Marijuana nei Midterms 2018: una guida stato per stato

Politica

Marijuana nei Midterms 2018: una guida stato per stato

Florida, New Jersey, Michigan, Utah, Missouri, Oklahoma, Kentucky e North Dakota hanno tutti voti che potrebbero influenzare la politica del piatto in autunno.

16 ottobre 2018
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Justin Sullivan
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

L'anno 2016 è stato un anno importante per la legislazione sulla cannabis. Secondo Il Washington Post, gli elettori in California, Nevada, Massachusetts e Maine hanno approvato le polizze ricreative per uso domestico per adulti. Inoltre, gli elettori in Florida, Dakota del Nord e Arkansas hanno votato sì alla marijuana medica.

La marijuana medica è stata un problema controverso poiché la cannabis è illegale a livello federale attraverso la sua classificazione come farmaco di classe 1 ai sensi della Controlled Substances Act. Mentre è visto da alcuni come la legalizzazione di ciò che considerano una droga dannosa, è una medicina preferita da molti. I programmi di marijuana medica forniscono cannabis per uso medicinale per una vasta gamma di condizioni mediche, tra cui cancro, HIV / AIDS, glaucoma, epilessia, morbo di Alzheimer, Crohn e altre malattie gastrointestinali, disturbo post traumatico da stress e altro. Mentre ci sono molte ricerche scientifiche là fuori che indicano i numerosi benefici medicinali della pianta, entrambi conservatori e i critici liberali della cannabis e i programmi regolamentati di marijuana medica sostengono che la pianta crea dipendenza, compromette la guida, è una sostanza fondamentale per droghe illecite più dure, ha una cattiva influenza per i minori e pone anche seri rischi per la salute. Nel frattempo, oltre a minacciare gravi malattie potenzialmente letali, uno studio ha scoperto che un maggiore accesso alla marijuana medica è correlato a una riduzione dei decessi correlati agli oppioidi.

Da quando la California è diventata il primo stato a legalizzare la marijuana medica nel 1996, sempre più stati hanno approvato referendum elettorali e adottato i propri programmi. Ecco perché le elezioni di medio termine di quest'anno potrebbero vedere una riforma significativa della politica sulla cannabis. In particolare, ci sono una manciata di stati da tenere sotto controllo: Florida, New Jersey, Michigan, Utah, Missouri, Oklahoma, Kentucky e North Dakota. Di seguito, abbiamo spiegato cosa sta succedendo in ciascuno stato in relazione alle elezioni di medio termine di novembre.

Florida

Il Sunshine State ha legalizzato la marijuana medica nel 2016. Sebbene la misura sia passata con oltre il 70% dei voti, i politici conservatori hanno ancora resistito all'idea. Ora, il sindaco di Tallahassee, Andrew Gillum, si candida come candidato democratico alle elezioni governative di questo autunno. Ha abbracciato la politica del piatto ricreativo, ma non c'è un referendum per gli elettori per dire sì o no sull'uso di marijuana ricreativa quest'anno. Nel frattempo, il candidato repubblicano Ron DeSantis ha votato contro l'emendamento sulla parità di accesso dei veterani, che elimina la restrizione dai medici che discutono di marijuana medica con pazienti affetti da veterani, dal momento che il V.A. proibisce ai veterani di consumare droghe dell'allegato 1.

Inoltre, l'attuale governatore Rick Scott, che è attualmente in corsa per il Senato, ha ricevuto il flak degli elettori per non aver adeguatamente implementato il programma di marijuana medica approvato dagli elettori dello stato. St. Pete Polls ha scoperto che il 49% dei probabili elettori era 'meno propenso' a sostenere la sua campagna poiché 'si opponeva alla legalizzazione della marijuana medica' e perché 'la sua amministrazione ha ritardato l'attuazione della legge (avviata dagli elettori)'.

bonne technique de masturbation

New Jersey

Dopo una campagna su una piattaforma pro-cannabis nel 2017, il governatore democratico Phil Murphy è stato inaugurato per riempire le scarpe del suo predecessore, Chris Christie, all'inizio di quest'anno. Entro i primi 100 giorni dal suo mandato, Murphy ha promesso di legalizzare il piatto ricreativo. È riuscito ad espandere il programma statale di marijuana medica entro i primi due mesi del suo mandato, anche se alcuni criticano la sua espansione non è abbastanza buona, poiché la marijuana medica rimane troppo costosa per molti consumatori bisognosi.

