Noah Centineo recita nella nuova serie di foto di Sarah Bahbah

Le relazioni

Guarda immagini esclusive dalle loro riprese.

Di Vera Papisova

cheveux bleu vert

Fotografia di Sarah Bahbah





20 settembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • E-mail
  • Facebook
  • cinguettio
  • E-mail

A tutti i fan di Noah Centineo che stavano solo pensando ai propri affari, si preparano a non essere OK. L'acclamata artista e cara Internet Sarah Bahbah ha toccato il giovane attore, che lei definisce 'incredibilmente radicato e saggio', come musa ispiratrice della sua ultima serie di foto, intitolata 'Dear Love'. La serie è nata come risultato di Instagram DM, ma secondo Sarah, 'è molto più serendipito di così'. Le due menti si sono incontrate per un caffè venerdì 14 settembre e hanno girato la serie due giorni dopo. Il duo ha pubblicato le prime immagini della serie il 19 settembre e rilascerà il resto della serie nel corso dei prossimi giorni.

Il sesto senso di Sarah per la viralità di Instagram non è un segreto, e la sua ultima collaborazione mi fa chiedermi se sta cercando di rompere definitivamente Internet. (Solo 10 minuti dopo che Noah ha pubblicato la serie sul suo account, Sarah aveva già guadagnato 20.000 nuovi follower.) Ma va notato che questa non è la prima volta che Sarah ha canalizzato un'icona giovane (e la sete collettiva di Internet) per tirare sulle nostre corde del cuore con verità sull'amore che non sapevi di aver bisogno. In precedenza ha lavorato con Dylan Sprouse in una serie di foto che continua a comparire su Tumblr e Instagram.

In un'intervista esclusiva, Sarah ha parlato con Teen Vogue dei DM che sono venuti prima che lei e Noah si scambiassero, di cosa parlassero davanti al caffè e altro ancora. E dopo aver letto l'intervista, dai un'occhiata Teen VogueGuarda in esclusiva la prossima serie di immagini che non ha ancora pubblicato online.

Teen Vogue: Quindi, per iniziare: Noah è entrato prima nel tuo DM o l'hai DM?

SB: Immagino che prima ci fosse un DM da lui, ma non direi che è stato il nostro primo impegno. Mi sono svegliato una mattina a New York e mi ero ricordato di aver visto Noah nei miei sogni. Sembra immateriale, ma puoi immaginare quanto forte fosse il sogno e il sentimento perché si manifestava in questa realtà. Mi sono ricordato di averlo già visto su Netflix, quindi ho fatto qualche ricerca e l'ho trovato su Instagram. Mi stava già seguendo e aveva già inviato un messaggio, ma ho iniziato le riprese.

galerie jeune adolescent

tv: Hai detto che c'è stata una riunione del caffè che ha portato alle riprese. Di cosa hai parlato al caffè e perché hai deciso che era l'uomo giusto per il lavoro?

SB: La mia intuizione mi ha portato a lavorare con Noah. È incredibilmente radicato e saggio. Sono stato attratto da questo, quindi ho seguito il mio istinto e questa fiducia mi ha rivelato una bellissima anima con cui collaborare. Al caffè, Noah e io ci siamo relazionati su così tanti livelli. Abbiamo avuto questa intensa comodità; ci siamo mossi senza sforzo attraverso conversazioni di vita, sogni e l'importanza della profonda connessione umana. Eravamo sulla stessa pagina, sembrava giusto e l'arte scorreva semplicemente. tv: La serie si chiama 'Dear Love', ma il personaggio di Noah sembra essere finito in una relazione. È una celebrazione dell'essere single?

SB: Questa è una serie che celebra le complicazioni di tutti gli aspetti della connessione umana - connessioni (che sono) condivise e connessioni dentro di te. In questa serie guardiamo il protagonista cercare tra connessioni a livello della superficie. Guardiamo mentre si gira in modo introspettivo e inizia a capire se stesso e i suoi bisogni. 'Caro amore' ci tiene per mano quando arriviamo a comprendere il valore e il peso della realtà della solitudine, del sogno e della manifestazione. È meglio essere soli e amare se stessi che stare con qualcuno e sentirsi soli. tv: Le persone hanno spesso difficoltà ad accettare i periodi della loro vita in cui sono single. Pensi che essere single debba essere celebrato anziché vergognoso?

