Il Massachusetts sta rendendo più facile l'accesso agli adolescenti ai tamponi e ai cuscinetti

Identità

'La norma che dobbiamo pagare per questo ... tutte le cose che attraversiamo con il nostro periodo mestruale sono state accettate'.

Di Amanda Beland

2 luglio 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Ian Evan Lam
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

Ho sempre odiato comprare tamponi. Stare in fila e tenere la scatola, in attesa di entrare in contatto visivo con la cassa (quasi sempre maschile). Sentirsi in imbarazzo quando guarda i tamponi, poi di nuovo me, scruta la scatola e la mette in una borsa. Una semplice interazione di cinque secondi che sembra un'eternità. In quel momento, mi sento ansioso e nervoso per le mestruazioni, come se fosse qualcosa che sto facendo intenzionalmente o ho la capacità di controllare - o anche qualcosa che dovrebbe essere imbarazzante in primo luogo.





Coloro che hanno le mestruazioni costituiscono più della metà della popolazione degli Stati Uniti. Ogni mese, per 3-7 giorni, siamo in balia delle nostre vagine. Questo accade, come un orologio, per una media di 40 anni.

Quando arriva, usiamo cose come tamponi e tamponi per tenere sotto controllo le cose. In molti luoghi, come scuole, edifici pubblici e biblioteche, l'accesso a questi prodotti non è sempre facile o gratuito.

Sempre più posti in tutto il mondo si stanno muovendo per fornire prodotti mestruali gratuiti, in particolare per i giovani nelle scuole. Legislature negli stati dell'Illinois e della California e il Consiglio di New York City hanno tutti votato negli ultimi anni per offrire tamponi e tamponi gratuiti agli studenti di vari gradi.

In Massachusetts, un numero crescente di comuni sta facendo lo stesso, con molte delle proposte spinte dagli studenti.

Il 17 giugno, le scuole pubbliche di Boston hanno annunciato un programma pilota per mettere prodotti mestruali gratuiti in 77 scuole in tutto il distretto a partire da questo autunno. Lydia Edwards, consigliera comunale di Boston, ha dichiarato Teen Vogue che sta spingendo per il programma della città di espandersi, tuttavia, poiché attualmente propone di mettere questi prodotti solo nell'ufficio dell'infermiera della scuola.

Nelle città vicine, Cambridge e Somerville, gli studenti hanno presentato una petizione ai consigli scolastici locali che si sono anche mossi per aumentare l'accesso ai prodotti mestruali nelle scuole. Le Cambridge Public Schools hanno iniziato il loro programma pilota nel 2016 e entro l'anno scolastico 2017/2018 avevano prodotti mestruali in tutti i bagni.

A maggio, appena fuori Boston, i funzionari eletti nella città di Brookline hanno votato per fornire tamponi e tamponi gratuiti in tutti i bagni maschili, femminili e di genere neutro in tutti gli edifici pubblici della città.

Sarah Groustra era un'anziana alla Brookline High School quando scrisse una rubrica sullo stigma e la vergogna del periodo per il suo giornale della scuola, Il Sagamore. Groustra, studente al secondo anno in crescita al college, ha dichiarato di sentirsi orgogliosa di se stessa quando trovava modi subdoli per nascondere i tamponi nei suoi vestiti.

'In realtà un mio amico mi ha detto:' Perché lo facciamo? ' E io ero tipo 'Sì, perché'? ' disse Groustra. 'Non avevo davvero una risposta per lei. Stava parlando di come stava cercando di non nascondere i suoi tamponi (quando va) in bagno e l'idea all'inizio mi ha davvero spaventato. È qualcosa che ho cercato di fare e di non aver paura '.

Groustra disse che sebbene fossero disponibili tamponi e tamponi nell'ufficio dell'infermiera della scuola, molte delle sue amiche portavano le proprie provviste, dato che gli studenti avevano poco tempo per andare in bagno tra una lezione e la scuola stessa era così grande. Groustra ha detto che i momenti peggiori sono arrivati ​​quando ha avuto le mestruazioni e non lo sapeva.

'Ci sono momenti che fanno davvero paura quando ti alzi e vai in bagno durante le lezioni e ti rendi conto che hai il ciclo mestruale e non te lo aspettavi ed è davvero scomodo', ha detto Groustra. 'Mi sentirei sicuramente a disagio a lasciare la classe, per poi tornare indietro e ripartire'.

Annuncio pubblicitario

Groustra ha detto di aver scritto tutto questo in Il Sagamore perché voleva rimuovere lo stigma associato ai punti. Tra le persone che hanno notato la storia di Groustra c'era Rebecca Stone, un ufficiale eletto a Brookline. Stone ha lavorato nella politica di assistenza sociale per gran parte della sua vita adulta. Ha detto di essere rimasta scioccata dall'articolo di Groustra.