Sebbene non sia stato annunciato un referendum quest'anno, i funzionari eletti stanno lavorando insieme per creare un programma di espulsione che consentirebbe a coloro che avevano precedenti condanne di cannabis di espellere casellari giudiziari e, se le riforme seguissero un modello come quello californiano, potrebbero essere ammissibili al risentimento.

Nel frattempo, il senatore americano in carica Bob Menendez del New Jersey - che è in attesa di rielezione questo autunno - ha collaborato con Cory Booker, suo collega senatore del New Jersey, per difendere le leggi locali sul piatto e contro l'intervento federale in risposta al procuratore generale Jeff Sessioni che annullano la politica delle infestanti dell'era Obama, rapporti L'osservatore. Nel 2017 Booker ha introdotto un disegno di legge federale chiamato Marijuana Justice Act, che eliminerebbe la marijuana dallo stato dell'allegato 1 ed eliminerebbe le sanzioni penali ad esso relative.

Annuncio pubblicitario

Michigan

Il Michigan ha originariamente approvato un programma di marijuana medica nel 2008 e da allora ha installato disposizioni per includere condizioni più qualificanti per le cure. Tuttavia, 98 dispensari sono stati costretti a chiudere a settembre a causa di nuovi requisiti di licenza, secondo The Detroit Free Press.

Un decennio dopo aver approvato le leggi sulla marijuana medica, lo Stato voterà a novembre una votazione che potrebbe legalizzare la cannabis per uso ricreativo per adulti, che consentirebbe anche ai residenti di coltivare fino a 12 piante a casa. La collina ha riferito che un recente sondaggio ha mostrato che il 56% dei probabili elettori del Michigan è favorevole alla legalizzazione.

Utah

Questo autunno, i residenti voteranno a favore o contro un programma di marijuana medica a livello statale che ha affrontato così tante controversie, il governatore repubblicano Gary Herbert sta già promettendo che se fallisce, vuole che il legislatore statale approvi 'un disegno di legge che tutti possono sostenere ', secondo Fox 13 Salt Lake City. Ha citato 'conseguenze non intenzionali' dell'iniziativa come motivo di preoccupazione, ma si impegna a fare un qualche tipo di cambiamento politico.

La strada politica dell'iniziativa di voto è stata complicata. Il 15 maggio - la scadenza per rimuovere le firme dalla petizione dell'iniziativa per ottenere il voto - i sostenitori della cannabis hanno accusato gli oppositori di aver tentato di consegnare i moduli per la rimozione della firma dopo l'orario di lavoro presso l'ufficio Curtis Koch e l'impiegato della contea di Davis. Koch ha detto che ha rifiutato le forme che sono arrivate dopo la scadenza.

Missouri

Ad agosto, un giudice della contea ha respinto una causa per rimuovere una delle tre iniziative per legalizzare la marijuana medica dal voto di quest'anno in Missouri, secondo il Posta di St. Louis. Le tre iniziative, che hanno approcci diversi alla politica, includono: un emendamento costituzionale per consentire ai medici di prescrivere cannabis medica, un emendamento costituzionale per consentire ai medici di prescrivere cannabis medica a coloro che si trovano in determinate condizioni qualificanti e una proposta di modifica statutaria per consentire condizioni specifiche da trattare per la cannabis terapeutica con una tassa del 2%.

La senatrice democratica statunitense Claire McCaskill è stata la voce della sua posizione pro-cannabis. Secondo il Leader delle notizie di Springfield, la depenalizzazione è già avvenuta in alcune aree urbane dello stato, ma le tre iniziative in autunno potrebbero essere un passo verso la piena legalizzazione ricreativa.

