I dipendenti di McDonald pianificano lo sciopero contro le molestie sessuali

Identità

I dipendenti di McDonald pianificano lo sciopero contro le molestie sessuali

I lavoratori di tutto il paese usciranno.

18 settembre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Miguel Candela / SOPA Images / LightRocket via Getty Images
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Per molti nel settore della ristorazione, le molestie sessuali sono state a lungo considerate solo come 'parte del lavoro'. Tuttavia, in uno sciopero nazionale rivoluzionario per protestare contro le molestie sessuali, i lavoratori di McDonald hanno in programma di uscire dal lavoro martedì 18 settembre per affrontare quello che hanno chiamato l'incapacità dell'azienda di rispondere adeguatamente alle denunce di molestie sessuali diffuse, secondo l'Associated Press, dimostrando che le molestie sessuali non sono accettabili ovunque o in qualsiasi momento.

La sciopero #MeToo McDonald's è stata creata dai membri del Fight locale per $ 15 Comitati femminili, ex dopo le accuse iniziali dell'EEOC a maggio, ed è stata approvata come uscita nazionale all'inizio di settembre. I lavoratori sciopereranno in tutto il paese durante la pausa pranzo nelle seguenti 10 città: Chicago, Durham, Kansas City, Los Angeles, Miami, Milwaukee, New Orleans, Orlando, San Francisco e St. Louis. Oltre ai lavoratori che partecipano allo sciopero, i leader dei gruppi nazionali di donne si uniranno a loro nel chiedere a McDonald's di adottare misure più incisive per prevenire le molestie sessuali e proteggere i propri dipendenti.

Secondo un comunicato stampa sullo sciopero, il gruppo sostiene che la società 'non ha affrontato tentativi, commenti osceni, proposte di sesso e altri comportamenti illegali nei suoi negozi'. I lavoratori in sciopero chiedono alla McDonald's di formare un comitato per affrontare le molestie sessuali, con la coorte composta principalmente da lavoratori, rappresentanti di negozi aziendali e in franchising e leader di gruppi femminili nazionali, dice il comunicato. Il comitato sarebbe responsabile della strategia e dell'esecuzione di regolamenti e azioni che garantiscano che nessuno che lavori per McDonald subisca molestie sessuali sul posto di lavoro.

chandails de Noël chez les adolescentes

Considerando che il movimento #MeToo nella sua forma attuale si è costantemente concentrato su personaggi pubblici e celebrità come i creatori della narrazione che circonda le molestie sessuali, lo sciopero dei lavoratori di McDonald apparentemente darà spazio ad alcune delle popolazioni più vulnerabili degli Stati Uniti.

'È triste dover lasciare il lavoro per essere trattati con rispetto da McDonald's, ma non staremo zitti mentre la compagnia ignora le molestie che stiamo affrontando', ha detto Tanya Harrell, una lavoratrice di McDonald New Orleans che prevede di colpire la prossima settimana, secondo un comunicato. Teen Vogue ho contattato McDonald's per quanto riguarda le sue accuse. 'McDonald's ha la responsabilità di fornire un posto di lavoro sicuro e continueremo a parlare fino a quando la società non sentirà le nostre richieste di cambiamento'.

Harrell, che si unì ai suoi compagni di lavoro nella Lotta per $ 15, e con altri, ha presentato 10 accuse relative a diffuse molestie sessuali all'interno del colosso aziendale attraverso la Commissione per le pari opportunità di lavoro (EEOC) con il sostegno del TIME'S UP Legal Defense Fund. Secondo il comunicato, sostiene che le molestie sessuali che ha subito sono state spesso ignorate o incontrate con ritorsioni e conseguenze tra cui la cessazione.

In una lettera aperta a McDonald's a maggio, che ha ispirato lo sciopero nazionale, quasi 20 importanti gruppi nazionali femminili si sono uniti alla Lotta per $ 15 nella richiesta che la società affronti le molestie sessuali. La lettera arrivava a Crain's Chicago e affermava che McDonald's affronta la scelta di dedicarsi al lavoro per combattere le molestie sessuali nei suoi negozi o perdere clienti con una coscienza che protesterà e rinuncerà al marchio. Ma McDonald è lungi dall'essere l'unico ristorante di essere chiamato fuori per presunti problemi di molestie sessuali.