SB: Naturalmente essere single dovrebbe essere celebrato. È un cliché, ma i cliché sono veri. La prima cosa da avere in una relazione di successo è riuscire ad amare te stesso. È una cultura capitalista e guidata dall'ego che ci dice che siamo inferiori rispetto a se non abbiamo un'altra persona che si esibisce come nostro applauso. Ma essere single può essere una felicità se puoi fare affidamento su te stesso, in modi di educazione e amore. Trovo forza nella mia indipendenza; mi dà il tempo di dedicare la mia attenzione e la mia energia per concentrarmi su vita, routine e obiettivi. Mettendomi al primo posto, i miei cari possono vedere il valore in me e rispettarlo. tv: Adoro la battuta, 'Non mi hai mai visto non volerti. Sei pronto adesso'? Per me, mi sentivo come la sensazione di essere finalmente su una relazione e decidere che stare da soli è meglio che stare con qualcuno che hai superato. Hai un aneddoto personale che ti ha portato a scoprire questa potente sensazione di lasciar andare qualcuno?

SB: Assolutamente. Risale alla mia risposta sull'amare se stessi. Agendo sulla realizzazione del tuo valore e sapendo che non dovresti accontentarti di niente di meno, inizi a difenderti. Ma in mano a questo, devi promettere a te stesso che ti impegnerai a riflettere. Questo è il modo in cui ho imparato a far valere la mia crescita, a consolidarla. Conosco il sentimento di questo potenziamento in modo così personale perché per così tanto tempo non avevo realizzato il mio valore. Mi ero divertito con le modalità di fuga: droghe, alcol, qualcosa di abbastanza intenso da distrarmi. Ma poi ho iniziato a sedermi ea riflettere onestamente, ed è stato solo quando ho iniziato a esporre a me i demoni che sono stato in grado di guarire e iniziare a ricostruire. tv: Se potessi dare consigli o compiti a casa a tutte le persone singole là fuori, cosa diresti?

SB: Sii aperto a te stesso e intendo completamente. Sì, si sentirà imbarazzante e scomodo, ma questo è l'unico tu dell'esistenza. Siate pronti ad imparare il buono, il brutto e il cattivo. Guarda te stesso e il modo in cui ti muovi; riflettere sui tuoi comportamenti. Sii consapevole delle tue proiezioni sugli altri e cerca di capire da dove provengono queste idee. Sii aperto all'amore, alla conoscenza, alle prospettive che non sono familiari. Sii aperto al dolore, sii aperto alla guarigione, sii aperto errori, sii aperto, sii aperto .... e fallo con uno sforzo sincero. __tv: Come abbracci la solitudine? __

SB: Sono abbastanza felice in me stesso, nel mio posto. Per me, abbracciare la mia solitudine significa abbracciarmi. Questo prende la forma della meditazione e di un check-in consapevole con me stesso. In seguito, mi concedo bilanciando i miei desideri con una disciplina autoimposta. Sembra rozzo, ma 'cura di sé' no.

    • Pinterest
    Foto: Sarah Bahbah 1/9
    • Pinterest
    Foto: Sarah Bahbah 2/9
    • Pinterest
    Foto: Sarah Bahbah 3/9
    • Pinterest
    Foto: Sarah Bahbah 4/9
    • Pinterest
    Foto: Sarah Bahbah 5/9
    • Pinterest
    Foto: Sarah Bahbah 6/9
    • Pinterest
    Foto: Sarah Bahbah 7/9
    • Pinterest
    Foto: Sarah Bahbah 8/9
    • Pinterest
    Foto: Sarah Bahbah 9/9
Sentinella di parole chiave