Oklahoma

L'Oklahoma ha fatto molta strada dal suo tentativo di denunciare lo stato del Colorado per le sue nuove politiche sulla cannabis nel 2014. Secondo Forbes, in una grande vittoria per i sostenitori della marijuana in uno stato storicamente rosso, gli elettori hanno approvato un programma di marijuana medica nell'estate 2018.

Il primo giorno il programma ha accettato le candidature, ha ricevuto 1.054 candidature da pazienti, 634 candidature da aspiranti imprenditori e altre tre candidature da potenziali caregiver; secondo quanto riferito, il programma ha incassato solo $ 1,5 milioni in tasse di iscrizione solo quel primo giorno.

Secondo Il mondo di Tulsa, il candidato democratico alla carica di governatore, Drew Edmondson, approva la marijuana medica oltre a fare accuse di possesso di droga, ma crede che 'è troppo presto per la piena legalizzazione in Oklahoma'. Anche il candidato repubblicano Kevin Stitt approva la marijuana medica e si oppone alla piena legalizzazione.

Kentucky

Il Kentucky è stato sotto il radar di molti sostenitori della cannabis, ma non per molto. Secondo l'outlet locale WDRB, il rappresentante dello stato repubblicano Jason Nemes, che in precedenza aveva cosponsorizzato una legge sulla marijuana medica, pensa che un programma medico statale verrà approvato nel Kentucky entro il prossimo anno.

Tuttavia, i sostenitori stanno sottolineando il medico parte di questa misura e che ci saranno severe restrizioni sulla regolamentazione dell'uso, della crescita e della vendita della cannabis. Nel gennaio 2018, il senatore dello stato repubblicano Dan Seum - che si candiderà alla rielezione questo autunno - ha introdotto un disegno di legge sulla legalizzazione della cannabis nella legislatura, secondo il WDRB; vuole tassare la vendita del farmaco per aiutare a salvare il sistema pensionistico malato dello stato.

Annuncio pubblicitario

Nord Dakota

Il Peace Garden State ha recentemente approvato un programma di marijuana medica e, questo autunno, ci sarà una misura ricreativa sul voto.

La polizia si oppone all'idea. The Grand Forks Herald ha riferito che un gruppo di funzionari delle forze dell'ordine del Nord Dakota ha approvato una misura alla loro convenzione per opporsi alla misura ricreativa in votazione in autunno.

Nel frattempo, insieme ai colleghi senatori degli Stati Uniti Cory Booker, Kirsten Gillibrand, Elizabeth Warren e Kamala Harris, il senatore Heidi Heitkamp del Nord Dakota (in attesa di rielezione in autunno) ha sostenuto uno sforzo bipartisan per proteggere gli stati con politiche di legalizzazione dall'intervento federale.

Il futuro della politica sulla marijuana

La riforma della cannabis non è sempre attuata da domande di voto, ma può avvenire anche attraverso funzionari eletti. Sebbene non abbia vinto la nomination, la candidata governativa di New York Cynthia Nixon ha fatto notizia per la sua posizione sulla cannabis - che potrebbe centrare le riparazioni per coloro che sono stati storicamente danneggiati dalla guerra alla droga, suscitando alcune critiche - che in seguito hanno influenzato il governatore in carica Andrew Cuomo a compiere nuovi passi verso la legalizzazione ricreativa ospitando 'sessioni di ascolto' in stile municipio in tutto lo stato. Inoltre, anche se gli elettori della Pennsylvania non hanno misure di cannabis su cui votare quest'anno, Lancaster online riporta un disegno di legge di depenalizzazione - in cui una prima o una seconda infrazione sarebbe soggetta a un'ammenda massima di $ 300 - recentemente approvata nel comitato giudiziario della Camera della Pennsylvania.

I legislatori statali e locali hanno un ruolo nel determinare le leggi della loro area. Che si tratti di un anno elettorale o meno, gli attivisti di tutto il paese sostengono la legalizzazione su più fronti.

comment savez-vous que vous avez brisé votre hymen

Ottenere il Teen Vogue Prendere. Iscriviti al Teen Vogue email settimanale.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: La legalizzazione della marijuana non può cancellare decenni di privatizzazione e incarcerazione