Un sondaggio del 2016 condotto da Hart Research Associates ha rilevato che, in totale, il 40% delle donne che lavorano nei fast-food sperimenteranno comportamenti sessuali indesiderati durante il lavoro. Questo sondaggio specifico ha anche scoperto che il 42% di quelle donne che hanno riferito di aver sperimentato progressi indesiderati si sentono anche sotto pressione o costrette ad accettarlo perché non possono permettersi di perdere il lavoro. Per coloro che dipendono da consigli per rafforzare il loro salario (che secondo la legge federale può essere di soli $ 2,13 l'ora per i lavoratori con mancia), secondo quanto riferito, anche le molestie sessuali sono molto diffuse. Un rapporto intitolato 'Take Us Off the Menu' del Restaurant Opportunities Centre United (ROCU), pubblicato nel maggio del 2018, ha scoperto che coloro che dipendono dai suggerimenti per guadagnare affrontano uno squilibrio di potere con 'significative conseguenze negative', tra cui molestie sessuali e aggressioni. Con quasi 1 americano su 3 che entra nel mondo del lavoro attraverso l'industria della ristorazione e circa la metà degli americani che lavorano nell'industria a un certo punto della loro vita secondo ROCU, lascia spazio a molti per apprendere che le molestie e gli abusi sessuali sono luoghi di lavoro accettabili comportamento e lavora anche per stabilire molestie o abusi come parte accettabile del posto di lavoro, secondo il rapporto - le donne che avevano precedentemente lavorato come lavoratori con manodopera avevano 1,6 volte più probabilità di accettare comportamenti inappropriati sul posto di lavoro rispetto alle donne che erano attualmente impiegate come mancia lavoratori.

Annuncio pubblicitario

In uno studio pubblicato nel febbraio del 2018, le statistiche più recenti e complete sulla portata dell'aggressione sessuale in America hanno mostrato che circa l'81% delle donne e il 43% degli uomini intervistati dichiarano di aver subito 'qualche forma di molestia sessuale e / o assalto '.

L'azione si svolgerà più di cento anni dopo uno sciopero storico in cui le lavoratrici di abbigliamento femminile uscirono per la prima volta dalla Kalamazoo Corset Company nel 1912 per protestare contro lo sfruttamento sessuale da parte di supervisori maschi, segnando quello che secondo come riferito è il primo grande sciopero delle lavoratrici della regione.

'In qualità di secondo datore di lavoro al mondo, McDonald's potrebbe stabilire lo standard per affrontare le molestie sessuali nel settore dei servizi', ha affermato Noreen Farrell, direttore esecutivo di Equal Rights Advocates, un'organizzazione nazionale per i diritti civili dedicata alla lotta per l'uguaglianza delle donne. 'Finora ha fallito. Ecco perché stiamo con gli operai del McDonald che stanno abbandonando il lavoro. Nulla cambierà a meno che non chiediamo un cambiamento '.

In una dichiarazione inviata a Teen Vogue via e-mail, Mcdonald ha detto quanto segue:

'Non c'è posto per molestie o discriminazioni di alcun tipo da McDonald's. Fin dalla nostra fondazione, ci siamo impegnati in una cultura che promuove il trattamento rispettoso di tutti. Abbiamo messo in atto politiche, procedure e formazione specificamente progettate per prevenire le molestie sessuali nella nostra azienda e nei ristoranti di proprietà dell'azienda e crediamo fermamente che i nostri franchisee condividano questo impegno.

Oggi, oltre alle nostre iniziative esistenti, stiamo coinvolgendo esperti di terze parti noti per le loro competenze nelle aree di prevenzione e risposta, tra cui RAINN e Seyfarth Shaw at Work, per evolvere le nostre politiche, procedure e formazione. Continueremo, come sempre, a cercare modi per fare ancora di più per garantire che i valori di McDonald si riflettano in ogni ristorante, ogni giorno '.

Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

actrices teen latina