Film natalizi originali di Netflix: una guida ai film festosi natalizi

Film

Film natalizi originali di Netflix: una guida ai film festosi natalizi

Dai principi di Natale agli scambi di principessa.

bracelet cartier kylie
11 dicembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Composito. Per gentile concessione di Netflix.
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Se hai guardato anche leggermente in direzione di Twitter durante le festività natalizie, avrai sicuramente visto meme, battute e tirate sulla meravigliosa lista di film natalizi su Netflix. Il primo è arrivato nel 2017 Un principe di Natale e la sua propensione per il cattivo giornalismo e le scarpe Converse abbinate a abiti da ballo. Fu prontamente affiancato dall'incantatore di piccole città Eredità di Natale. E quest'anno, Netflix ha aggiunto un sequel reale e due nuove storie alla sua collezione per le vacanze: A Christmas Prince: The Royal Wedding, The Princess Switch, e Il calendario delle festività. Questi ultimi due fanno persino riferimento spudoratamente (e in modo esilarante) alle loro sorelle in vacanza rom-com-dom facendo vedere ai personaggi principali letteralmente sfogliare Netflix e guardare i film dell'anno scorso.

Questi film, e le loro trame e dettagli sfacciatamente ridicoli, non potrebbero essere più perfetti per la seconda festa più elementare dell'anno (Halloween è il primo, obvi) se fossero sostituiti con un ciclo di 24 ore di Mariah Carey 'All I Want For Christmas Is You 'aleggia su una fontana infinita di Moka alla menta piperita e un campo di biscotti di zucchero fiocco di neve perfettamente instagrammabili. Ma, nel caso in cui tu debba ancora guadare nelle acque schmaltzy del paesaggio cinematografico natalizio originale di Netflix, ecco una carrellata di cosa puoi aspettarti quando sei pronto a lanciare cautela al vento, cospargere alcuni cristalli di zucchero rosso sopra il tuo perfetto cacao caldo, rannicchiati con la coperta più intima che riesci a trovare e maratona questi film festosi.

L'originale reale: Un principe di Natale

Questo è il film che ha dato il via a un fenomeno. Aveva senso che Netflix avrebbe iniziato a produrre i suoi film natalizi originali, ma non credo che nessuno fosse preparato per la meraviglia di formaggio di questo cappero reale. La nostra eroina, nativa newyorkese e appassionata di converse Amber Moore (IZombie stella Rose McIver) ottiene l'incarico di una vita: riferire sulla potenziale abdicazione del trono nel paese di Aldovia (non un luogo reale, ma esiste fittiziamente da qualche parte in Europa) e attraverso una serie di incidenti totalmente evitabili, finisce per andare sotto copertura nel castello per ottenere uno scoop. L'unico problema? Il principe titolare (interpretato da Ben Lamb), che è stato pubblicizzato come un party e un playboy nei media, è in realtà la barca da sogno più dolce, più caritatevole e amica dei romani in giro e lei inizia a innamorarsi di lui. (Se avverti una somiglianza con la vita di un certo principe inglese dai capelli rossi, non sbaglieresti del tutto.)

Questo film ha letteralmente tutto. C'è azione: il film strappa amorevolmente una pagina da La bella e la bestia playbook e il principe salva Amber dai lupi che la attaccano nei boschi. C'è amicizia: Amber fa amicizia con la sorellina del principe, che è il bambino saggio necessario che è necessario in ogni festosa vacanza romantica. Ci sono momenti inspiegabili: il mio preferito è quando Amber ha una conversazione razionale con il suo cavallo per tornare al castello (questo non è un cavallo magico che è in qualche modo in grado di rispondere). C'è dramma: l'ex fidanzata e cugina del principe si uniscono per tentare di rubargli la corona dopo aver ghignato sospettosamente durante la prima metà del film. E, naturalmente, c'è romanticismo. E se ciò non bastasse, l'incoronazione del principe e il suo grande bacio travolgente con Amber coincidono tutti con Natale, ovvero il giorno più importante dell'anno ad Aldovia, il paese più ossessionato dal Natale di tutti i tempi.

