Incontra i fornitori di musica afro-latina Reggaeton

Cultura

Incontra i fornitori di musica afro-latina Reggaeton

Le donne di colore sono state una componente necessaria del movimento reggaeton sin dal suo inizio.

28 giugno 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Getty Images / Illustrazione di Corinna Bourke
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Il Reggaeton iniziò a Panama negli anni '90. Il paese centroamericano è il luogo in cui artisti del calibro di El General e Nando Boom sono emersi come antenati del reggae en Espanol, il che significava cantare o rappare testi in lingua spagnola sul tradizionale dancehall giamaicano. Il genere in crescita si diffonderebbe come un incendio in tutta la diaspora caraibica con i fan che gravitavano verso la fusione di soca e riddim.

Prima degli artisti afro-latini Cardi B e Amara la Negra, c'era una forza panamense da non sottovalutare con chi non solo condivideva dischi con El General e la piccola Lenny della Giamaica, ma ha indubbiamente spianato la strada per le donne di punta di oggi incaricate del reggaeton: Rude Ragazza La Atrevida. È stata pioniera del reggae in lingua spagnola e pionieristica per MC femminili con canzoni come 'Aventura y Romance', sul suo desiderio carnale di amare e che non ha risparmiato ego maschile come in 'Que Lo Que Es'.

Simile a Rude Girl, cantanti afro-latini come La Zista e Glory 'La Gata Gangster', si sarebbero fatti un nome in reggaeton. Ma, purtroppo, sarebbero praticamente non cantati in un genere che nel tempo avrebbe centrato le latine bianche.

bracelet cartier kylie

'Le latine nere sono disperatamente necessarie (ma) l'iper-razzismo del mercato latino è il suo nemico', racconta la storica della musica panamense e fondatrice del Reggaeton Con La Gata, Kathleen Eccleston Teen Vogue. 'Il fatto che Cardi B (un'afroLatina di origini dominicane e trinidadine) sia in grado di attraversare il mercato di Latinx e di andare avanti e indietro sul mercato americano è la prova che le latine nere sono commerciabili. Le donne guidano quelle vendite; sono versatili e multiculturali '.

Nonostante Nielsen riferisca che l'influenza sulla spesa delle donne nere è nei trilioni, come suggerisce Eccleston, i dirigenti del settore perpetuano l'idea razzista che i Latinegras non sono commerciabili. Le cantanti odierne nel reggaeton come Karol G, Natti Natasha, Anitta e Becky G, sono tutte donne che traggono beneficio dall'essere non-nere e dalla pelle chiara con corpi ortodossi attraenti e magri. Tomasa Del Real, una cantante e compositrice cilena non nera, viene annunciata come capostipite in quello che viene soprannominato neo-perreo, che è una progenie diretta della musica reggaeton.

La radice di questi problemi di identità all'interno del genere reggaeton rivela una storia di colorismo, una questione complessa nella comunità di Latinx. 'Penso che sia importante evidenziare il punto di vista classista che abbiamo nella cultura di Latinx su come bianco sono più desiderati pubblicamente e nero sono sfruttati per il lavoro tranne quando è il momento di essere sexy ', dice Ecclesston.

'Il colorismo è così dilagante nel mercato (latinoamericano) che la nuova direzione verso la quale gli artisti stanno spingendo è quella di incrociarsi con artisti neri perché riconoscono che non hanno la salsa o qualcosa di simile. Non capiscono, hanno superato la loro accoglienza in un genere Black e nessuna ingegneria può fare magie come l'infusione pre-pop del reggaeton '.

Non si può parlare della moderna iterazione del reggeaton senza riconoscere lo sforzo sistematico di cancellare completamente il genere. Negli anni '90 e nei primi anni 2000, il governo portoricano ha preso di mira il reggaeton con un'iniziativa anti-crimine chiamata Mano Dura Contra el Crimen, volta a reprimere i mixtape bootlegged che circolano in caserioso poveri progetti abitativi a basso reddito in tutta l'isola. Nel 2002 è stata inoltre lanciata un'aggressiva campagna anti-pornografia volta a contrastare le rappresentazioni sessuali nei video reggaeton.

Con il reggaeton legato in modo così intrinseco alla dancehall e all'hip-hop, il reggaeton ci costringe a ostacolare il pericoloso racconto dei latini come monolitici e a considerare le connessioni diasporiche africane con Puerto Rico e altri luoghi di lingua spagnola in tutta l'America Latina.

