Il pannolino Ever After celebra la bellezza naturale delle donne di colore

bellezza

Nappily Ever After Celebra la bellezza naturale delle donne di colore

In una società che sostiene ancora gli standard di bellezza eurocentrici.

21 settembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Collezione Netflix / Everett
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

In questo editoriale, lo scrittore Teryn Payne esplora com'è abbracciare i tuoi capelli naturali quando tutti dicono che non dovresti. Il film di Netflix Nappily Ever After, rilasciato oggi, celebra il coraggio necessario per amare i nostri capelli nel modo in cui crescono dai nostri cuoio capelluto.

Guarda il film originale su Netflix Nappily Ever After serve a ricordare chiaramente che sono stato tenuto prigioniero dai miei capelli per tutta la vita. Nella commedia rom, pubblicata oggi, il personaggio principale Violet (Sanaa Lathan) esplora l'intricata relazione tra donne di colore e capelli, invocando ricordi delle innumerevoli volte in cui non volevo uscire di casa perché i miei capelli non erano ' 'o i molti casi in cui non sono riuscito a entrare in piscina per paura di incasinare la mia macchina da seta. Sapevo che, nell'istante in cui i miei capelli naturali venivano a contatto con l'umidità, i miei riccioli crespi si sarebbero avvizziti così stretti che sarei riuscito a malapena a passarci sopra le dita, o come direbbe scherzosamente mia madre, ' Stavano tornando a casa '.

Ero in prima media quando ho ottenuto il mio primo relax. Ricordo che la mia madrina mi disse che dopo il mio rilassamento non avrei più avuto i capelli vergini. Mi sono seduto nervosamente sulla sua sedia mentre applicava olio sul mio cuoio capelluto seguito dalla sostanza bianca e fredda conosciuta in molti ambienti come 'crepa cremosa'.

Ho aspettato con impazienza che le mie bobine iniziassero a trasformarsi in onde sciolte, e con il passare del tempo i miei ricci erano sostituiti da fili piatti. Ho chiesto momenti salienti ramati per il mio 15 ° compleanno perché, come la maggior parte delle ragazze adolescenti, volevo sembrare e sentirmi più grande. La mia madrina mi ha spiegato che i miei capelli non erano abbastanza forti per resistere sia a un rilassamento che a un colore senza gravi rotture, quindi avrei dovuto sceglierne uno. Senza esitazione, ho scelto il colore perché lo volevo così tanto. Da allora, non ho mai avuto un altro rilassante e ho iniziato invece a sperimentare di più con i miei capelli naturali e senza sostanze chimiche con vari lavori di tintura e troppi stili da contare.

Collezione Netflix / Everett

Nappily Ever After affrontato alcuni degli stessi problemi e dilemmi che le donne di colore affrontano ogni giorno. Invece di allontanarsi dalle relazioni razziali come fanno la maggior parte delle commedie romantiche, gli scrittori affrontano la razza in prima persona, rendendo Violet consapevole della sua identità e delle percezioni degli altri su di lei. Violet sa quanto sia importante la sua immagine mentre lavora su account di bellezza presso un'agenzia pubblicitaria prevalentemente bianca. Sa che un'acconciatura dritta è considerata più accettabile sul posto di lavoro grazie agli standard di bellezza Eurocentrici di lunga data. Dopotutto, era stata curata per abbracciare i capelli lisci sin da quando era una bambina. Ma, come notò suo padre, la sua decisione di radersi la testa era tutt'altro che sporadica; era qualcosa che stava inconsciamente costruendo da un po 'di tempo. Era un senso di ribellione rispetto ai tradizionali standard di bellezza e un atto di libertà.

sacs à dos noirs pour adolescents
Annuncio pubblicitario

Un argomento su cui il film tocca delicatamente, è come la percezione di se stessa di una donna è influenzata dallo sguardo maschile. Due personaggi in particolare, il capo di Violet e il suo fidanzato, esprimono apertamente che i capelli lisci sono visti come più desiderabili per le donne di colore. Una volta rasata la testa e tornata al lavoro, il capo di Violet le fece un commento chiedendole se avesse bisogno di più tempo libero. L'insinuazione? Se una donna si taglia i capelli, qualcosa deve essere sbagliato. Più direttamente, ha detto: 'Quando ho detto di avere la testa giusta, non è proprio quello che avevo in mente'. Il suo fidanzato aveva una visione simile del suo nuovo stile. Durante la sua festa di fidanzamento, le chiese se poteva provare una pettinatura diversa perché aveva solo 'bisogno di tutto per essere perfetto'. I capelli di Violet allo stato naturale - il modo in cui crescono dal suo cuoio capelluto - non si adattavano alla sua idea di perfezione. E sebbene affermasse di aver adorato il suo nuovo taglio, non era a suo agio come sembrava, specialmente quando si trattava di come i suoi genitori l'avrebbero vista.

meurt l'huile de coco aide l'acné

Per secoli, la correlazione tra capelli lisci, capelli lunghi e femminilità è stata strettamente legata, ma ora sembra esserci un lento, ma necessario, cambiamento negli standard di bellezza tradizionali. Sta diventando più accettabile non conformarsi agli standard di bellezza eurocentrici. Le donne di tutto il mondo stanno abbracciando la loro naturale bellezza. Di recente Lena Waithe ha interrotto la sua attività e successivamente ha rivelato in un'intervista il motivo per cui ha tenuto a bada il grosso taglio per così tanto tempo: 'Mi sentivo come se stessi trattenendo un pezzo di femminilità che avrebbe fatto sentire il mondo a mio agio con chi sono', lei disse. Anche nel mondo della moda, il cambiamento sta arrivando sotto forma di donne come Adwoa Aboah che si è rasata la testa nel 2015 e, tre anni dopo, è approdata alla copertina di British Voga. Queste donne nere impavide e senza scuse stanno vivendo momenti di 'Non sono i miei capelli' proprio davanti ai nostri occhi. E quello spirito di libertà ha risuonato per tutto il film. Una volta che Violet si è sentita a proprio agio con il suo nuovo look, ha emesso un livello di sicurezza che non aveva mai avuto prima.

Getty Images

Come donne di colore, è così facile essere definiti dai nostri capelli perché per la maggior parte di noi, è parte integrante della nostra identità. Crescendo, gli standard di bellezza eurocentrici sono stati spinti in gola dai media e persino dai nostri pari. C'è stato un momento in cui ci siamo sentiti obbligati a rilassare o raddrizzare i capelli solo per cavarcela. Ora, il fenomeno dei capelli naturali ha spazzato la nazione, fatto che il globo e ci stiamo abbracciando più liberamente - e questo include i nostri ricci e bobine esattamente mentre crescono dal nostro cuoio capelluto. In definitiva, Nappily Ever After è un film imperdibile per una moltitudine di motivi, ma uno dei più importanti è la celebrazione senza sforzo delle donne di colore. È un inno alla nostra indistruttibile volontà di essere i nostri sé più naturali - nonostante il capo, l'amante e la società che ci dice che non dovremmo.

Nappily Ever After anteprime su Netflix il 21 settembre.

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: Lupita Nyong'o non è qui per gli stereotipi di capelli naturali razzisti