relazioni sane con i nostri processi corporei, vale a dire le mestruazioni ', ha spiegato.

Per molti nella comunità nera, sembra che il periodo sia intrinsecamente grossolano.

'(Quando) penso al sangue mestruale, è molto legato agli escrementi; ricorda l'urina e la pipì nel letto. Odora e rovina i fogli. Ancora una volta, crescere pisciare nel letto è stato visto vergognosamente nelle famiglie nere ', ha detto Ida Harris, una scrittrice che spesso copre la cultura nera.

Nonostante abbia avuto una visione negativa dei periodi fin dall'infanzia, ha deciso di provare una coppetta mestruale - e la odiava.

Mentre ci sono diverse ragioni per cui non le piaceva correre con la coppa, uno dei motivi principali era il sangue. Come molti neri americani, Harris non ha allineato del tutto il movimento dell'orgoglio del periodo con le sue prospettive.

'Come donna di colore, devo dire che sono stato invidioso dell'orgoglio delle donne bianche ostentate. Non che io sia interessato, ma hanno rapporti sessuali periodici, periodi orali, periodi positivi. Sembra così liberatorio, mentre nella comunità nera è praticamente un periodo di oppressione ', ha detto.

Altri, come Sa'iyda Shabazz, che ha visto i periodi come un fatto della vita ma niente di speciale, sono aperti alle mutande del periodo, ma ancora non amano particolarmente l'idea della coppetta mestruale. 'Mi hanno fatto schifo, onestamente. Sono più propenso a provare le mutande d'epoca. Ma non voglio gestire il sangue nella sua forma liquida. Ho rovesciato ', ha detto.

Annuncio pubblicitario

Jones-Davis ha suggerito che questo tipo di reazioni sono perfettamente allineate con la politica di rispettabilità e la pressione per essere 'ordinato e pulito'. Dato che storicamente siamo già stati considerati inferiori in termini di razza, abbiamo reso i nostri periodi ancora più vergognosi. Il risultato è stato sia messaggi palesi che segreti che i periodi, e quelli che li hanno, sono impuri. Ma per le donne nere, quei messaggi si mescolano con le implicazioni razziste dei neri americani storicamente visti come generalmente impuri e indegni di interagire in spazi bianchi.

'Ricordo una conversazione in cui mia madre diceva quando era nel suo ciclo mestruale che non poteva cucinare per mio padre perché non lo permettevano come Rastafarian. Ci viene ricordato fermamente che dovevamo tenere nascosti gli effetti collaterali e gli eventi mestruali. Anche da adulta, quando le donne parlano pubblicamente del loro periodo, mia mamma continua a sentirsi male e lo scoraggia ', ha ricordato Alex, una madre di tre figli che sta lavorando per disimparare lo stigma del periodo.

Quei messaggi della prima infanzia non ci lasciano e hanno un impatto sul modo in cui vediamo noi stessi e le nostre opzioni.

'Da adulto, è qualcosa di cui mi vergogno ... di cui parlare con mio marito. Dopo 11 anni, mi sento a mio agio nel dire che sono nel mio ciclo mestruale. Cerco di essere il più discreto possibile ', ha continuato.

tenues laura jean

Per lei, l'idea di una coppetta mestruale non è attraente perché richiede un contatto diretto.

'La cosa più spiacevole della coppa è che devi toccarla sia che sia piena o no. Devi essere fisicamente coinvolto nella gestione delle mestruazioni. Un tappetino che butti nella spazzatura e vai ', ha detto.

È davvero importante che la comunità nera impari a discutere apertamente delle nostre esperienze con le mestruazioni. Secondo la ricerca, le condizioni di salute riproduttiva come i fibromi, la sindrome dell'ovaio policistico, l'infertilità e l'endometriosi sono tutte abbastanza comuni nella comunità nera. Purtroppo, la mancanza di riconoscimento che molti di noi hanno intorno al nostro flusso mensile ci lascia inconsapevoli delle bandiere rosse nei nostri sistemi riproduttivi e ci costringe a combattere il dolore mestruale estremo in silenzio.

'Mi sono sempre considerato molto tollerante al dolore. Ma tra rilassanti e crampi, mi sento come se avessi solo interiorizzato che il dolore faceva parte dell'essere una ragazza nera e stavo zitto ', concordò Briyana Clarel, un'artista ed educatrice non binaria, che è stanco di stare zitto per il dolore.

All'inizio di quest'anno, hanno sperimentato crampi mestruali molto dolorosi, che sono stati diagnosticati come una cisti ovarica rotta alcune settimane dopo.

'Sento che i miei crampi sono peggiorati quando sono invecchiato. Ho iniziato a lasciarmi saltare gli impegni di stare a casa e prendermi cura di me stesso. Ma è sempre drammatico perché sento che dovrei semplicemente prendere la medicina e succhiarla come fanno tutti gli altri. O mi convinco che non è poi così male ', hanno detto.

dupes de peinture nuage plus brillants

Le aspettative di dolore e vergogna sessuale possono lasciare alcuni nella comunità nera a occuparsi solo della propria salute. 'Troppi individui neri ignorano la nostra salute sessuale. Anche con i nostri fornitori di assistenza sanitaria, perché ci vergogniamo troppo di parlare di ciò che sta succedendo con i nostri corpi. Di conseguenza, i fibromi non vengono diagnosticati e i tumori riproduttivi non vengono sottoposti a screening adeguato ', ha affermato Jones-Davis.

Le mestruazioni sono un promemoria della sessualità, ma questi argomenti non possono essere discussi. Questo è più grande dell'uso della tazza nella comunità nera; riguarda l'ulteriore emarginazione subita da troppi mestruatori neri.

Jones-Davis si dedica alla sensibilizzazione su questo problema e alla ricerca di soluzioni che li aiutino a prosperare; da campagne sui social media, raccolta e donazione di articoli sanitari a rifugi per senzatetto e violenza domestica e collaborazione con organizzazioni internazionali per costruire bagni per ragazze nelle scuole remote di tutto il mondo.

La comunità nera ha tutto da guadagnare dall'abbraccio delle mestruazioni. La bellezza dell'egoismo olistico, l'apprezzamento per la nostra agenzia riproduttiva e il miracolo del corpo umano sono stati tutti elencati dal difensore mestruale come cose che dobbiamo guadagnare.

'Partecipa alla difesa mestruale. Leggi e parlane con le persone. Troverai il lavoro molto liberatorio. Imparerai che quando normalizziamo il 'normale', ci facciamo un regalo ', ha detto Jones-Davis.

E se ci capita di aumentare l'uso della tazza e l'accettazione lungo la strada, sarebbe anche bello.

Relazionato: Tutto quello che non sapevi mai sulle coppette mestruali

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.