Annuncio pubblicitario

Mentre il reggaeton diventa pop e i guardiani della musica e dell'intrattenimento reinventano il DNA del genere per il consumo di massa, è imperativo onorare coloro che hanno posto le basi di un suono. E le donne di colore - i fornitori originali di più di un genere musicale - sono state una componente necessaria del movimento reggaeton sin dal suo inizio.

In onore del mese della musica di giugno, scopri questi cinque afro-latini che hanno modellato il genere del reggaeton.

The Zista

La Zista, che dopo una pausa di oltre dieci anni dalla musica è riemersa con nuova musica e un nuovo look, si è avvicinata a Ivy Queen ma ha reso la sua attività al centro di Blackness nei suoi testi. Con canzoni come 'Anacaona', in cui La Zista si paragona al poeta Taina e capo guerriero dell'attuale Haiti (prima che le linee fossero tracciate e si ergesse come una singola nazione), La Zista politicizzò intenzionalmente anche il più bellaqueo di musica per trasmettere i suoi messaggi di origini africane e oscurità. Di recente, ha portato su Instagram con Tego Calderon, un architetto pionieristico che ha combinato il suo amore per il jazz, hip-hop, salsa e plena per promuovere temi riguardanti la vita dei neri e la classe operaia nel mondo del reggaeton.

Lisa M

Un'altra artista afro-latina la cui abilità lirica è stata un precursore degli imminenti reggaetonera a venire, non è altro che Lisa M di San Juan, a Porto Rico. Nata Marlisa Marrero Vazquez, Lisa M è cresciuta sull'hip-hop e in seguito sarebbe stata salutata come la prima rapper femminile a debuttare sulla mappa dell'America Latina. Come molte delle donne che l'hanno seguita, anche lei non era dispiaciuta nel suo appello sessuale mentre si stava esprimendo poetica sull'autonomia corporea. Ballerina e cantante di backup altrettanto dotata, Lisa M era nota per successi come 'Tu Pum-Pum' e 'Menealo'.

Annuncio pubblicitario

Gloria 'The Gangster Cat'

Insieme a Jenny La Sexy Voz, Glory 'La Gata Gangster' di Santurce, Puerto Rico, è generalmente più riconosciuta per la sua voce che per la sua immagine. Resa famosa per la sua voce in alcuni dei più grandi successi del reggaeton e per la divulgazione di ritornelli come sciolto come una gabeta e dammi più benzina in 'Gasolina', il favorito radiofonico della radio di Daddy Yankee, Glory ha scosso in maniera spudorata ciò che sua madre le aveva regalato in un'epoca in cui il corpo femminile nero era o coperto, retrocesso, o mancava del tutto nei video musicali reggaeton.

Gloria 'Goyo' Martinez

créateurs de costumes afro-américains

L'eredità delle donne nere in reggaeton si estende oltre le rive dei Caraibi, toccando donne come Gloria 'Goyo' Martinez, unica donna e faro vocale di Chocquibtown, un gruppo hip-hop colombiano nero il cui catalogo precedente combina ritmi reggaeton, afro-latini e jazz. Insieme a suo marito Carlos 'Tostao' Valencia e suo fratello Miguel 'Slow' Martinez, Goyo ha ricevuto per la prima volta un riconoscimento internazionale con il successo della band 'De Donde Vengo Yo' (From Where I Come '), vincitore del Latin Grammy 2010 per la migliore canzone alternativa .
Il taglio rappresentava una potente dichiarazione contro l'oscurità e la discriminazione nei confronti degli afro-colombiani. Ha anche contribuito alla divulgazione soffocamento di salsa, un genere che sposa la salsa tradizionale con reggaeton e altri ritmi a base afro, nella band nativa della band.

DJ Bembona

Quasi tre decenni di reggaeton, e c'è ancora molto da dire sulla dualità polarizzante del genere di essere sfruttatrice delle donne, in particolare afro-latine, in quanto autorizzante. L'attivista musicale panamense-portoricano DJ Bembona crede che parte della risoluzione significhi sostenere rigorosamente donne artisti come lei.

'Solo per dire che come DJ afro-latina, ho avuto modo di suonare' F Trump 'di fronte a oltre un migliaio di persone che erano per lo più marroni o bianche Latinx, con (a) un team di produzione che erano per lo più bianchi, era fottuto fantastico ', spiega Bembona del suo momento di breakout quando ha aperto per la band pop colombiana Bomba Estereo all'Irving Plaza di New York. 'Sono qui per servire come un pezzo di puzzle nello smantellamento di questo brutto sistema di culo'.