'Ero incredulo che non mi fosse mai venuto in mente, che avevo completamente accettato la norma', ha detto Stone. 'La norma dell'imbarazzo, la norma che dobbiamo pagare per questo, il fatto che devi imparare a mettere un tampone in modo che nessuno sapesse che ne stavi portando uno. Dio ti proibisca di averne bisogno più di uno. I distributori che costano 25 centesimi che nessuno ha mai avuto o erano vuoti se ce l'hai. Gli eufemismi - mia nonna l'ha definita 'la maledizione' ... tutte le cose che attraversiamo con il nostro periodo mestruale sono state accettate così tanto '.

Stone ha redatto un articolo di garanzia per fornire tamponi e tamponi gratuiti in tutti i bagni femminili, maschili e di genere neutro in tutti gli edifici pubblici di Brookline, escluse le scuole. A maggio l'articolo è stato approvato all'unanimità. Il dipartimento scolastico dovrebbe affrontare il problema separatamente e anche passarlo e attuarlo.

Il costo della fornitura di prodotti mestruali gratuiti varia in base all'estensione del programma e al meccanismo di erogazione dei prodotti. Secondo WBUR, il programma Brookline ha un costo di avvio stimato di $ 40.000, con circa $ 7.500 necessari ogni anno successivamente. A Boston, la città sta riservando $ 100.000 per il suo programma pilota.

Disse Stone Teen Vogue, 'Non è che siamo il primo comune ad affrontare questo problema. È che siamo il primo comune negli Stati Uniti a dire che questa non è solo una questione economica, ma una questione di equità di genere. È un problema di salute e igiene pubblica e deve essere affrontato dal governo del comune come problema di salute e igiene pubblica e lo faremo rendendo accessibili tutti questi bagni pubblici con questi prodotti '.

La proposta di Brookline ha ispirato il consigliere comunale di Chicopee, Joel McAuliffe, a introdurre una misura simile nella sua città per fornire prodotti mestruali gratuiti in tutti gli edifici della città. Ha detto di aver ricevuto un feedback positivo e negativo sull'ordine, ma pensa che passarlo sia un gioco da ragazzi.

'Ho ricevuto feedback dagli uomini sul costo, è un consiglio (Consiglio comunale) di 13 uomini che non hanno mai avuto a che fare con loro in vita loro', ha affermato McAuliffe. 'Come uomo, non ho mai avuto a che fare con questo, ho sempre avuto tutto ciò di cui avevo bisogno e dovrebbe essere lo stesso per le donne'.

Gli studenti della Keith Middle School di New Bedford, nel Massachusetts, dovevano anche andare all'infermiera della scuola per ottenere assorbenti o tamponi. Ora stanno sostenendo un accesso migliore e gratuito nei bagni delle scuole.

Jordan Pouliot Latham è con l'YWCA nel sud-est del Massachusetts e lavora con un gruppo di studenti che guidano il problema. Ha detto che le ragazze hanno sostenuto i prodotti gratuiti parlando sia con il Comitato della New Bedford School che con il sovrintendente del distretto. Ha detto che hanno anche realizzato un video informativo - per richiesta del sovrintendente - da condividere con tutti gli insegnanti e le facoltà che spiegava il periodo di stigmatizzazione che sentono a scuola.

'Stanno aumentando la consapevolezza di cose di cui nessuno voleva parlare o riconoscere o che metà della popolazione non deve mai preoccuparsi', ha detto Pouliot Latham Teen Vogue. 'Quindi, quando hanno un preside maschio, un sovrintendente maschio, un sindaco maschio e un comitato scolastico per soli uomini - fatta eccezione per una donna - nessuno di loro lo sa davvero. Quindi questo era un modo per le ragazze di dire: 'Ehi, è per questo che resto a casa così frequentemente'. Questo è il motivo per cui le ragazze stanno a casa, a causa delle barriere d'accesso '.

Annuncio pubblicitario

Pouliot Latham ha dichiarato a New Bedford che fornire tamponi e tamponi gratuiti è un problema di equità economica, insieme a un problema di igiene. Ha detto di essere ascoltata da studenti che hanno saltato la lezione per giorni alla volta perché sono imbarazzati dalle loro mestruazioni o non hanno i soldi per permettersi tamponi o tamponi. Ha detto di aver sentito una ragazza che è andata a comprare gli elettrodi con sua madre, ma non potevano permetterselo.

