Michelle Obama difende George W. Bush è una lezione di solidarietà di classe

Politica

Michelle Obama difende George W. Bush è una lezione di solidarietà di classe

In questo editoriale, Lucy Diavolo esamina le osservazioni dell'ex first lady Michelle Obama sull'ex presidente George W. Bush attraverso un obiettivo di solidarietà di classe.

annonce de l'aigle américain
11 dicembre 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Paul Morse / Centro presidenziale George W. Bush / Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Sembra che proprio ieri abbia scritto di Ellen DeGeneres che difende il suo amichevole scambio con l'ex presidente George W. Bush a una partita di calcio. In quel pezzo ho usato una citazione accreditata al comunista italiano Antonio Gramsci che dice: 'L'unità storica della classe dirigente è realizzata nello stato'.

DeGeneres non è in realtà un agente dello stato nel senso che Gramsci intendeva, ma come per dimostrare il punto, l'ex first lady Michelle Obama ha adottato lo stesso approccio di Bush nei confronti della civiltà, considerato da alcuni un criminale di guerra.

In un'intervista con Jenna Bush Hager (figlia di Bush) sul Oggi spettacolo martedì, a Obama è stato chiesto della controversia che coinvolge DeGeneres e l'ex presidente. Dopo aver detto che l'ex first lady era amica sia di 'Ellen che di mio padre', Hager ha invocato i recenti commenti di Barack Obama sui pericoli di 'annullare la cultura' per chiedere a persone 'che vogliono essere più vicine tra loro'.

'Ho avuto l'opportunità di sedermi accanto a tuo padre ai funerali, agli alti e ai bassi. E abbiamo condiviso storie sui nostri figli e sui nostri genitori, ha detto Michelle Obama. 'I nostri valori sono gli stessi'.

'Non siamo d'accordo sulla politica, ma non siamo in disaccordo sull'umanità. Non siamo in disaccordo su amore e compassione ', ha continuato. 'Penso che sia vero per tutti noi. È solo che ci perdiamo nella paura di ciò che è diverso '.

https://twitter.com/TODAYshow/status/1204393681836560384

Nelle sue osservazioni - in particolare su come i suoi 'valori' siano gli stessi di Bush - Obama ci fornisce un quadro ancora più chiaro di quello che DeGeneres ha fatto di come le persone vicine alla cima delle nostre strutture di potere si vedono come fondamentalmente allineate. Un'intervista tra la figlia di un ex presidente e un'ex first lady che difende valori bipartisan condivisi tra l'élite politica nazionale offre una master class nel concetto di solidarietà di classe.

Che cos'è la solidarietà di classe? È un termine usato a sinistra per descrivere un tentativo di costruire solidarietà - contratto collettivo e sostegno - tra i membri delle classi economiche. In particolare, l'economia di sinistra si concentra sulla costruzione della solidarietà della classe operaia come mezzo per far avanzare la leadership alimentata dalle persone sulle questioni.

Ma il termine è stato a lungo applicato anche ai potenti, in seguito alla costruzione marxista del conflitto tra la classe dirigente e la classe operaia. L'idea che Michelle Obama condivida valori con George W. Bush è la prova di come il potere unisce i potenti, anche se, come ha detto, hanno disaccordi su questioni politiche. (Anche se il record di suo marito sulle deportazioni e sugli attacchi di droni ha molte sovrapposizioni con quello di Bush.)

Obama ha suggerito che la resistenza delle persone a riabilitare l'immagine di Bush come un criminale di guerra diventato un bambino ricco deriva da una 'paura di ciò che è diverso'. Sembrava non concedere alcuna legittimità alle critiche alle guerre avviate da Bush, al suo record sui diritti LGBTQ o ai suoi legami con l'industria petrolifera.

Ma c'è una pepita di verità nella risposta di Obama alla domanda di Hager: Noi dovrebbero ricorda che George W. Bush è umano e questo dovrebbe renderci ancora più atterriti dal regime disumano che ha presieduto in patria e all'estero.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: La debacle di George W. Bush di Ellen DeGeneres è una lezione sugli svantaggi della politica di assimilazione