The Small Town Romance: Eredità di Natale

Tutte le offerte per le vacanze di Netflix fanno un chiaro cenno agli inventori sdolcinati di film per le vacanze di Hallmark, ma Eredità di Natale è il cenno più grande di tutti. Ha il classico 'City Girl Out of Place In a Small Town' interpretato da Il 100Eliza Taylor e un colpo di scena in vetro in cui la ragazza di città non rinuncia alla sua ambizione di diventare CEO, e riesce comunque a conquistare il ragazzo. Inoltre, non lesina le ridicole buffonate che ci aspettiamo da un film delle vacanze di questo tipo.

Annuncio pubblicitario

'Party Heiress' Ellen Langford corre il rischio di non ottenere la sua eredità natalizia, che diventerà CEO della compagnia di suo padre, tutto perché ha ottenuto un'enorme donazione per Toys For Tots facendo una capriola in una sfida a una festa di classe. (Sembrerebbe davvero che il guadagno netto qui sia più denaro per beneficenza, il che è buono, ma i giornali locali e il padre di Ellen non sembrano essere d'accordo. Inoltre, non aiuta che si lancia direttamente su un albero di Natale e bussa finita.) Quindi, per provare che può gestire la compagnia, il padre di Ellen la manda a fare una commissione a Snow Falls, la città in cui ha avviato la sua compagnia. Le dà la somma insondabile di $ 100 per pagare la sua strada e prende tutte le sue carte di credito, il che le dà l'opportunità di rimanere senza soldi e mostrare i suoi veri colori alla piccola città Jake aiutando in giro per la città e cucinando con il suo zia meravigliosamente saggia. Ma la sua piccola e pittoresca vacanza viene interrotta quando si presenta il suo fidanzato bloccato e snob. E lungo la strada, ci divertiamo a sentire il testo di 'We Wish You A Merry Christmas' modificato in 'Ti auguriamo un Natale pazzo, Ti auguriamo un Natale birichino', la risposta alla domanda 'Puoi far saltare in aria un aspirare succhiando dentro un paio di pugili '? (la risposta, in questo universo, è un clamoroso 'sì'), e il rivale romantico più meschino e ossessionato che fa apparire Gaston bello.

La trappola dei genitori Soddisfa I diari della principessa: The Princess Switch

Il film di Vanessa Hudgens trova Stacy De Novo, una ragazza normale e fornaio di Chicago (lo sai perché indossa un cappello di Chicago praticamente per l'intero film), volando a Belgravia (l'ennesimo paese falso alla Aldovia) per competere in un'annuale televisione concorso di cottura. Quando incontra la fidanzata del principe belgraviano, Lady Margaret, la sua gemella - che non è proprio la sua gemella, solo un quarto cugino perduto da tempo un paio di volte rimosso che sembra essere identico a lei - i due decidono di cambiare posto per alcuni giorni. Tutto sta andando tutto dandy, ovviamente, fino a quando il romanticismo si insinua su di loro mentre vivono la vita dell'altro e gli uomini per cui stanno cadendo non conoscono le loro vere identità. L'intero film, da quel momento in poi, è praticamente una storia d'amore in cui due persone che amano i programmi si ritrovano (Stacy e il principe) e due persone che odiano i programmi si innamorano a vicenda (Lady Margaret e Stacy's BFF / sous chef) . In effetti, i personaggi dicono così tante volte la parola 'programma' in questo film, che quasi si qualifica come personaggio secondario. Inoltre, e un po 'inutilmente, c'è anche un vecchio magico che appare a Chicago e in Belgravia con due accenti alternati che non sembrano aiutare davvero con nulla, ma sono sicuramente investiti nella trama romantica.

Annuncio pubblicitario

E mentre la trama e i dirottamenti dei personaggi sono fantastici e tutti (insieme a Vanessa che cerca di mettere in evidenza ciò che una persona reale pensa come suona un accento di Chicago), il vero divertimento è nel modo in cui il film apparentemente fa riferimento a classici come I diari della principessa e La trappola dei genitori. C'è quella passeggiata ispirata a Julie Andrews che Lady Margaret fa nel montaggio di scambio di vita che ci ha riportato alla storia di Genovia. L'intera trama urla La trappola dei genitori, ma abbiamo davvero sentito le vibrazioni nella scena in cui Lady Margaret e Stacy sono quasi catturati perché stanno chattando al telefono. Lady Margaret allora urla 'esci' con un accento inglese così che ti ricorderà Lindsay Lohan nell'amato film degli anni '90.