'Quindi lei e sua madre sono tornate a casa e hanno fatto dei cuscinetti con calze e lacci per capelli', ha detto Pouliot Latham. 'Quindi aveva qualcosa, vero? Lei ha fatto qualcosa. Ma non c'era modo di andare a scuola con un calzino, quindi è rimasta a casa tutta la settimana ... la povertà è reale e questo è un effetto reale di vivere con la povertà '.

Layna è in terza media alla Keith Middle School. Ha aiutato a sostenere tamponi e tamponi gratuiti lì. Ha detto di conoscere persone che non vengono a scuola quando hanno le mestruazioni perché hanno paura che le loro mestruazioni sfuggano dai loro vestiti e non avranno altri assorbenti o tamponi disponibili.

'Per me, è davvero triste e straziante perché non dovresti sentirti triste perché alla fine lo capiscono tutti', ha detto Layna.

Victoria è in prima media alla New Bedford High School. Ha anche spinto per prodotti mestruali gratuiti presso la Keith Middle School. Ha detto che ricorda l'ansia che ha provato quando ha avuto il suo ciclo mestruale per la prima volta e non aveva prodotti mestruali.

'È stato davvero difficile per me perché non ci ero abituato', ha detto Victoria. 'Ho avuto un incidente in classe, ho dovuto camminare fino al piano inferiore fino all'ufficio dell'infermiera, poi ho dovuto aspettare in fila mentre avevo un incidente, poi quando sono finalmente arrivato in prima fila, Ho dovuto pagare e non avevo soldi '.

Lo ha detto Sasha Goodfriend, presidente del capitolo del Massachusetts dell'Organizzazione nazionale per le donne (Messa ADESSO) Teen Vogue che costringere gli studenti mestruati ad andare nell'ufficio dell'infermiera per ottenere prodotti perpetua lo stigma associato alle mestruazioni.

'Stiamo guardando l'aula e stiamo dicendo a un giovane di andare nell'ufficio dell'infermiera, questo fa sembrare un problema medico, qualcosa di cui devi parlare con un adulto e ottenere il permesso da', ha detto Goodfriend. 'Quando dovremmo essere in grado di fidarci fin dall'inizio dei giovani e delle mestruazioni che sanno che stanno ricevendo il ciclo mestruale, sanno di cosa hanno bisogno e non hanno bisogno di chiedere il permesso. Crea solo un altro livello di barriera '.

Mass NOW ha contribuito a scrivere il disegno di legge I AM (Aumento dell'accesso ai prodotti mestruali), introdotto nella legislatura del Massachusetts all'inizio di quest'anno.

Un disegno di legge simile è stato approvato a New York City nel 2016.

coiffure afro punk

Se reso legale, il Massachusetts sarebbe il primo stato nel paese a fornire forniture mestruali gratuite in tutti i bagni pubblici, indipendentemente dal genere, nelle scuole (classi 6-12), nelle carceri e nei rifugi per senzatetto.

Oltre al disegno di legge I AM, un altro disegno di legge è stato presentato dal rappresentante Jeffrey Roy che richiede prodotti mestruali gratuiti in tutte le scuole pubbliche dello stato, da 6 a 12 anni.

Secondo Goodfriend, non ci sono dati disponibili centralmente che mostrano quante città, distretti scolastici e del Massachusetts forniscono prodotti mestruali gratuiti.

Ecco perché, in collaborazione con il Dipartimento di sanità pubblica dello Stato, Mass NOW invierà a ogni infermiera della scuola del Massachusetts - circa 2.800 in totale - un sondaggio che pone domande sulle loro attuali politiche sui prodotti mestruali. Goodfriend ha dichiarato di includere domande come come vengono distribuiti i prodotti ora e quanto costano. I sondaggi chiedono anche suggerimenti su come rendere i prodotti più facilmente disponibili e su come ridurre lo stigma attorno alle mestruazioni. Allo stesso modo, Mass NOW invierà anche sondaggi simili a tutti i rifugi per senzatetto e tutti gli sceriffi che lavorano in carceri e carceri.

Goodfriend ha affermato che questi dati potrebbero aiutare a modellare la politica man mano che cresce lo slancio in Massachusetts per l'equità mestruale.

'Abbiamo una rete femminista molto ben organizzata in tutto lo stato', ha affermato Goodfriend. 'Penso soprattutto dopo le elezioni presidenziali del 2016, c'è stato uno sforzo tra le femministe per raddoppiare davvero questa idea di autorealizzazione, che non dovremmo vergognarci del nostro corpo, di chi siamo e che saremo non scusati che gli spazi pubblici ospitano davvero le mestruazioni, come fanno i non mestruatori.

Questa storia è stata aggiornata l'8 luglio per fornire più contesto sul programma di prodotti mestruali esistente di Cambridge.