Non fare sesso con il mio ragazzo al college mi ha aiutato a capire chi ero davvero

Identità

'Ho dovuto mettermi alla prova in uno spazio diverso, uno spazio che non equiparava il valore di una donna al fidanzato'.

Di Briana Lawrence

16 agosto 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Amelia Giller
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Benvenuti in AP Bio, Teen Vogue's guida a ciò che devi sapere sul sesso e sul tuo corpo prima di andare al college. Che si tratti di testare, prendersi cura di un'infezione da lievito o di rinunciare alla cosiddetta cultura del collegamento tutti insieme, abbiamo coperto. In questo editoriale, Briana Lawrence esplora il motivo per cui ha scelto di non fare sesso con il suo ragazzo al college e come evitare la relazione che pensava la convalidasse la portò ad un apprezzamento più profondo della sua identità.





anna kendrick twilight jessica

Attenzione! Ho un annuncio importante: quando avevo 17 anni io infine ho un fidanzato! Indica un applauso selvaggio e generose quantità di coriandoli, sì?

Okay, non è poi così scioccante. Ma come una ragazza grossa, nerd, nera, c'era una parte di me che sentiva di avere qualcosa da dimostrare e avere un ragazzo sembrava il modo perfetto per dimostrarlo. Ai tempi ero un grande fan di, beh, me. Il Dragon Ball Z Collezione VHS? Ne ero orgoglioso. La fanfic che scrive nello scantinato di mio padre? Alimentato da CD AOL e un'immaginazione attiva. Il mio corpo grasso? Eh, anche i miei amici erano grassi.

Mi amavo allora, fino a quando non mi fu detto di non farlo.

Nonostante il mio marchio personale di auto-amore prima di sapere che c'era un nome, ho sentito cose del tipo: 'I nerd sono perdenti che non hanno amici e non riescono a trovare un appuntamento'. 'Le ragazze grasse sono sciatte e non amabili'. 'Le ragazze nere sono veloci, ghetto e bougie'. Ho vissuto all'intersezione di questi stereotipi e li ho ascoltati sia direttamente che indirettamente attraverso l'amore della società per le barzellette, i gemiti collettivi di geek e il continuo licenziamento delle donne di colore. Ho iniziato a interiorizzare tutto ciò, ed è stato aggravato da commenti ben intenzionati ma sottilmente scoraggianti da parte di coloro che mi sono vicini. 'Sarebbe più carina se perdesse un po' di peso '. 'Guarda quei strani cartoni giapponesi e gioca ai videogiochi? Non è una vera ragazza '. 'E se fosse gay?'

'Non c'è da stupirsi che non abbia ancora un ragazzo'.

Certo, ho avuto grandi amici che hanno accettato il mio Ala di Gundam ossessione, ed era stata solo una zia che aveva posto quella domanda casuale 'what if' sulla mia sessualità che aveva portato al licenziamento un po 'ostile di mio padre della potenziale stranezza. Ma puoi sentire questo malarkey così tante volte prima di iniziare a crederci, specialmente durante la tua adolescenza - l'apice di cercare di capire chi sei.

Quindi, durante il mio ultimo anno di scuola superiore ho avuto un ragazzo, e ho pensato che fosse la prova di cui avevo bisogno per rimuovere l'etichetta 'strana' che mi era stata data. Il dialogo intorno a me è passato dalla preoccupazione per il mio stato di relazione al sollievo. 'Ha finalmente un fidanzato'. Ci ho sorriso, ma onestamente? Non ho visto quale fosse il grosso problema. Almeno, ha fatto smettere le dichiarazioni 'saresti più carino se'. Grazie a lui non c'erano più fastidiose riunioni in cui un personaggio strano in TV faceva indugiare tutti gli occhi sul mio grasso, unico io. Al diavolo, al mio ragazzo piacevano persino gli anime e i videogiochi, quindi questo ha confermato il mio amore per Sailor Moon e Marvel vs. Capcom 2, giusto? Mi convinsi che avrei voluto un ragazzo, che qualcosa non andava in me fino a quando finalmente ne ho preso uno mio. All'epoca ero grato, mi aggrappavo persino a lui, dimenticando completamente che una volta non avevo sentito il bisogno di provare a difendere me stesso o i miei interessi.

