My Girls Write Now Il mentore mi ha aiutato molto oltre i confini del programma

Identità

My Girls Write Now Il mentore mi ha aiutato molto oltre i confini del programma

Aiuta nel lavoro e nella vita, sia che si tratti di negoziare più soldi, sia di chiedere a quel ragazzo di uscire.

19 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Per gentile concessione di Romaissaa Benzizoune
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

In questo editoriale, Romaissaa Benzizoune spiega come il suo mentore Girls Write Now l'ha aiutata sia nel lavoro che nella vita.

È difficile ricordare come abbiamo iniziato, visto dove ci troviamo oggi, non perché non me lo ricordo, ma perché è un ricordo degno di nota. Ricordo vividamente l'auditorium in cui ci trovavamo mentre ci valutavamo per la prima volta. Lei (mentore) era più anziana, bianca e donna. Io (allievo) ero marrone, sempre diffidente, e ragazza. C'erano dei confini che sembravano predeterminare come doveva essere il nostro rapporto reciproco. Dubitavo che potesse mettermi in relazione con me abbastanza da capire la mia scrittura, e tanto meno migliorarla. Dubitavo che potesse sentire la mia voce, tanto meno amplificarla.

Ero al secondo anno al liceo quando ho ottenuto il mio mentore. Girls Write Now, un programma di tutoraggio che abbina le scrittrici delle scuole superiori alle scrittrici professionisti, ci ha abbinato. Non ricordo esattamente quando è successo, il ricablaggio della nostra relazione. Tutto quello che so è che a un certo punto abbiamo smesso di scrivere e abbiamo iniziato a parlare di vera merda.

Lavorare con un mentore mi ha aiutato a diventare uno scrittore. Ha letto quasi tutto ciò che io abbia mai scritto. Tutto quello che abbia mai pubblicato, incluso il mio contributo a Girls Write Now: Two Decades of True Stories from Young Female Voices, un'antologia - le è passata per le mani. Mi ha consigliato di negoziare per più soldi, di chiedere una commissione di uccisione quando un pezzo non funziona. Ignorare gli odiatori che arrivano direttamente alla mia giugulare ogni volta che scrivo per il New York Times.

Mi ha aiutato anche nella mia vita. Chiedere al ragazzo di uscire o almeno di considerarlo. Per passare in seguito da detto ragazzo. È la mia mamma, la mia amica e la mia confidente tutto in uno. Non penso nemmeno che lascerà i miei segreti alla stampa una volta che sarò famoso. I nostri impegni reciproci tecnicamente si sono conclusi due anni fa quando mi sono diplomato alle superiori e quindi al programma GWN, ma sembra che il tutoraggio non finisca mai.

Ci siamo sempre incontrati al Caffe Bene vicino a Union Square. Lo facciamo ancora, anche se sono passati due anni da quando i nostri impegni reciproci sono terminati e il Caffe Bene da allora si è trasformato in un Outro. Quindi immagino che ci incontreremo all'Outro ora.

Siamo ancora diversi in molti modi. È sempre divertente vedere altre persone che ci vedono e chiedersi quale sia la connessione. Le nostre identità non sono cambiate. I confini che ci hanno preceduto continueranno a sopravvivere a noi. Alcuni dei nostri problemi politici sono come le cosce estive anche se di solito siamo sulla stessa pagina.

acteurs mexicains de moins de 25 ans

Nemmeno le nostre personalità sono cambiate. Il mio mentore è riservato mentre sono un chatterbox. È misurata in tutto ciò che dice e fa, mentre io sono diventato un po 'flirt, un po' un marchio di fuoco. A volte ci si sente insieme, siamo una forza inarrestabile, anche se tutto ciò che stiamo facendo è bere caffè da qualche parte in centro.

Il programma di tutoraggio della GWN non riguarda solo la scrittura. Si tratta di parlare e capire. Si tratta di quando due persone così diverse sono in qualche modo ancora in sintonia, collegate nel tipo di modo isolato che solo gli scrittori sono. L'importo che il mio mentore e io abbiamo imparato l'uno dall'altro è importante. Ma siamo una delle tante coppie.

È utile vedere i tuoi scritti attraverso gli occhi di qualcun altro durante la fase di editing. Allo stesso modo, è utile vedersi attraverso gli occhi di qualcun altro quando si ha una giornata di riposo. Avendo un mentore, ho imparato molto sul credere a me stesso anche quando non sto vivendo il mio giorno migliore. In definitiva, il tutoraggio è un legame sviluppato nel tempo, uno scambio di sincera cura e interesse e un impegno reciproco per rendere il mondo migliore e ritenersi reciprocamente responsabili per farlo.

Non devi far parte di GWN per sperimentare il tutoraggio (anche se dovresti). Prendi un caffè con una delle donne toste della tua vita la prossima settimana - con ogni probabilità, sono già lì - e parla e basta.

Relazionato: Come ottenere un mentore

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

Ottieni Teen Vogue Take. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.