The Wild Card: Il calendario delle festività

La maggior parte dei film per le vacanze di Netflix sono piuttosto prevedibili, ma Il calendario delle festività getta il pubblico per un po 'di loop. Abby (Kat Graham) e Josh (Quincy Brown) sono dei migliori amici di una vita che sicuramente non voglio uscire, anche se Josh gioca amorevolmente con i capelli di Abby mentre dorme. Quando il suo magico calendario delle vacanze porta un dottore carino nella sua vita, Josh diventa gelosa e non è chiaro chi finirà per scegliere. OK, quindi non lo è quello imprevedibile e sappiamo tutti chi sceglierà alla fine, ma ha alcuni seri fattori: un nonno saggio che parla in frasi criptiche, una canzone di chiusura che racconta l'intera trama del film ed è interpretata dai due protagonisti romantici e, naturalmente, un magico calendario dell'avvento che dice ad Abby di chi dovrebbe essere innamorata (che utilità!).

Ma a parte i sentimenti non corrisposti di amore e la magia letterale delle vacanze, una delle cose migliori di questo film sono le ridicole canzoni natalizie originali disseminate ovunque. Non solo riceviamo una rappresaglia della versione 'pazza' di 'We Wish You A Merry Christmas' ascoltata per la prima volta Eredità di Natale, abbiamo anche alcuni testi di vacanze davvero geniali come 'Pensi che a Babbo Natale sarebbe dispiaciuto / Se avessi preso in prestito la sua mente'? e 'Ehi piccola, sto scendendo dal tuo camino stanotte'.

filles lourdes ayant des rapports sexuels

Quello per le persone che amano Harry e Meghan: A Christmas Prince: The Royal Wedding

Il tanto atteso sequel dell'originale Netflix che ha dato il via alla mania, * A Christmas Prince: The Royal Wedding * funge anche da selvaggio, totalmente fabbricato parallelo alla coppia reale della vita reale che arresta continuamente la nostra attenzione: il principe Harry e Meghan Markle. Mentre non c'è modo di sapere veramente cosa succede dietro le porte del palazzo, le vorticose notizie su Meghan che dicono cosa non indossare, il fatto che la sua famiglia sia un gruppo di persone normali degli Stati Uniti e il modo in cui il Principe Harry la guarda questo ci rende totalmente emotivi, a tutto questo clamore reale viene dato il trattamento bizzarro in questo secondo aiuto delle buffonate natalizie aldoviane.

Annuncio pubblicitario

Amber, che presto diventerà la regina Amber, si ritrova improvvisamente bloccata in abiti soffici e brutti nel nome del decoro e della tradizione e vede il suo blog apparentemente molto popolare (semplicemente intitolato 'Amber's Blog') cancellato quasi interamente come il suo matrimonio con il principe approcci. Durante tutto questo, Aldovia è sull'orlo della spirale in rovina dopo un fiasco finanziario e lo staff reale minaccia di svenire dall'improprietà ogni volta che il padre newyorkese di Amber, proprietario di una tavola calda, cerca di convincere lo chef del palazzo a fare qualcosa di diverso dalla carne gelatina'. Nel frattempo, Amber usa le capacità di giornalismo investigativo che ha deciso di non utilizzare nel film originale per cercare il cattivo che fa defluire tutti i soldi da Aldovia, e viene naturalmente rimproverata per averlo fatto. Onestamente, le cose diventano piuttosto serie, ma l'eventuale lieto fine comporta una vera e propria linea di conga, quindi tutto si bilancia.

È vero che il sequel non è altrettanto divertente dell'originale, ma è comunque un buon momento in quanto il film gocciola con decorazioni natalizie e porta alle nozze del giorno di Natale mentre aspettiamo tutti con fiato per vedere se Amber abbandonerà i suoi talloni ancora una volta e indossa converses con il suo elegante abito da sposa. (Spoiler: Certo che lo fa.)

Relazionato: Hai individuato il doppio errore del corpo nel nuovo film di Vanessa Hudgens The Princess Switch?

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.