Annuncio pubblicitario

Pensavo che le cose andassero meglio con lui.

Siamo stati insieme per tutto il mio ultimo anno, fino al momento in cui ho iniziato l'università. È stato carino. Era bello. Mi ha rovinato marcio. E lo era veramente invadente sul sesso. Mi ha comprato una PlayStation 2 per il mio compleanno (e mi ha chiesto prontamente di accedere alla mia vagina), mi ha portato in bei ristoranti (e mi ha accusato di averlo usato per i suoi soldi perché non stavo dicendo sì ai suoi progressi sessuali), e Volevo davvero che la nostra prima volta fosse speciale (cercando di dormire con me nella macchina di mio padre e a casa di sua madre).

Allora, cosa stavo aspettando? 'Quando smetterai di prenderlo in giro'? è diventata la nuova domanda del giorno. Ma qualcosa dentro di me mi ha detto di non farlo, mi ha fatto sentire come se non fossi pronto ad andare quello lontano nel nostro rapporto. Ed è stato così gentile, lo sai? Portarmi fuori in tutte queste date ed essere disposto ad aspettare fino a quando ho detto la parola. Questo è quello che mi avevano detto direttamente quelli buone intenzioni persone, e indirettamente - tre appuntamenti fino a quando non fai sesso con il ragazzo, giusto? Questo è ciò che mi hanno insegnato i film.

Poi è successo il college.

Durante il mio primo anno il mio ragazzo venne a trovarmi con mia madre e una delle mie zie. È stato un gesto davvero dolce. Aveva guidato per sei ore solo per vedermi, per passare del tempo con me e per festeggiarmi mentre perseguivo un'istruzione superiore.

Oppure ... ha fatto il viaggio per chiedere se potessimo fare sesso. Ancora. Ha commentato come sarebbe arrivato tutto questo per vedermi.

Il liceo mi era stato disposto a sopportarlo perché pensava di doverlo fare, dato per scontato che facesse parte del pacchetto fidanzato. Ma le cose erano diverse questa volta. Adesso ero al college, per conto mio, lontano dal mio ragazzo e da quei ben intenzionati così-e-sos. Nel tempo in cui ero lontano da casa dovevo imparare a prendermi cura di me stesso, e una grande componente di ciò è la cura di sé. Quei cartoni animati giapponesi 'strani'? Una ricompensa per aver superato la settimana. Scrivere fanfic? Esercitati per un grande iscritto in erba. E chi ha avuto il tempo di preoccuparsi di essere 'più carino se hai perso peso' quando ci sono stati gli esami da studiare? Ho dovuto mettermi alla prova in uno spazio diverso, uno spazio che non ha equiparato l'autostima di una donna a un fidanzato.

Quindi quando mi ha chiesto di fare sesso, stavolta ho fatto di più che dire di no. Ho smesso di parlare con lui. Periodo.

Dopo tutto questo, si è scoperto che la zia che ha posto la domanda 'what if' su qualcosa. Dopo il ragazzo del liceo, ho iniziato una relazione con una donna con cui sono ancora oggi. Al college, non c'era alcuna pressione relazionale legata a me, quindi sono stato in grado di esplorare chi ero come persona. E tu sai cosa? Sono tornato da dove ho iniziato prima dei dubbi sussurrati sollevati dalla società e da quelli buone intenzioni i propri cari. Sono un grosso, nerd, strano nero donna.

Quindi, volevo davvero un ragazzo quando ero al liceo? Penso che la domanda più importante sia: perché era così importante convincermi che ne avevo bisogno?